Moschee, registri e unioni gay Le idee dell'armata Ambrosoli

Dai comunisti delle liste "Etico a sinistra" alla nicchia dei moderati ex Udc. Il candidato del Pd deve districarsi in un'alleanza in cui si trova un po' di tutto

Da Luciano Muhlbauer a Ombretta Fumagalli Carulli. Il problema si potrebbe anche sintetizzare così. Da un lato il «veterano rosso» del Consiglio regionale, comunista non pentito ed esponente di Rifondazione comunista, dall'altro la ex dirigente del Ccd e docente di diritto ecclesiastico, democristiana non pentita. Stanno nella stessa coalizione, quella che punta a conquistare la Lombardia con il Pd. Possono governare insieme? É la scommessa di Umberto Ambrosoli (così come è stata la scommessa di Giuliano Pisapia): portare al Pirellone l'ala «arcobaleno» della coalizione - che nel 2010 sosteneva la candidatura di Vittorio Agnoletto - e la nicchia moderata che ha abbandonato l'Udc per allearsi con la sinistra. Il «diavolo e l'acqua santa», insomma, politicamente parlando (è ognuno è libero di assegnare i due ruoli alle due ali della coalizione).
Muhlbauer si ripresenta come alfiere di «Etico a sinistra». La Fumagalli Carulli come sostenitrice del Centro popolare, la formazione scissionista di Enrico Marcora, consigliere regionale uscente per l'Udc. Quale sia la portata dell'impresa affidata alle (politicamente) gracili spalle di Ambrosoli lo si capisce anche dalle dichiarazioni dello stesso Marcora, che un paio di giorni fa, in un'intervista alla «Repubblica», ha rivendicato il «merito» di aver escluso dalla coalizione di centrosinistra i Radicali - che come si sa hanno dovuto optare all'ultimo momento per una corsa solitaria che non è andata a buon fine per la difficoltà nella raccolta delle firme. Probabilmente Marcora ha millantato un po' la reale portata del suo veto anti-Radicali. L'intesa infatti è saltata a causa del veto posto da Ambrosoli al nome scelto da Marco Pannella per la sua lista («Amnistia, giustizia e libertà»). A tutti è apparso chiaro che l'intesa non l'ha voluta il Pd. In ogni caso, di chi fosse il veto (Marcora, Ambrosoli o Pd) le idee radicali uscite dalla porta potrebbero rientrare dalla finestra, facendo breccia in alcuni candidati «civici» e della sinistra. Ora va detto che la «lista Ambrosoli» non ha un programma suo: fa proprio il programma dell'aspirante-governatore. Ogni candidato del patto civico dunque porta un suo «contributo». E in questi contributi i candidati a caccia di visibilità e preferenze danno giustamente spazio alla fantasia: i luoghi di culto per le religioni minori - leggesi moschee - sono solo un esempio. Un altro è una dichiarazione pro testamento biologico diffusa pochi giorni: auspicava che la sanità regionale recepisse i registri comunali, costituiti o in via di costituzione. Questioni delicatissime e tutt'altro che condivise, come lo sono peraltro le unioni civili (un conto è parlarne, altro è farle, come si è visto a Palazzo Marino con la ribellione dei cattolici Pd). E anche il reddito minimo garantito. Di garantito, per ora, c'è solo il caos che proposte del genere scatenerebbero fra Pd e alleati.

Annunci Google
Commenti

kayak65

Lun, 04/02/2013 - 09:43

MOSCHEE?CON LA COERENZA CHE DISTINGUE QUESTI CIALTRONI SNOB DI SINISTRA CON I SOLDI E TANTI,LE FACCIANO NEL LORO PALAZZO O NELLA LORO ZONA!QUESTI FARABUTTI PREDICANO MALE E SI COMPORTANO SEMPRE PEGGIO.ED IN NOME DELLA CONVIVENZA CIVILE SOSTENGONO CHE I PROBLEMI VADANO RISOLTI TRA I CITTADINI.MA LORO ESSENDO CASTA OVVIAMENTE NE SONO ESCLUSI!VEDASI MILANO DIVENTATA UN SUK A CIELO APERTO E CON RAPINE E FURTI E STUPRI COMMESSI DA IRREGOLARI.BELLA CONVIVENZA!!!!!!!!!!

