Blitz al mercatino delle pulci: denunce e sequestri in viale Puglie

Nel blitz al mercatino, spesso al centro di problemi di ordine pubblico, sono state impegnati oltre 50 agenti tra polizia locale, Guardia di finanza, carabinieri e polizia. Tre persone sono state denunciate per ricettazione mentre numerosi beni sono stati sequestrati

Alle 8 di questa mattina è scattato un intervento interforze nel mercatino delle pulci di viale Puglie e nelle vie limitrofe, a Milano. Nell’operazione sono stati impegnati oltre 50 agenti della polizia locale e militari della Guardia di finanza, nell'ambito di un servizio che è stato condiviso anche con Polizia di Stato e carabinieri che hanno prestato supporto per le esigenze di ordine pubblico.

Come si legge in un comunicato del Comune, l’intervento mirava a contrastare il commercio abusivo e illegale, la verifica e il controllo dell'inosservanza delle regole all'interno dello spazio riservato al mercato delle pulci e il rispetto delle norme igienico sanitarie.

Nel corso dell'operazione, gli uomini delle forze dell’ordine hanno sequestrato 17 strumenti utilizzati nei cantieri edili, rubati e identificati con il numero di serie, 29 biciclette, di cui tre elettriche, e diversi cellulari. Posti sotto sequestro anche tre banchi che mettevano in vendita articoli nuovi, soprattutto di vestiario, la cui attività non è permessa in un mercatino delle pulci. All'interno dell'area, inoltre, è stata trovata anche merce contraffatta.

Gli agenti hanno denunciato tre persone per ricettazione ed elevato sanzioni per un totale di 15.500 euro. In via Tertulliano è intervenuta anche Amsa, l’Azienda milanese per servizi ambientali, per smaltire tutta la merce abbandonata ai bordi della strada.

"L'abusivismo commerciale viene contrastato con servizi mirati da parte della polizia locale ma questa attività di controllo ha bisogno di essere rafforzata per sradicare il fenomeno e far rispettare la Legge. Per questo si è deciso di intervenire, in accordo con la Prefettura, in maniera ancora più incisiva insieme alla Guardia di Finanza e alle altre forze dell'ordine. Questo è un nuovo tassello della più ampia strategia che l'amministrazione comunale ha messo in campo per risolvere il degrado e i problemi che insistono su quell'area”. È quanto ha dichiarato la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo in merito al blitz antidegrado avvenuto nel mercatino delle pulci di viale Puglie.

Per l’operazione condotta dalle forze dell’ordine esulta la Lega. "Con il blitz di oggi nel suk abusivo di viale Puglie la sinistra ha confermato ancora una volta che arriva sempre in ritardo. Sono almeno tre anni che i residenti della zona denunciano una situazione insostenibile, fatta di degrado e illegalità, eppure (a parte lo sgombero pre elettorale del 2016) da queste parti non si è mai visto nessuno. Io sono stata più volte all'interno del mercato abusivo, anche di recente, e ho sempre documentato una situazione al limite del paradossale: africani, maghrebini e rom si spartiscono il territorio vendendo merce rubata ma anche alimenti esposti addirittura per terra senza nessun rispetto delle più basilari norme igienico-sanitarie". Così Silvia Sardone, consigliere comunale di Milano ed europarlamentare del partito guidato da Matteo Salvini.

L’esponente leghista aggiunge che “la sinistra, come al solito, quando si parla di sicurezza antepone le ideologie al bene dei cittadini. Ricordo inoltre all'amministrazione comunale che il quartiere, oltre al mercatino, deve già fare i conti con i due campi rom di via Bonfadini (uno regolare e uno abusivo) e le carovane di nomadi che puntualmente occupano via Toffetti, via Varsavia, via Medici del Vascello".

Commenti

tosco1

Dom, 09/06/2019 - 21:27

Questo e' uno, ma in Italia sono mille e mille.Mercati di ogni tipo,evasione a gogo, redditi bassi dei venditori, che se andassimo a vedere, e spero che la Finanza lo faccia, avranno la flat tax al 15 per cento e pure il reddito di cittadinanaza.E', meglio incassare e magari non pagare le tasse,che in Italia sarai premiato,diversamente se sei onesto, sarai solo uno squattrinato perenne.E'l'Italia.