Milano, aggressore seriale picchia e violenta una 70enne nella sua abitazione

L'uomo, un 29enne residente in provincia di Lodi, era andato da lei concordando una prestazione sessuale, ma una volta entrato nell'appartamento l'ha picchiata, minacciata con un coltello e violentata per un 11 ore

È riuscito ad andare a casa sua, grazie a un appuntamento concordato online. Una volta arrivato lì, è salito nella sua abitazione, in zona Arco della Pace, a Milano, e per undici ore l'ha minacciata, picchiata e stuprata. È accaduto dalle 22 del 3 novembre fino alle 9 del mattino seguente a una donna di 70 anni, residente in un appartamento di un'elegante palazzina del centro di Milano. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, dopo la violenta aggressione, la donna sarebbe uscita dalla sua abitazione per cercare aiuto dai suoi vicini e presentare denuncia ai carabinieri di quanto capitato.

L'accordo e la violenza

La 70enne, che dopo le ripetute violenze aveva il volto pieno di lividi, tremava e barcollava, è andata subito a denunciare il fatto alle forze dell'ordine. In base a quanto ricostruito, la donna avrebbe contattato l'aggressore, per una prestazione sessuale a pagamento. Lui, una volta raggiunto l'appartamento della vittima, le avrebbe spento e rubato i cellulari, l'avrebbe presa a pugni in faccia e poi avrebbe consumato la violenza sessuale, il tutto sotto minaccia di morte con un coltello se lei avesse provato a urlare o cercato di scappare.

La dinamica dell'aggressione

In base alla descrizione fornita dala vittima, il ragazzo, di altezza media e dai capeli neri, aveva avuto con lei (almeno all'inizio) dei modi cortesi. Alla donna aveva raccontato di avere avuto dei problemi di tossicodipendenzza, di non avere un lavoro e la difficoltà di avere relazioni sentimentali stabili. La 70enne lo aveva ascoltato e consolato, ma mentre si toglieva i vestiti lui aveva impugnato un coltello e le aveva ordinato di obbedire a tutti i suoi ordini. E cioè stare zitta e non provare a scappare per nessun motivo. La donna avrebbe, a quel punto, cercato di farlo ragionare ma è stata subito colpita.

L'aggressore "seriale"

Dopo la denuncia della donna, i carabinieri della compagnia Milano Duomo avrebbero cercato di risalire all'identità del responsabile grazie al numero di cellulare appuntato su un quadernetto dalla donna. Grazie a quel numero, i militari sono risaliti all'aggressore che, nella stessa giornata di mercoledì, era stato fermato dalla squadra mobile di Lodi per un'altra tentata violenza sessuale, perpetrata allo stesso modo, questa volta a danno di una prostituta colombiana. I successivi accertamenti hanno permesso poi di scoprire che l'uomo, un 29enne disoccupato, con qualche problema di dipendenza da sostanze stupefacenti e residente in un piccolo paese della provincia di Lodi, sarebbe stato l'autore di altri episodi simili: uno ai danni di un'escort di origini rumene e l'altro ai danni di una donna italiana (forse conosciuta in rete).

Il modus operandi

Nonostante il suo modus operandi presenti quasi sempre la stessa dinamica, la procura di Milano ha deciso di non diffondere la fotografia e le generalità del 29enne che, però, è stato trasferito nel carcere di Lodi. L'uomo ha precedenti per droga e avrebbe colpito in tutta la regione Lombardia, spostandosi in macchina. I genitori, probabilmente ignari della vita del figlio, per sostentarlo gli passavano denaro, che lui utilizzava anche per pagare le prestazioni sessuali con le prostitute.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 16:39

...."la procura di Milano ha deciso di non diffondere la fotografia e le generalità del 29enne"...già,la "privacy" di 1 delinquente,è più importante della sicurezza di altre 99!....

ginobernard

Gio, 14/11/2019 - 17:00

ma come fa per 11 ore dai ... caso mai l'ha tenuta prigioniera per 11 ore Non è fisicamente possibile ... si sarebbe rotto qualcosa Dopo due o tre ore di erezione i corpi cavernosi incominciano a rompersi con versamento di sangue ... massimo 4 ore

antonmessina

Gio, 14/11/2019 - 17:14

foto nome cognome e indirizzo di questo superman grazie

ulio1974

Gio, 14/11/2019 - 17:20

"procura di Milano ha deciso di non diffondere la fotografia e le generalità del 29enne ": eh, poverino, sia mai che si senta perseguitato. lo dico sempre: la vera giustizia è quella del popolo. andrebbe portato in piazza e mostrato al pubblico

vince50

Gio, 14/11/2019 - 17:22

A parte il fatto delle 11 ore(vabbè),mi chiedo : visto che era stato contattato per quello "scopo" ed essere pure pagato perchè fare tutto sto casino?.Magari se tutto ok!!!!! altre volte avrebbe potuto ripetere ed essere ripagato no?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 14/11/2019 - 17:24

Veramente non era sconosciuto, le ha dato pure l'appuntamneto.

emilio ceriani

Gio, 14/11/2019 - 17:35

Sarà figlio di un personaggio importante?

d'annunzianof

Gio, 14/11/2019 - 17:36

La 'privacy' ai criminali (?!). In questo paese fanno a gara a chi supera l'assurdo di piu`

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 17:58

@ulio1974 17:20....concordo!Una giornata di "gogna",era più "educativa"(per il soggetto),di un anno di carcere,e costava niente alla comunità!