mariuccia frigerio

Lun, 04/02/2013 - 09:47

in Lombardia non vogliamo vedere lo schifo che affligge ora Milano dopo la scelta infelice di un sindaco come pisapia,è riuscito persino a far rimpiangere la moratti anche a quelli che lo hanno votato

Duka

Lun, 04/02/2013 - 09:53

Per la poltrona è pronto a vendersi il nonno. Questo è il metodo Komunista-

enzo1944

Lun, 04/02/2013 - 10:05

Di tutto quello che succede a Milano e Lombardia,i cari Milanesi e debbono ringraziare pisapippa ed il card.tettamanzi,veri artefici di questa enorme confusione e gigantesche porcherie che stanno succedendo nella terra dei Lombardi!......Qualche Papa ha pure detto che,purtroppo,il demonio si è infilato nella S.Chiesa di Roma!!

EmanueleS

Lun, 04/02/2013 - 10:10

E dopo Pisapia a Milano, Ambrosoli in Lombardia. Ma che bel futuro che ci stanno apparecchiando questi begli individui!

Mareia2012

Lun, 04/02/2013 - 10:39

Mancavano solo queste uscite. Bene avremo le moschee al posto delle chiese due comici a capo della Nazione. Fo come Presidente della repubblica e. Grillo capo del governo. Manca ancora qualcuno??

unosolo

Lun, 04/02/2013 - 10:51

le caramelle per digerire le fregature ? ottima idea.

Rossana Rossi

Lun, 04/02/2013 - 11:41

Non ho MAI visto Milano fare schifo come adesso, muri imbrattati,strade sporche ,ambulanti e cialtroni ovunque,mercatini di cianfrusaglie vergognose e false,gente che bighellona in giro dalla mattina alla sera senza far niente e tutto questo grazie a pisciapia e ai babbei che l'hanno votato,ora ci manca pure l'ambrosoli (carneade chi era costui?) a completare l'opera...altro che la Moratti, c'è di che rimpiangerla......

EmanueleS

Lun, 04/02/2013 - 12:01

Aldilà del fatto che Albertini si sia schierato con Monti e che si sia lanciato in discutibili uscite pubbliche (cose che lo hanno reso meno simpatico e meno credibile), parlando di Ambrosoli, ha messo in luce l'incoerenza del candidato PD. Si cerchi in rete: ""Ambrosoli? Dall'auto elettrica al tir" o i video "Ambrosoli e il tir: la parodia di Albertini". Già questo non è un bel biglietto da visita per Ambrosoli... e può lasciar intravedere quello che farà una volta vinte le elezioni.

BlackMen

Lun, 04/02/2013 - 12:08

Come al solito le chiacchiere stanno a zero. Gli immigrati sono una realtà. Sono tanti (ma meno che in molte altre nazioni come Francia, Germania, Inghilterra, Stati Uniti etc...). Ora si può decidere di integrarli al meglio in modo da non farli diventare cittadini di serie B senza speranza di costruirsi un futuro e spingerli, in qualche caso, verso l'illegalità. Oppure si puo decidere di combatterli e di osteggiarli con tutti i mezzi (non dando nemmeno la possibilità di professare liberamente il proprio culto)...ma poi non ci lamentiamo dell'impatto sociale che questa divaricazione genera.

kayak65

Lun, 04/02/2013 - 12:36

PER BLACKMEN bene.visto che sei cosi' magnanimo,chiedi al comune di autorizzare la costruzione di una moschea vicino a casa tua,anzi magari nel tuo stesso stabile.vediamo cosa ne pensano i tuoi vicini...comunque l'integrazione funziona se chi viene da fuori si adegua a chi gia' ci abita e non il contrario!chiedi se in arabia esiste una chiesa.li' ti tagliano la testa se solo entri con un crocifisso!e' sbagliato?forse ma se nel loro paese e' cosi',cosi' deve essere!e lo stesso deve valere per l'italia.chi viene in italia DEVE rispettare le ns leggi e le ns usanze,non gli italiani che devono sempre adeguarsi ai nuovi arrivati.anche in francia piu' tollerante ha impedito il burka!e basta per favore con la favola del razzismo.non ci crede nessuno a parte qualche benpensante e maloperante come te!

billyjane

Lun, 04/02/2013 - 13:14

Black man: Lei è proprio l'UOMO NERO. Sapesse che pena vedere quelle ragazzine,anche italiane, indossare il velo per compiacere il loro fidanzatino o marito musulmano. Lei è veramente cattivo.

