Nuovi dehors e in autunno il "Mercato Centrale"

A marzo chiusi i lavori su piazza Luigi di Savoia. Moncler "riapre" i Magazzini Raccordati

Nel 2015 i Magazzini Raccordati hanno conquistato il primo posto tra i «luoghi del cuore» censiti dal Fai a Milano, il nono in Lombardia. I vecchi magazzini di via Ferrante Aperti sono stati tra i luoghi più affollati il Fuorisalone 2018. E in occasione della settimana della moda tornano sotto i riflettori: Moncler aprirà gli spazi per uno show a inviti il 20 febbraio e al grande pubblico il 24 (dalle 10 alle 18), con un allestimento speciale delle collezioni «Moncler Genius». Il marchio supporta così la riqualificazione di 15 spazi. «La moda si apre alla città» sottolinea il presidente della Camera della Moda italiana Carlo Capasa, l'assessore Cristina Tajani parla di una «maggiore democratizzazione» e il presidente e ceo di Moncler Remo Ruffini è «orgoglioso» che il marchio «partecipi alla riqualificazione di un'area urbana cosi significativa». Ma la presentazione dell'evento ieri ha offerto lo spunto per fissare le tappe del restyling dell'area Centrale. L'ad di Grandi Stazioni Alberto Baldan conferma che a marzo saranno completati i lavori della parte esterna della stazione affacciata su piazza Luigi di Savoia, con una promenade pedonale e verde fino al Binario 21 e i Magazzini Raccordati. Ci saranno nuovi dehors (atteso Starbucks) e il sindaco Beppe Sala conferma la volontà di creare un giardino aperto solo ai bambini (sul modello dei giardini di Villa Reale). «La sicurezza non si basa sulla pura militarizzazione - sostiene - ma il segreto è rendere vivi gli spazi. Chiederemo di portare lì i bimbi con fiducia». Sul lato opposto della stazione, sono partiti i lavori di recupero lungo piazza IV Novembre e per l'autunno sarà pronto il «Mercato Centrale», un grande mercato coperto con ristoranti e botteghe sul modello Roma Termini. Nei Magazzini spiega l'ad «si era pensato a retail ma non è la via giusta, vogliamo portare aziende produttive, showroom e eventi».

Il capogruppo di Forza Italia in Regione Gianluca Comazzi ribatte a Sala sulla questione militari: «In Centrale la situazione è critica: furti, risse, violenze e spaccio sono all'ordine del giorno. Non si risolvono con aiuole ma con la presenza capillare delle divise».

Commenti

Giorgio5819

Mer, 13/02/2019 - 17:35

Comazzi, suvvia, lo sanno tutti che i comunisti sono allergici alla polizia e ai carabinieri !...Odiano le forze dell'ordine in quanto tutori di legalità ...