Furti e rapine, sgominata la banda di albanesi che terrorizzava la Lombardia

Sono 17 le persone arrestate. Alcune di loro accusate anche di tentato omicidio, avrebbero cercato di investire un carabiniere durante la fuga

È stata sgominata a Milano la banda che da tempo seminava il terrore in tutta la Lombardia. L’organizzazione sarebbe composta da tre diversi gruppi che, in stretta collaborazione tra loro, rapinavano case, appartamenti e ville tra Milano e Varese. Nelle prime ore di questa mattina, sabato 27 luglio, i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno eseguito un fermo nei confronti di 17 persone, emesso dal pubblico ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza. Le persone fermate sarebbero ritenute responsabili di numerosi furti, ricettazione, detenzione illegale di armi da fuoco e tentato omicidio. Tutti gli arrestati sarebbero di origine albanese, pregiudicati e nel nostro Paese senza fissa dimora. In soli quattro mesi avrebbero messo a segno 57 colpi, tutti nelle ore notturne, anche se con i proprietari in casa.

L’organizzazione, composta da tre distinti gruppi di delinquenti, era solita incontrarsi nei parcheggi del Centro Commerciale Brianza di Paderno Dugnano, comune alle porte di Milano. I malviventi giungevano agli appuntamenti sempre a bordo di vetture, alcune delle quali usate anche per i furti, tutte risultate intestate ad altre persone. Sono stati dei militari in borghese, che stavano controllando le riunioni dei soggetti poi fermati, che sono riusciti a identificare i componenti della banda. Le rapine sono state messe a segno nelle province di Milano (23), Monza e Brianza (1), Brescia (1), Como (8), Cremona (4), Lecco (3) e Varese (17). Uno dei gruppi, la notte del 13 maggio 2019, durante una delle rapine in un appartamento a Castellanza, nel Varesotto, avrebbe cercato di investire due dei militari giunti sul luogo per bloccarli. Fortunatamente i carabinieri sono riusciti, grazie ai loro riflessi, a evitare di essere investiti, buttandosi velocemente a terra, riportando in questo modo solo lievi ferite.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza, sono state sviluppate dai Carabinieri della Tenenza di Paderno Dugnano, e dei Nuclei Operativi e Radiomobili delle Compagnie di Sesto San Giovanni e Abbiategrasso. Durante alcune perquisizioni sono state rinvenute due pistole, munizioni di vario calibro, numerosi attrezzi atti allo scasso, due autovetture intestate a prestanomi, refurtiva, radio portatili e 2mila euro in contanti. Gli indagati si trovano ora al carcere di Monza. Secondo le prime indiscrezioni erano pronti a lasciare l’Italia per fare ritorno al loro Paese, l’Albania.

Segui già la pagina Facebook di Milano de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 27/07/2019 - 13:17

aleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee altre risorse della sboldrina. evvai con la loro preziosa cultura!!!!