Ecco il "Fuorisalone" gastronomico di Milano

Da giovedì una settimana con oltre 300 eventi dedicati al cibo in tutta la città

Ciak si mangia. Ancora qualche giorno, per l'esattezza da giovedì prossimo, e si apriranno le danze di un'intera settimana dedicata al cibo (pardon al «food») che si spalmerà proprio come la nutella su tutta la città, con oltre 300 eventi da Porta Genova a Porta Nuova, dai mercati coperti agli ex caselli daziari. Si intitola «Milano Food City», l'iniziativa promossa da Comune, Regione, Confcommercio e Fiera Milano. L'intento è quello di riaccendere i riflettori, qualora mai ce ne fosse bisogno, su un tema cavalcato con successo nei mesi di Expo sotto lo slogan (forse un po' strumentalizzato) di «Salviamo il pianeta». In realtà da due anni a questa parte, Milano si è effettivamente ritrovata a vestire i panni di capitale dell'enogastronomia internazionale, in un succedersi parossistico di aperture stellate, festival, presentazioni di guide, parate di street food e con gli chef testimonial in qualunque kermesse, dalla moda alla politica. Se a ciò si aggiungono i successi milanesi del formato «week», che dalla moda e dal design si è allargato alla musica e ai libri, era praticamente inevitabile che non risparmiasse il trend più in voga nella civiltà dello spettacolo: il food appunto. E allora tentiamo di riassumere, impresa ardua ancorchè banale, il mare magno di iniziative che, tra degustazioni e «showcooking», si articoleranno in alcuni quartier generali capitanati da enti, fondazioni, aziende e opinion leader. La serata inaugurale avrà luogo alla neonata Fondazione Feltrinelli e sarà dedicata al vecchio tema di Expo, quella del diritto al cibo per coloro che davvero non ce l'hanno: mercoledì 3 dalle 19.30 alle 23 una grande festa farà da corollario alla donazione di derrate alimentari da parte degli sponsor a beneficio di Caritas, Banco Alimentare e Pane Quotidiano. Dal giorno successivo ce ne sarà per tutti i gusti, sia per gli addetti ai lavori che per il pubblico di curiosi.

Zona Tortona sarà ancora una volta in prima fila con le iniziative di «Milano Food Week» che propone esibizioni di chef, «barbecue tematici», orti-laboratorio per i bambini e mostre. I gastronauti (neologismo di Davide Paolini) potranno anche avventurarsi tra le degustazioni promosse da Confcommercio sotto il titolo di «FoodFriends»: ristoranti e locali diventeranno palcoscenico delle nuove tendenze mangerecce in via Paolo Sarpi, via Piero della Francesca, via Vittor Pisani e in alcuni mercati coperti, come quello di Wagner e Morsenchio. Più tecnica sarà l'esposizione «Tuttofood», mostra dedicata all'agroalimentare che andrà in scena a Fiera Milano dall'8 all'11 maggio, ma a cui si affiancherà un «fuorisalone» che porterà gli operatori ad esibirsi in varie zone della città, tra aperitivi a 5 stelle e showcooking. Sotto a chi tocca, evitando le indigestioni.