Straniero prende a pugni poliziotto per rubargli la pistola

E’ successo a Milano, in Stazione Centrale. L’aggressore è stato arrestato dalla polizia

Un nigeriano di 29 anni è stato arrestato con l’accusa di aggressione a pubblico ufficiale. Ha colpito l’agente per cercare di sottrargli l’arma d’ordinanza. Arrestato dai colleghi della vittima. Il fatto, raccontato da MilanoToday, è avvenuto venerdì 24 maggio nella Stazione Centrale di Milano. Un uomo di 29 anni, nigeriano con regolare permesso di soggiorno nel nostro Paese, ha provato in ogni modo a varcare il gate di ingresso che porta ai binari.

Il luogo infatti è accessibile solo alle persone munite di regolare biglietto di viaggio, e il 29enne ne era sprovvisto. Da lì ne è nata una questione piuttosto accesa con il personale ferroviario volto al controllo dei titoli di viaggio. Tanto accesa da attirare l’attenzione di alcuni agenti in servizio in stazione. Secondo quanto riferito dalla Questura, i poliziotti si sarebbero avvicinati al gate per rendersi conto di cosa stesse accadendo. Quando l’uomo ha visto arrivare le forze dell’ordine la situazione è peggiorata.

La reazione del nigeriano è stata violenta, tanto da aggredire uno dei poliziotti, sferrandogli un pugno e cercando poi di rubargli la pistola di servizio. Fortunatamente gli agenti sono riusciti, seppur con grande difficoltà, a immobilizzare il 29enne e a mettergli le manette. L’uomo in seguito è stato trasferito in carcere con l’accusa di aggressione a pubblico ufficiale. Dovrà probabilmente rispondere di diverse capi di imputazione nei suoi confronti.

Commenti
Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Dom, 26/05/2019 - 14:52

L'autore del presente articolo, può tralasciare il condizionale, qui riportato "Dovrà probabilmente rispondere di diverse capi di imputazione nei suoi confronti" Lo stinco di santo è in possesso di regolare permesso di soggiorno (vergogna per coloro che lo hanno rilasciato) dunque può liberamente muoversi, su territorio martoriato italico, con qualsiasi mezzo gli aggrada. I poliziotti tutti, dovrebbero essere muniti di vademecum per tale argomento, fornito naturalmente dalle note toghe color porpora, evitando d'imbattersi così in tali disguidi

carlottacharlie

Dom, 26/05/2019 - 16:12

Ancora un nigeriano? ma non è uno di quelli di cui i rossi dicono siano brave persone? Non sapere fa sempre male alla salute. Questi che arrivano sui barconi o altri mezzi senza essere invitati, sono per il 96% criminali e carcerati, lo sono di già nel loro paese e tentano il salto di qualità qui da noi. Ecco perchè la feccia si spande a vista d'occhio, e siamo appena all'inizio.

titina

Dom, 26/05/2019 - 16:45

Tutta colpa di Di Maio: ha pensato a dare il reddito di cittadinanza e non la pistola di cittadinanza

maurizio50

Dom, 26/05/2019 - 17:01

Buoni tutti. E' un raccomandato di Don Francesco.il Parroco Argentino. Quindi gli hanno detto che in Italia può fare quel che vuole!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 26/05/2019 - 17:10

Chi lo ha fatto entrare?

corivorivo

Dom, 26/05/2019 - 17:43

nigeria: magnaccia & prostitute

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 26/05/2019 - 17:50

Ci vogliono dei Seven Seagan come poliziotti e come personale ferroviario.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 26/05/2019 - 17:50

Ci vogliono dei Seven Seagal come poliziotti e come personale ferroviario.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Dom, 26/05/2019 - 18:18

Si parlava giusto di ferrovie e via della seta...andate in una stazione ferroviaria cinese a fare così: della "risorsa" se ne perdono le tracce. I vigilantes là sono un corpo dall'impronta paramilitare, a partire dalle divisa, una tuta operativa di colore nero; la dotazione standard, in bella vista nei gabbiotti, comprende scudo in plexiglass, manganello (a volte pure quello elettrificato) e un bastone estensibile con punta a ipsilon, la cui larghezza è grossomodo quella di un petto di una persona. Poi, se necessario, arriva la polizia..

lappola

Dom, 26/05/2019 - 18:52

Auguriamoci che da domani gli si possa piazzare una pallottola in mezzo agli occhi senza essere processati.

Aristide56

Dom, 26/05/2019 - 19:05

voleva la pistola bisognava dargli le pallottole ma in pancia a questo criminale ,possibile che non ci si rende conto che questi sono estremamente pericolosi i nostri agenti non devono acettare di difendersi cosi' bonariamente se agrediti si deve sparare ci vogliono le telecamere portatili e poi se un idi@ta di magistrato raglia licenziamolo

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 26/05/2019 - 19:05

... qualche magistrato assolverà la bestia dicendo che voleva rubare la pistola "per legittima difesa", la stessa "legittima difesa" che hanno invocato per i clandestini dirottatori !!!!!

Aristide56

Dom, 26/05/2019 - 19:13

voleva la pistola ok cominciamo con le pallottole ma in pancia gli agenti devono avere in dotazione una terlecamera portatile e poi in questo caso sparare per fermare un violento criminale non si puo' accetare di correre il rischio che questi prenda il possesso dell'arma d'ordinanza .Se poi un compagno magistrato raglia a difesa del criminale licenziamolo

Algenor

Dom, 26/05/2019 - 20:32

Il fatto che i neri si comportino allo stesso modo, creando gli stessi problemi di criminalitá ed ordine pubblico, sia in Italia che in Francia, in UK, negli USA, ecc..., non porta i compagni immigrazionisti a riflettere e raggiungere una conclusione logica sul loro conto? No, vero?

manfredi13

Lun, 27/05/2019 - 06:02

Ma come si sono permessi di toccare un povero nigeriano che voleva solo viaggiare gratis , dopo aver appena messo le mani addosso a un poliziotto?Come si sono permessi di tradurlo in carcere contro la sua volontà?Speriamo intervengano subito i giudici e diano una buona lezione a questi poliziotti fascisti.