Marocchino la segue fino a casa e la molesta sessualmente

La 21enne ha iniziato a urlare, attirando l’attenzione di alcuni passanti. L’aggressore, visibilmente ubriaco, è stato arrestato

Terrore per una ragazza di 21 anni che è stata prima seguita e poi molestata sessualmente da un marocchino 31enne. L’uomo aveva notato la giovane sul filobus e, quando lei è scesa per raggiungere la sua abitazione a piedi, ha deciso di seguirla. L’ha pedinata per diversi metri fino a quando l’ha raggiunta e ha cominciato a palpeggiarla. La sua vittima si è messa a urlare, attirando l’attenzione di alcuni presenti. Non è stato facile, per gli agenti intervenuti a soccorrere la ragazza, arrestare lo straniero, che si è scagliato contro i poliziotti danneggiando la volante. Secondo quanto emerso, tutto ha avuto inizio ieri notte, tra venerdì 29 e sabato 30 novembre a Milano. La 21enne, di origini moldave, poco dopo l’una si trovava sul filobus della linea 91 per fare rientro a casa. Sullo stesso mezzo dell’Azienda tranviaria milanese anche un marocchino 31enne che per tutto il tragitto non aveva perso di vista la donna. Quando la ragazza è scesa nei pressi di viale Molise, il 31enne ha deciso di seguirla, senza dare nell’occhio.

L'ha pedinata e palpeggiata

La giovane si è poi incamminata in direzione di viale Corsica, senza accorgersi dell’uomo che aveva alle spalle e che la stava pedinando. D’un tratto il marocchino ha allungato il passo e, accelerando, è riuscito a raggiungerla e ad aggredirla da dietro. Ha iniziato a toccarla e palpeggiarla, tanto violentemente da cadere entrambi per terra. La vittima, naturalmente terrorizzata da quanto stava accadendo, ha incominciato a urlare. Fortunatamente le sue grida hanno attirato l’attenzione di un passante che, vedendoli sull’asfalto, è intervenuto per aiutare la giovane. L’aggressore, visibilmente ubriaco, a quel punto ha finto di essere il suo fidanzato. Altri passanti si sono quindi avvicinati per capire cosa stesse avvenendo, mentre uno di loro ha allertato il numero di emergenza 112.

Il marocchino ha aggredito i poliziotti

In poco tempo sul luogo indicato è giunta una volante della polizia che ha cercato di immobilizzare il 31enne. Non è stato compito facile riuscire ad arrestare lo straniero, che ha aggredito gli agenti e, una volta salito sull’auto, ha danneggiato anche quella, colpendola più volte. Alla fine però l’uomo è stato caricato in macchina e portato via. L’aggressore, che a un controllo è risultato avere dei precedenti penali, è stato così denunciato per violenza sessuale, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 30/11/2019 - 18:33

tutta questa brava gente con PRECEDENTI PENALI, credo che ci sia qualcosa di strano?????

d'annunzianof

Sab, 30/11/2019 - 19:00

Un voto per il sinistrame (forse) e una dozzina (circa) a destra

QuasarX

Sab, 30/11/2019 - 19:07

quale emergenza umanitaria in marocco?

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 30/11/2019 - 19:29

Ma il giudice gli farà pagare io danni a questa risorsa?

ziobeppe1951

Sab, 30/11/2019 - 19:56

La Lamorgese tutto divisa e distintivo non doveva rimpatriare 800.000 risorse?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/12/2019 - 10:13

Questi sono diventati pure furbi, oltre che violenti. Beviamo, così il giudice ci da le attenuanti per incapacità di intendere e volere per colpa dell'alcol, quando invece capiscono bene quello che vorrebbero fare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/12/2019 - 10:15

Ma sì, se mi va bene ho goduto e se va male un giorno di galera dove mangio bevo dormo e nessuno mi bastona come potrebbe essere al mio Paese. Ecco il pensiero di uno straniero.

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 01/12/2019 - 11:39

Cosa si può dire? Copione ormai ripetitivo e nauseante. E' la società che ci propone la sinistra?

zadina

Dom, 01/12/2019 - 12:22

Sarebbe giusto a chiedere alla Boldrini e alla sinistra cosa ne pensano del comportamento della LORO grande risorsa che dovrebbero insegnare a noi Italiani la loro grande e immensa cultura, e noi Italiani dovremmo comportarci come LORO stessi per migliorare la nazione Italia, ottimi politicanti del cavolo per le vostre idee balorde.