Milano, stuprata da peruviano: "Aiutatemi, non so dove sono"

Violenza sessuale choc a Sesto San Giovanni, dove una donna di 35 anni è stata abusata dal sudamericano irregolare e con precedenti

"Sono stata violentata, aiutatemi, non so dove mi trovo". È stata questa la chiamata choc arrivata al numero unico delle emergenze nel pomeriggio di domenica, quando una donna è stata stuprata a Sesto San Giovanni, periferia nord-est di Milano. A commettere la violenza sessuale ai danni della donna di 35 anni è stato un peruviano di 43 anni, già noto alle forze dell'ordine: senza permesso di soggiorno, ha infatti precedenti per resistenza a pubblico ufficiale.

A rintracciarlo e arrestarlo i carabinieri: gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto sul suo corpo i segni dell'aggressione, o meglio i tentativi della sua preda di difendersi, come lividi e graffi.

Non è stata ancora chiarita la dinamica dei fatti, su quali gli inquirenti indagano: sembrerebbe, comunque, che la donna e il sudamericano non si conoscessero direttamente. A metterli in "contatto" un terzo uomo, sempre peruviano, che la 35enne frequentava da tempo. Il sospetto, da appurare, è che i tre abbiano fatto uso di alcol e sostanze stupefacenti nel pomeriggio di domenica, scrive il Corriere di Milano.

La donna avrebbe avuto un rapporto sessuale consenziente con il suo frequentante, che in seguito si è allontanato dall'abitazione. È qui che l'altro peruviano entra in azione e inizia l'incubo.

Commenti
Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mar, 01/10/2019 - 17:09

In altro crimine sul Congo Della sinistral progresista......(Capito donne & femministe)

Divoll

Mar, 01/10/2019 - 17:23

Non ci sono guerre in America Latina, ergo nessun motivo per dare permessi di soggiorno a costoro. Espulsione immediata per lo stupratore, ma anche per il suo compare, evidentemente complice.

lappola

Mar, 01/10/2019 - 18:32

Ci mancava una notizia come questa, erano già un paio di giorni che non accadeva, per fortuna ci ha pensato questo peruviano, da notare - noto alle forze dell'ordine. MA CHE CA**O LI TENIAMO A FA' QUESTI MALFATTORI? METTIAMOLI IN MARE CON UNA BARCA SENZA FONDO.