Mareia2012

Lun, 04/02/2013 - 13:15

Senta blackman ha mai lavorato nei paesi arabi e ha mai chiesto che le costruiscano una chiesa ?

Totonno58

Lun, 04/02/2013 - 13:20

Inutile fare salotto per girare attorno all'unico argomento inoppugnabile: DOPO FORMIGONI BASTA TIRARE A SORTE UN NOME QUALSIASI FRA I 60 MILIONI DI ITALIANI ED AVREMO UN GOVERNATORE MIGLIORE "PER DEFINIZIONE"!

BabyBear

Lun, 04/02/2013 - 13:21

@Kayak65 ...infatti in Italia esiste la libertà di culto, quindi non c'è motivo di osteggiare un'iniziativa come questa. I miei "vicini di casa" possono pensare quello che vogliono, non capisco dove sia il problema se si costruisce una moschea vicino casa mia e se i miei vincini non sono d'accordo. Se un giorno dovesse trasferirsi in un paese a maggioranza musulmano, per qualsiasi motivo, penso avrebbe piacere anche lei a poter disporre di una chiesa in cui esercitare la sua libertà di culto. Se poi in altri Paesi le leggi sono diverse e più restrittive nel confronto di altre religioni, per quale motivo anche noi dovremmo abbassarci a quel livello e "rispondere" con lo stesso atteggiamento chiuso?

Marcello.Oltolina

Lun, 04/02/2013 - 13:28

Ambrosoli e Pisapia, se gli piacciono tanto le moschee e chi le frequenta, che si trasferiscano nei loro paesi di origine.

jacopo82

Lun, 04/02/2013 - 13:38

Ambrosoli ha già annunciato che riprenderà il progetto della moschea di Sucate, è una vergogna, fermatelo!!!!1!1!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 04/02/2013 - 13:43

...mi raccomando... già si vedono i primi accampamenti Rom sotto il Pirellone pronti a prenderne possesso all'indomani di una sciagurata vittoria dei cosacchi!!!

mares57

Lun, 04/02/2013 - 13:57

Scusate ma le moschee chi le paga?

Totonno58

Lun, 04/02/2013 - 14:02

BABYBEAR: posso permettermi di complimentarmi con lei (con te?) per la tua saggezza?

achina

Lun, 04/02/2013 - 14:31

Vedi Pisapia: aveva detto chiaramente quello che avrebbe fatto e che sta puntualmente facendo. Se dovesse vincere con questo programma è legittimo che lo attui. Chi non lo volesse si dovrebbe dare da fare affichè non venga eletto.

fisis

Lun, 04/02/2013 - 14:35

Milano, ex capitale morale d'Italia, come sei ridotta grazie a Pisapia! Non ti riconosco più tra stupri e rapine, suk a cielo aperto e al chiuso. Come i metrò, che rigurgitano di ambulanti di tutte le etnie, intenti a vendere abusivamente le loro mercanzie contraffatte: dove sono le forze dell'ordine e i vigili? A controllare i cittadini onesti che magari, per un semplice divieto di sosta, si vedono appioppare da tutori dell'ordine inflessibili con noi italiani, multe di svariate diecine di euro, che volatilizzano il lavoro di una giornata. I fratelli rom, i nordafricani etc. no, continuino pure indisturbati i loro traffici illeciti, all'ombra della madonnina che, presto - Dio non voglia - sarà soppiantata da un minareto.

ferry1

Lun, 04/02/2013 - 14:36

xtotonno58 già abbiamo rischiato Penati ora stiamo subendo Pisapia non abbiamo bisogno di altri esperimenti

maubol@libero.it

Lun, 04/02/2013 - 14:36

Moschee? loro a noi offrono chiese cattoliche? sempre meglio i comunisti, dove non arriva la Cgil ci arriva il Pd, pur di far voti!

epc

Lun, 04/02/2013 - 15:06

Anche secondo me le chiacchiere stanno a zero! La Lombardia, con il centrodestra + lega da tanti anni, è la regione meglio amministrata d'Italia. Non sto dicendo che sia perfetta, sto dicendo che è comunque la meglio amministrata. La sanità regionale lombarda è la migliore d'Italia, una fra le migliori d'Europa ed anche, dati alla mano, la più economica. I trasporti regionali lombardi sono i migliori d'Italia (non sono perfetti, ma di gran lunga superiori a quelli delle altre regioni, provare per credere). Quindi, perchè cambiare?

