Milano, paura all'Hollywood: spray al peperoncino spruzzato in discoteca

L'odore dello spray ha provocato il panico tra la folla. Il bilancio è di due contusi e due intossicati. Sono in corso le indagini dei carabinieri

Due contusi e due intossicati, ma poteva essere una nuova Corinaldo. Nella discoteca Hollywood in Corso Como a Milano si è scatenato il panico ieri notte quando è stato spruzzato lo spray al peperoncino in mezzo alla folla. L'intenso odore sprigionato nell'aria ha provocato la calca nella quale sono rimasti lievemente feriti una ragazza di 21 anni e un giovane di 18.

Nel famoso locale della movida meneghina era in corso una serata organizzata in occasione della settimana della moda. Secondo le prime testimonianze raccolte dai carabinieri, intorno alle 2.30 di notte due persone avrebbero spruzzato lo spray urticante e sarebbero scappate. Avvertito il forte odore la folla ha cercato di scappare verso le uscite tra urla e spintoni. Una dinamica che avrebbe potuto portare a conseguenze molto più gravi, come avvenuto nella discoteca "Lanterna Azzurra" di Corinaldo l'8 dicembre scorso, quando morirono 6 persone e altre 59 rimasero ferite nella calca, proprio a causa dello spray al peperoncino. Dalle prime ricostruzioni, questa volta non si sarebbe trattato però di una rapina, ma di una bravata.

Lo spray sarebbe stato spruzzato in quantità modeste e la discoteca è stata riaperta un'ora dopo col via libera di forze dell'ordine e vigili del fuoco presenti sul posto. Le ambulanze intervenute hanno dovuto prestare soccorso soltanto per due lievi intossicazioni e per i due ragazzi di 21 anni e 18 anni curati al Policlinico per delle contusioni. I carabinieri hanno acquisito le immagini dalle telecamere di sorveglianza e stanno conducendo le indagini per individuare i responsabili sulla base anche delle indicazioni fatte dai testimoni.

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Dom, 22/09/2019 - 20:51

quando li beccano dovrebbero incriminarli per tentata strage....anche per aggiornare qualche demente che non si rende conto della gravità del gesto.