Milano, nigeriana 25enne incinta ferita alla gola da connazionale

L’uomo è stato fermato dalle Forze dell’ordine. Era appena uscito di galera per un altro tentato omicidio. La giovane non è in pericolo di vita

Sangue nella notte a Milano dove una nigeriana di 25 anni è stata aggredita e colpita alla gola da un connazionale. L’uomo è stato bloccato dai carabinieri, si trovava ancora nelle vicinanze dell’aggressione. Il fatto, raccontato da Milanotoday, è avvenuto ieri sera, venerdì 20 settembre, verso le 21, in via Arcivescovo Calabiana, in zona di Porta Romana.

Una ragazza in stato interessante è stata aggredita in strada e colpita alla gola con un coccio di bottiglia spaccata. Immediati i soccorsi, sul luogo infatti sono giunte un’ambulanza del 118 e un’automedica. La 25enne è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Paolo. Secondo le prime indiscrezioni le sue condizioni sarebbero gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Quando la polizia è giunta sul posto ha trovato l’aggressore, un 33enne già conosciuto alle Forze dell’ordine, ancora nei paraggi. Tra le mani stringeva la carta di identità della giovane, quasi fatta in mille pezzi. Secondo quanto ricostruito l’uomo avrebbe avuto una relazione con la sua vittima. Il nigeriano era uscito dal carcere proprio venerdì. Sembra che anche la prima volta fosse stato accusato di tentato omicidio.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Sab, 21/09/2019 - 14:30

Era appena uscito di galera per un altro tentato omicidio....evvaiiii,ringraziamento vivissimo alle toghe buoniste!!

odioikomunisti

Sab, 21/09/2019 - 14:50

Embe'? secondo voi chi poteva fare una cosa simile? un italiano? eddai su.. è tutto nella norma, niente di strano.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 21/09/2019 - 15:47

@odioikomunisti-Sab, 21/09/2019 - 14:50. Dobbiamo abituarci perché già ce lo aveva detto una illustre chiaroveggente: ""I migranti ci offrono uno stile di vita che presto sarà uno stile di vita molto diffuso per tutti noi"!