Nonna rom fa mendicare il nipote di sette anni: denunciata a Milano

Una donna e il suo compagno, entrambi romeni e di 43 anni, sono stati denunciati per maltrattamenti e utilizzo di minore per accattonaggio

Una donna e il suo compagno, entrambi romeni e di 43 anni, sono stati denunciati per maltrattamenti e utilizzo di minore per accattonaggio perché facevano mendicare un bimbo di 7 anni. La donna è poi risultata essere la nonna del bambino. È quanto riferisce il Comune di Milano in una nota.

Due agenti del Nucleo Tutela Trasporto Pubblico Locale, di pattuglia nella zona, avevano notato il bambino intento a chiedere l'elemosina e i due adulti che lo stavano accompagnando. Dopo aver osservato il comportamento dei tre, la pattuglia è entrata in azione. Nel frattempo gli agenti avevano allertato anche il Nucleo Tutela Donne e Minori, prontamente intervenuto sul posto. La donna ha esibito un foglio che sanciva l’affidamento del nipote, ma il documento è risultato scaduto.

Il Tribunale dei Minori ha quindi disposto il riaffido del bambino alla madre. Tutti i componenti del nucleo familiare vivono in abitazioni di fortuna nell'area di viale Cassala. "Dopo i risultati dell'operazione Ade con cui abbiamo sgominato una banda che aveva ridotto in schiavitù un centinaio di persone reclutate in Romania e portate a Milano per fare accattonaggio e furti proseguiamo il nostro impegno per evitare che i soggetti più fragili e i minori vengano usati nel racket dell'elemosina", ha commentato l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano Marco Granelli.

Commenti

chiara 2

Gio, 29/08/2013 - 23:12

Si, me li ricordo gli storpi agli angoli delle strade: senza acqua o morti di freddo. Ovviamente per la morale distorta e perversa dei comunisti, CHIUDERE GLI OCCHI di fronte a quello spettacolo veniva considerato progressista ed illuminato...MAH

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 30/08/2013 - 10:05

Ma come? è una questione di cultura e tradizioni!

angelomaria

Lun, 16/09/2013 - 13:56

spero solo no l'abbiano storpiato sai come lo storpio fa'pena e e ruba piu'in fretta prche non telo aspetti