Palazzo delle Scintille: lavori fermi da un anno

«Il Palazzo delle scintille diventerà un'arena per concerti, musical e cultura». Così annunciava il 16 aprile di un anno fa il vicesindaco Ada Lucia de Cesaris. Milano avrà uno spazio da 13mila posti, nell'ex padiglione 3 della Fiera, l'unico sopravvissuto alla trasformazione del vecchio quartiere espositivo in Citylife. I grattacieli però finanzieranno la rinascita della palazzina liberty di via Cassiodoro, visto che il costo dell'operazione - 20 milioni di euro - sarà coperto con gli oneri di urbanizzazione. Ma più di un anno fa il vicesindaco annunciava appuntò il primo step, l'aggiudicazione provvisoria della gestione del futuro palazzetto a TicketOne, la società leader nella vendita di biglietti per spettacoli e concerti. Ma da allora è ancora tutto fermo, bloccato dal ricorso al Tar del secondo classificato, Forumnet, società del gruppo Cabassi. Il presidente del Tar ha rigettato l'istanza di misura cautelare a fronte dell'impegno di Palazzo Marino a non adottare provvedimenti prima dell'udienza in Camera di Consiglio. La concessione dello spazio (e i lavori) quindi sono ancora congelati, la giunta ha votato nei giorni scorsi la resistenza in giudizio. La sentenza è attesa intorno a metà giugno e se l'assegnazione a TicketOne sarà confermata si potranno sbloccare le opere. Anche se la scadenza di trenta mesi annunciati a metà 2014 dalla De Cesaris per completare l'arena, sarà ormai da rivedere.

Secondo la tesi di Forumnet, la società che ha vinto la gara avrebbe dovuto essere esclusa, perchè non avrebbe «l'esperienza richiesta» e la sua offerta violerebbe le prescrizioni di gara, «prevedendo interventi anche sulle superfici esterne dell'immobile». Chiede, in via secondaria (se non le fosse assegnato di diritto il bando come prima degli esclusi) l'annullamento dell'intera procedura, sostenendo che la Commissione di gara avrebbe aperto in seduta privata le offerte tecniche e non avrebbe «adeguatamente motivato l'attribuzione dei punteggi tecnici». Tra poche settimane dunque, il responso finale. Nell'«arena» del Palazzo delle Scintille, solo cinquemila posti per gli eventi e i concerti saranno a sedere, gli altri 8mila in piedi. Nel progetto anche spazi di gioco per i bambini e un caffè letterario.