Milano, armato di pistola rapinava farmacie: arrestato

Il rumeno era stato scarcerato lo scorso agosto per una serie di rapine commesse nel 2015. Entrato in una farmacia a Lorenteggio ha minacciato le dipendenti con la pistola

Un cittadino rumeno di 31 anni è stato arrestato a Milano con l’accusa di aver rapinato una farmacia. L’uomo era già stato arrestato nel 2015 proprio per una serie di rapine ai danni di alcune farmacie, tra San Siro e Lorenteggio. Lo scorso agosto il 31enne era stato scarcerato e oggi è tornato dietro le sbarre con la stessa accusa di quattro anni fa: rapina in farmacia armato di pistola. Al momento dell’arresto si trovava nella sua abitazione, con lui anche un italiano di 21 anni. Il ragazzo stava dormendo su un materasso accanto a 350 grammi di marijuana e tutto il necessario per pesare la droga e imbustarla.

La rapina in una farmacia a Milano

Lo scorso 27 novembre il rapinatore è entrato in una farmacia comunale di via Saint Bon, nel quartiere Lorenteggio di Milano. Erano circa le 17 quando l’uomo è entrato armato, impugnando la riproduzione di una pistola Beretta calibro 9. Dopo aver minacciato le tre dipendenti puntando loro addosso l’arma, il rapinatore si è fatto consegnare l’incasso, circa trecento euro, ed è scappato facendo perdere le sue tracce. Almeno per quel momento. Dopo poche ore infatti, i poliziotti della Sesta Sezione della Squadra Mobile sono riusciti a identificarlo. Fondamentali i filmati registrati dalle telecamere di sicurezza. Le registrazioni hanno permesso di riconoscere nel rapinatore del 27 novembre lo stesso uomo che nel 2015 era stato arrestato per lo stesso motivo: rapine seriali ai danni di farmacie. Condannato a quattro anni dietro le sbarre, era stato scarcerato lo scorso 18 agosto.

Abitava in una casa-cantina

Gli agenti, guidati da Massimiliano Mazzali, si sono quindi recati nella casa dove l’uomo risiedeva già nel 2015, una cantina adibita ad abitazione, in un condominio in via Fleming, a Milano. Quando le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nell’abitazione hanno trovato anche un 21enne italiano che stava dormendo su un materasso per terra. Al suo fianco 350 grammi di marijuana e tutto il necessario per pesarla e imbustarla. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato la pistola finta e i vestiti usati durante la rapina: un cappellino rosso e nero, una felpa dell’Arsenal, pantaloni neri e scarpe rosse. I due uomini sono stati arrestati. Per il 31enne è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre il ragazzo è stato posto agli arresti domiciliari. Le indagini sono state avviate per cercare di capire se altre rapine commesse nella stessa zona possano essere attribuibili al rumeno.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?