Mutua per animali, l'ex garante: «Mancano i fondi»

Mentre per Expo arriveranno gli animali più strani quali mascotte dei vari Paesi, a Milano il consigliere Gianluca Comazzi continua a battersi per il benessere dei nostri amici a quattrozampe, ritornando sull'annosa questione della mutua per animali. «Con questa Giunta la delibera sulla mutua è caduta nel vuoto. I fondi richiesti non sono stati mai stanziati. Come consigliere d'opposizione sottopongo il tema tutti i giorni, ma non viene raccolto». Comazzi prosegue l'annosa battaglia sulla necessità di una struttura pubblica a cui i cittadini non facoltosi possano rivolgersi per curare cani e gatti, una «cassa» indispensabile proprio per le persone che hanno poco denaro, come gli anziani soli ad esempio.

«L'ultima delibera che ho fatto approvare nello scorso mandato istituiva un fondo di 500 mila euro per realizzare la mutua. Era un fondo che serviva ad aiutare le persone, e sono molte, che non riescono a sostenere le spese veterinarie per i loro amici. A volte per affrontare operazioni da mille euro il proprietario rinuncia a far curare il cane o il gatto. Tra un anno mi auguro che i milanesi scelgano bene come votare e sarà un obiettivo da raggiungere per il bene di tutti».