Ernestinho

Gio, 14/11/2019 - 18:00

Colpirà ancora! la legge italiana è clemente!

jekill

Gio, 14/11/2019 - 18:15

a 70 anni fa prestazioni sessuali a pagamento. Ma chi ci va è un necrofilo?

necken

Gio, 14/11/2019 - 18:20

se l'è un po' cercata o no......

EliSerena

Gio, 14/11/2019 - 18:23

Questa è un fatto emblematico dell'uso di internet. La signora voleva prestazione sessuale. Ha avuto quello e non solo. Certamente non ha fatto sesso pe r11 ire . Impossibile. Certamente ha voluto e preteso più del pattuito ed ha ridotto male la signora vogliosa. Questo certamente non può scagionare il delinquente, ma la polizia fa benissimo a non diffondere la sua foto e la sua identità.

MicheleLopez

Gio, 14/11/2019 - 18:26

Era andata a casa di questa 70enne dopo aver concordato con lei una prestazione sessuale ???.....Una 70enne che concorda online una prestazione sessuale ???. Mah !. Cosa posso dire ???Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana mi pentirò di aver smesso di fumare.

flip

Gio, 14/11/2019 - 18:37

CHI SCRIVE ARTICOLE DEL GENERE, CI PRENDE PER I FONDELLI!

cir

Gio, 14/11/2019 - 18:38

ma quanto viagra avra' ingerito ? poi con una di 70 anni...

omaha

Gio, 14/11/2019 - 18:40

non si capisce perchè non ci sono grandi foto dei delinquenti che arrestano Dovrebbero attaccarle ovunque, cosicchè un delinquente del genere non posso più andare in giro, una volta scontata la pena Perchè il magistrato gli darà l'infermità mentale o una pena di qualche anno i veri delinquenti sono i politici e soprattutto i magistrati che assolvono certi mostri

killkoms

Gio, 14/11/2019 - 19:11

ulio1974,ma è la stessa procura che mandava avvisi a mezzo stampa?

killkoms

Gio, 14/11/2019 - 19:17

ma chi era il cliente che pagava?

Giorgio Rubiu

Gio, 14/11/2019 - 19:20

Chi doveva essere pagato per la prestazione? Se era lui sarebbero stati soldi spesi bene per un rapporto di 11 ore (a parte le botte ed il furto dei cellulari),se,invece era lei,lui poteva scegliere una "signora" più giovane,però,devo aggiungere,che nel corso dei miei 85 anni di vita mi è capitato di conoscere alcune signore settantenni di piacevolissimo aspetto e molto più affascinanti di certe giovani e bellissime figliole che,nel dipartimento fascino,lasciavano moltissimo a desiderare! Capisco,però,che in un rapporto "prezzolato" il fascino gioca un ruolo irrilevante.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 14/11/2019 - 19:23

le bestie vanno eliminate, non serve neanche la castrazione per certi animali.

nunavut

Gio, 14/11/2019 - 19:26

@ ginobernard 17:00 conosci il priapismo ???

EliSerena

Gio, 14/11/2019 - 20:11

òLANZI MAURIZIO guardi che l a signora lo ha invitato a casa non per prendere un caffè.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 14/11/2019 - 20:50

domani dovrà stuprare pure il pm e l'avvocato donna che non aspettano altro. i loro colleghi "uomini" si fanno tra loro e le poverini ormai usano solo le loro esili dita ...

buonaparte

Gio, 14/11/2019 - 21:08

PAGAVA LEI. STAVOLTA DO RAGIONE A CIR.. QUESTO PER AVERE UNA EREZIONE SI è PRESO QUALCOSA DI FORTE CHE LO HA SOVRA-ECCITATO ED HA PERSO IL CONTROLLO NELLA FOGA .RENDIAMOCI CONTO CHE QUESTA HA 70 ANNI . è TUTTA COLPA DI MARIA CON IL SUO VECCHI E VECCHIE CHE FA VENIRE STRANE IDEE ALLE ANZIANE .

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 14/11/2019 - 21:19

Cosa si aspetta ad instaurare la pena di morte e la reclusione ai lavori forzati !?!?!?!?!?

larsen61

Ven, 15/11/2019 - 07:54

La privacy anche per I delinquenti seriali ......ormai rasentiamo il ridicolo.