Mr Expo vince senza trionfare, ma il vero sconfitto è Pisapia

Il candidato del sindaco ha pagato la candidatura contemporanea di Pierfrancesco Majorino e le troppe gaffes. Sala conferma le previsioni della vigilia ma senza strafare

Nessuna sorpresa di rilievo nelle primarie del centrosinistra a Milano.

Il popolo dei progressisti incorona Beppe Sala come il successore di Giuliano Pisapia nella sfida con il candidato - ancora da designare - del centrodestra nella corsa a Palazzo Marino. Distaccata Francesca Balzani, la vicesindaco scelta dal primo cittadino come erede politica e i cui progetti di rimonta sono miseramente naufragati.

Ha pesato sicuramente la concorrenza con Pierfrancesco Majorino, l'assessore alle Politiche Sociali, che con la Balzani si è spartito i voti della sinistra più accesa: se le due candidature si fossero fuse in una sola, come a lungo auspicato dall'attuale vicesindaco, mr Expo sarebbe rimasto escluso dai giochi.

Va però detto che Majorino ha annunciato la propria candidatura prima di tutti, addirittura a luglio e ha sempre sostenuto con coerenza di volere correre da solo con un proprio progetto politico. Se quindi Sala vince senza stravincere, il vero sconfitto di queste primarie rischia di essere proprio Giuliano Pisapia.

Che, osannato dal suo popolo durante gli ultimi anni di mandato, ha scelto di non ricandidarsi appena prima di Expo. Quindi per mesi ha nicchiato, sostenendo di non voler appoggiare apertamente nessuno dei candidati. Alla fine, a pochi giorni dal voto, ha ufficializzato il proprio endorsement per Francesca Balzani, forse nel disperato tentativo di salvare quel "modello arancione" che si era proposto come alleanza di sinistra alternativa al Partito della Nazione.

I toni accesi della campagna elettorale e qualche scivolone (su tutti, si veda la strampalata proposta di rendere gratis i mezzi pubblici di superficie) hanno così condannato la Balzani, che ora si vede costretta ad ammainare la bandiera arancione dal fortino di Palazzo Marino. L'esperienza di Pisapia, che alle elezioni di giugno vinca la destra o la sinistra, verrà comunque "normalizzata".

@giovannimasini

Annunci
Commenti

ghepardo50

Dom, 07/02/2016 - 22:39

pisapia si è trovato a fare il sindaco grazie ad alchimie politiche, pisapia è portatore di un visione della vita estremamente minoritaria rispetto alla maggioranza dei milanesi per cui quasi nessuno lo rimpiangerà, anzi.....

il nazionalista

Dom, 07/02/2016 - 23:13

Pisciapia avrà pure fallito, però grazie a lui i ' sinistri ' hanno governato Milano per 5 anni! Con tutto il corollario di tasse, degrado e alluvione di clandestini, che vivono(a sbafo)in albergo, che non pagano i mezzi pubblici e, in ricompensa, rompono pure il c.zz. ai Milanesi!!

Ritratto di keysteal

keysteal

Dom, 07/02/2016 - 23:26

Assolutamente, per quanto mi riguarda altri 5 anni di PD a Milano non sono che una disgrazia per la città.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 08/02/2016 - 01:31

La cosa più importante ora è che i milanesi non ripetano l'errore fatto con Pisapia. Lui aveva venduto la città a zingari, rom, centri antisociali, clandestini fannulloni mantenuti a sbafo dai milanesi. ORA SI CANDIDA UN'ALTRO FURBASTRO CHE HA VENDUTO LA CITTÀ AI CINESI.

Klotz1960

Lun, 08/02/2016 - 02:58

I Milanesi 5 anni fa hanno votato il milionario comunista Pisapia, che non poteva non fare schifo. Ora zitti.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 08/02/2016 - 06:37

L'IDIOZIA DEI SINISTRI MILANESI E' LA CONTINUAZIONE NEL VOTARE LO SCHIFO CHE C'E' A MILANO.

Cheyenne

Lun, 08/02/2016 - 08:22

Pisciapia ha finito di distruggere quel poco che rimaneva della grande milano degli anni '70 e '80, quando la "capitale morale" era davvero una città europea e non un sobborgo del cairo. Non contenti ci ritentano con questa orda di candidati incapaci e inaffidabili

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 08/02/2016 - 08:43

Pisapia ha massacrato quella che una volta era definita la classe operaia , oppure se preferite il popolo . - Aumento del 50% del biglietto ATM - Aumento del 80% in occasione della "mini IMU" delle tasse sulla casa equiparando l'aliquota delle case di ringhiera e popolari a quella delle case di via Montenapoleaone. Perfetto esempio di "equità" della Gauche chic milanese - Ignorando , ed è forse la cosa più grave il referendum votato dai milanesi sull'ESTENSIONE della zona ECOPASS . Pisapia invece ha fatto l'Area C che non diminuisce l'inquinamento e che tutela i ricchi che vivono in centro riversando traffico ed inquinamento in periferia , oltre ad avere ammazzato centinaia di attività commerciali all'interno della famigerato Area C , un gulag a tutti gli effetti. Il bello è che la candidata Balzani da perfetta sinistra, faceva finta di ignorare quanto sopra e diceva di voler ridurre l'inquinamento a Milano , patetica ....

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 08/02/2016 - 08:45

Pisapia ha vinto le scorse elezioni solo perchè molti di centro destra non sono andati a votare perchè stufi della Moratti. ça va sans dire che poi costoro si sono pentiti amaramente di non essere andati a votare. Sarà importante per la destra far capire agli elettori che si DEVE andare a votare se si vogliono evitare altri 5 anni di dittatura sinistra. Milano non se lo può permettere .

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 08/02/2016 - 09:06

Come possono chiamare "Partito Nazionale", un partito, che punisce i cittadini e copre le malefatte della delinquenza, lasciando le periferie nel degrado totale, con centinaia o migliaia di persone senza tetto e senza assistenza sociale ???