Antagonista urinò al banchetto di FdI. Giudice non la condanna per atti osceni

Il giudice non ha ritenuto che gli atti osceni in luogo pubblico fossero contestabili alla donna di 42 anni. “Apprendiamo che urinare in una via di passaggio in pieno pomeriggio e davanti al McDonald's non costituisce atto osceno”, lamenta l’assessore De Corato

Urinò presso il gazebo elettorale di Fratelli d’Italia a Milano come atto dispregiativo, ma per il giudice l’episodio non è passibile di condanna per atti osceni in luogo pubblico.

L’antagonista 42enne compì il gesto in piazza Argentina durante la giornata del 27 gennaio dello scorso anno, provocando la reazione dei militanti di FdI presenti in quel momento nel gazebo. Venne ad originarsi dunque una lite ed una colluttazione a cui partecipò anche un conoscente della donna.

Il Gup del tribunale di Milano Raffaella Mascarino, alla conclusione dei rito abbreviato, ha determinato una condanna a 3 mesi per violenza privata e lesioni, mentre per il gesto di protesta non c’è stata alcuna conseguenza.

Il Pm aveva richiesto una condanna complessiva a 6 mesi, includendo anche il reato di atti osceni in luogo pubblico, ma così non è stato. Protesta l’assessore alla sanità Riccardo De Corato, che quel giorno si trovava proprio al gazebo di piazza Argentina. “Milano è fatta su misura per le violenze dei centri sociali”, lamenta il politico come riportato da “MilanoToday”. “Apprendiamo che urinare in una via di passaggio come corso Buenos Aires, in pieno pomeriggio, davanti a McDonald's non costituisce atto osceno ma semplicemente un reato contro la pubblica decenza, guarda caso depenalizzato. Con queste sentenze, a Milano, i no global possono dormire sonni tranquilli. Mi sarei invece aspettato un giudizio esemplare volto a difendere chi vuole fare liberamente politica in campagna elettorale”.

Commenti
Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Ven, 01/03/2019 - 16:28

La magistratura è sempre più becera. Povera Italia.

dredd

Ven, 01/03/2019 - 16:34

Che signora, che classe.

ginobernard

Ven, 01/03/2019 - 16:36

"Non è (più) reato fare la pipì per strada, ma multa fino a 10mila euro" è stata multata ? perchè se non erro un liceale è stato multato tempo fa ... ben 3 mila euro.

GPTalamo

Ven, 01/03/2019 - 17:02

Pero sono sicuro che questo giudice la vedeva urinare nelle scale del suo palazzo, non avrebbe lasciato correre. Comunque, fare la multa a una persona come questa avrebbe probabilmente avuto solo un valore simbolico, perche' queste in genere sono persone che non rispettano la legge e non pagano comunque.

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/03/2019 - 17:02

BENE: QUINDI DI OSCENO NON C'E' SOLO L'ATTO, MA ANCHE LA SENTENZA

Divoll

Ven, 01/03/2019 - 17:36

Certo, se avessero condannato questa raffinata signora, avrebbero dovuto condannare anche il sindaco (donna) di Barcellona per lo stesso identico "gesto".

giosafat

Ven, 01/03/2019 - 17:46

Salvata dalla quota rosa...

mariod6

Ven, 01/03/2019 - 18:37

Ha solo imitato quella scimm@a del sindaco di Barcellona. E poi, viste le sentenze esemplari dei magistrati milanesi, se sputare addosso ad un Poliziotto non è reato, e quindi non lo è nemmeno sputare in faccia ad un magistrato, di cosa vi meravigliate ?? Possibile che non ci sia mai a tiro di mano qualcuno con un palo che gli sbricioli una rotula ??

Cheyenne

Ven, 01/03/2019 - 18:38

NON SI PUO' ANDARE AVANTI COSI' CON QUESTI PAZZOIDI CHE HANNO UNO SPAVENTOSO POTERE

Cheyenne

Ven, 01/03/2019 - 18:39

LA PROSSIMA VOLTA URINA NEL SALOTTO DI QUESTO CxxxxxxE

ostrogoto55

Ven, 01/03/2019 - 18:45

E se avesse urinato sulla scrivania del giudice?

istituto

Ven, 01/03/2019 - 18:55

Ma fosse stato un esponente di Forza Nuova a fare lo stesso gesto ad un gazebo de PD oppure del partitino della "Presidenta" l'avrebbe passata liscia oppure sarebbe stato condannato per un atto osceno nonché fassista e rassista ?

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 01/03/2019 - 18:57

Stando alla sentenza possiamo orinare all'aria aperta.....che spasso. Convenite che le donne zecche rosse anno il suo "fascino", che dire: non si vogliono sedere sul water, si rispecchiano. meglio un vespasiano.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 01/03/2019 - 19:01

Ma l'indirizzo del giudice? Chissà se si troverà tutti i giorni davanti alla sua porta l'urina sarà della stessa idea.

claudioarmc

Ven, 01/03/2019 - 19:01

Con questa magistratura ma dove vogliamo andare?

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 01/03/2019 - 19:02

E questa ha fatto una cosa del genere A QUARANTADUE ANNI ? C'è solo da mettersi le mani nei capelli...

bruco52

Ven, 01/03/2019 - 19:28

fosse successo ad un gazebo di sinistra si sarebbero scatenati tutti gli antifascisti, contro la deriva fascista, razzista e tutte le menate dell'armamentario comunistoide, mentre invece alle zecche rosse tutto è permesso

27Adriano

Ven, 01/03/2019 - 19:43

E' vero brava giudice mascarino. E' stato tolto il divieto di orinare in pubblico, quindi è permesso anche nel tuo ufficio. ma dimmi, giudice, orini anche tu in strada davanti ai banchetti degli avversari politici??

Massimom

Ven, 01/03/2019 - 19:53

Giustizia comunista.

necken

Ven, 01/03/2019 - 19:58

quindi si puo urinare pubblicamente in modo lecito dietro un gazebo di qualsiasi avversario politico?!

giovanni235

Ven, 01/03/2019 - 20:08

I giudici che emettono sentenze talmente assurde da diventare ridicole devono,per legge, essere immediatamente sottoposti ai test di alcool e droga.Per tutte le sentenze assurde non c'è altra spiegazione:o sono ubriachi o sono drogati o entrambe le cose.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 01/03/2019 - 20:12

toghe rosse e centri sociali sono le due facce della stessa schifezza.

sparviero51

Ven, 01/03/2019 - 20:21

COMINCIAMO A CHIAMARE COL GIUSTO NOME QUESTA IMMONDIZIA : BALORDI SBANDATI !!!

perilanhalimi

Ven, 01/03/2019 - 20:59

Ma certo e` solo una compagna che sbaglia!!!!E poi giu` le mani dagli antirazzisti , antifascisti perche` anche l` Onu ha detto che Salvini e` in rischio per il pianeta!!!

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Sab, 02/03/2019 - 16:42

Per motivi igenici penso che comunque avrebbe dovuto essere condannata a ripulire la strada.... meglio con la lingua.