Milano in mano ai latinos: armi, spaccio e riti di iniziazione violenti

È questa la Milano delle periferie in mano ai latinos. Ieri quindici arresti. Sventato anche un tentato omicidio. E il sindaco Pasapia rimane a guardare

Sono loro i padroni di diverse zone di Milano. Latinos dediti al crimine e che spesso sono motivo del degrado della città meneghina. Ieri mattina la Squadra mobile di Milano ha inferto un duro colpo alla gang di latinos "Barrio 18", una delle tante che ha trasformato le periferie del capoluogo lombardo in bronx senza regole.

Hanno una gerarchia ben precisa, regole feree, tatuaggi per riconoscersi e sopratutto riti di iniziazione violenti. Il codice interno poi prevede pene severe per chi sgarra. Ma anche per chi insinua nel loro territorio "segnato" dai graffiti sui muri (guarda qui il video).

Ben 15 arresti in un blitz che però colpisce solo in parte la gang. Gli indagati sono accusati di associazione a delinquere, tentato omicidio, rapina aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, lesioni personali aggravate, detenzione e porto d'armi da sparo e da taglio.

Una lista infinita, che fa pensare ad una cronaca di Chicago più che a quella di Milano. Le indagini della polizia sono iniziate nel dicembre del 2013 dopo la denuncia di alcune giovani di violenza sessuale subita per mano degli affiliati alla gang.

Secondo quanto scrive la Polizia, la "Barrio 18" è una delle bande più pericolose tra i latinos, e vanta principalmente appartenenti salvadoregni. Padroni in casa d'altri. Di quegli italiani ormai esasperati. I latinos considerano le zone dove vivono e dove spacciano come il loro territorio e per questo sono in lotta con bande rivali. Spettatori inermi i cittadini onesti.

Inermi come il Comune, che nulla ha fatto per fermare tutto questo. Più volte le lotte tra bande si concludono a scontri a mano armata, con pistole, machete e coltelli. Rapine e spaccio, invece, servono a rimpinguare le casse comuni dell'affiliazione criminale per sostenere soprattutto i "fratelli" detenuti in carcere.

Non solo. Perché dalle immagini è emerso anche il piano di un omicidio di un appartenente ad una band rivale. Assassinio sventato dalla stessa polizia, che è riuscita ad assicurare alla giustizia 15 criminali.

Commenti

Titanio

Mer, 23/09/2015 - 14:00

Cosa potrebbe fare Pisapia? Illuminaci...perchè un Sindaco in Italia è come un Sindaco negli US? Tutti coloro che hanno letto questo articolo hanno chiaramente percepito che è un attacco a Pisapia, il valssico metodo Boffo...ormai siete alla frutta

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 23/09/2015 - 14:03

RIMANE A GUARDARE E CHI TACE ACCONSENTE UN AVVOCATO DOVREBBE SAPERLO

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 23/09/2015 - 14:17

Problema annoso quello dei cosiddetti latinos assassini. E i bastardi non possono essere arrivati con i barconi attraversando l'Atlantico. Chi li ha fatti entrare?????

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 23/09/2015 - 14:18

Possibile poi che ci vogliano due anni di indagini e pedinamenti per dimostrare che questi bastardi sono dei delinquenti? Di cosa ha bisogno un giudice per processare di un machete sporco di sangue? Demenziale!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mer, 23/09/2015 - 14:27

l'inutile Pisapia.....

dot-benito

Mer, 23/09/2015 - 14:44

è tutta la nazione in ostaggio della delinquenza. fin che avremo magistrati procuratori che pensano ad imbastire processi farlocchi contro politici che non la pensano come loro e non condannano i veri delinquenti sarà sempre peggio

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mer, 23/09/2015 - 16:46

Prima di scrivere che 'la Squadra Mobile ha inferto un duro colpo alle gang di latinos', attendere il responso della Magistratura e poi quello dei Giudici. Siamo in Italia non in Cina.

maurizio50

Mer, 23/09/2015 - 16:48

Da mesi, da anni lo diciamo: il governo dei Compagni ci ha regalato il disastro dell'ordine pubblico; arrivi di delinquenti di ogni etnia, lingua, religione; e poi tasse, tasse, tasse!Ciò detto trovi ancora emeriti imbecilli che , per es. in Emilia, Toscana, Lazio, Puglie, continuano a votare per i compagni! A loro , evidentemente, sta bene così: siamo noi che ce ne dobbiamo andare, magari in Nicaragua, vero Hernando??

risorgimento2015

Mer, 23/09/2015 - 18:17

gianky53 hai detto giusto! Non sapevo che anche i sud americani sono rifugiati?? Ma vi dico come sono entrati in SUD AMERICA il passaporto italiano portoghese,spagnolo e` molto ricercato...avete capito che qualcuno nei vari consolati in sud america si e` arrichito !?!?