Milano, attacca passeggero e si scaglia contro agenti: preso egiziano

Lo straniero ha dato in escandescenze a bordo di un bus Atm, prima prendendo a pugni un finestrino, quindi scagliandosi contro un passeggero: pugni e calci contro i poliziotti intervenuti e danni alla vettura di ordinanza

Cittadino egiziano fuori controllo su un bus Atm della linea 40 a Milano. Prima aggredisce un passeggero, poi si butta a terra per non farsi portare via dagli agenti intervenuti, infine danneggia la vettura d'ordinanza.

L'episodio si è verificato durante il pomeriggio di ieri all'altezza di via Arsia, quando lo straniero ha iniziato dal nulla ad innervosirsi ed a sferrare dei pugni contro il vetro del mezzo pubblico. Il nervosismo del 29enne si è poi riversato contro uno dei passeggeri, che probabilmente aveva avuto l'ardire di richiamarlo all'ordine. Allarmati dalla scena, alcuni testimoni hanno immediatamente contattato le forze dell'ordine per richiedere un loro intervento, prima che la situazione potesse ulteriormente degenerare.

Sul posto gli agenti della questura di Milano i quali, una volta a bordo, si sono trovati ad avere a che fare con un uomo visibilmente alterato ed ostile. L'egiziano, intenzionato a non farsi portare via dai poliziotti, si è infatti buttato a terra. Quando gli uomini in divisa, che avevano cercato in ogni modo di farlo ragionare, hanno tentato di sollevarlo di peso per farlo scendere, lo straniero si è rivoltato contro di loro colpendoli con calci e pugni.

Ridotto a fatica in manette, lo straniero non ha posto fine alle ostilità neppure una volta a bordo della "pantera" della polizia. I calci rivolti contro il finestrino dello sportello posteriore hanno infatti mandato il vetro in frantumi.

Rinchiuso dietro le sbarre di una cella di sicurezza, il 29enne si trova in attesa di giudizio direttissimo.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 29/05/2019 - 19:45

Sanno che in Italia possono fare quello che vogliono...