Giorgio di Faenza

Lun, 04/02/2013 - 15:21

Vuoi vedere che anche in tutte queste promesse elettorali Monti e Bersani coglieranno il germe malefico del "voto di scambio", ormai dato per acquisito COME LUOGO COMUNE nella promessa di abolizione dell'IMU?! No, non succederà! Sono intellettaulmente troppo onesti per farlo! Onesti, ma soprattutto furbi: loro per ogni problema denunciato dicono: "Faremo se le condizioni lo permetteranno". Ma la valutazione delle cc.dd. "condizioni" la riservano per sè, così che a consuntivo il povero elettore non saprà mai se quanto sperato non si è concretizzato "perchè non si è potuto fare" o "perchè non si è saputo o voluto fare!"

kayak65

Lun, 04/02/2013 - 15:28

babybear allora vuol dire che per la liberta' di culto altrui sei pronto a calpestare i diritti dei tuoi vicini.la moschea come ben sai non e' una chiesa:il muezzin chiama 5 volte al giorno alla preghiera i fedeli e per farlo deve urlare dal minareto la prima volta al sorgere del sole per tutti i giorni dell'anno cosi' pure al tramonto!sappi che in italia in alcuni comuni "tolleranti"e' stato proibito il suono delle campane (compreso quelle a morto) in nome del rispetto della tranquillita'.inoltre con le moschee come forse non sai esiste la madrassa che e' la scuola coranica che non e' da interdersi come le ns aule di catechismo ma bensi' vere e proprie scuole di pensiero e di indottrinamento che spesso crescono fanatici e suicidi.e' inutile che ti dica cosa e' stato scoperto in via jenner a milano...comunque se per la liberta' di culto intendi modificare i tuoi comportamenti per gente che non ha scrupoli ad imporre i loro metodi,beh raccogli le firme tra i tuoi vicini affinche' si possa costruire una moschea nella tua zona e penso che ti saranno grati sia i vicini che i mussulmani

fisis

Lun, 04/02/2013 - 15:43

Qualche commentatore afferma che noi italiani dovremmo accettare nel nostro paese tutti gli immigrati, (anche quelli clandestini?) in nome di una astratta e presunta necessità di integrazione. Ma mi chiedo, chi ospiterebbe a cuor leggero a casa propria diecine di ospiti provenienti da paesi dove, se porti a vista un crocifisso ti impiccano , se sei occidentale rischi di essere rapito, usato come ostaggio e vederti tagliare la testa. Perfino se viaggi in metropolitana in una grande città europea, puoi essere vittima di un fanatico terrorita islamico che odia la nostra civiltà. Ripeto, chi ospiterebbe a casa propria simili persone? La Patria è, solo a un livello più ampio, la propria casa. Perciò dobbiamo difenderla e amarla, stando attenti a chi vi entra.

fisis

Lun, 04/02/2013 - 15:56

Milano, ex capitale morale d'Italia, come sei ridotta grazie a Pisapia! Non ti riconosco più tra stupri e rapine, suk a cielo aperto e al chiuso. Come i metrò, che rigurgitano di ambulanti di tutte le etnie, intenti a vendere abusivamente le loro mercanzie contraffatte: dove sono le forze dell'ordine e i vigili? A controllare i cittadini onesti che magari, per un semplice divieto di sosta, si vedono appioppare da tutori dell'ordine inflessibili con noi italiani, multe di svariate diecine di euro, che volatilizzano il lavoro di una giornata. I fratelli rom, i nordafricani etc. no, continuino pure indisturbati a perpetrare i loro furti nelle abitazioni dei "ricchi" e laboriosi milanesi, continuino pure a incrementare i loro traffici illeciti, all'ombra della madonnina che, presto - Dio non voglia - sarà soppiantata da un minareto.

Francaciccia

Lun, 04/02/2013 - 23:55

I milanesi hanno votato il Pisa ..i lombardi chissa' ...ne vedremo delle belle, certo che i ricconi si sono girati tutti a sinistra.. Fa tanto scic... La erre si arrotola sempre di piu' quando sproloquiano nei loro salotti

billyjane

Mer, 06/02/2013 - 08:30

TOTONNO ............LEI E TONTO