Pasqua d'arte: in ventimila a mostre e musei Passeggiate e pic nic, i parchi presi d'assalto

Centinaia di turisti in città. Milanesi divisi tra cinema, esibizioni e mercatini

Oltre 23mila i visitatori, tra milanesi e turisti, che hanno scelto di scoprire tesori d'arte e di storia esposti nelle civiche raccolte e apprezzare le grandi mostre allestite a Palazzo Reale. Tra le preferenze dei visitatori le collezioni di archeologia, armi e strumenti musicali del Castello Sforzesco con 5.412 presenze in tre giorni, da sabato a Pasquetta. Al secondo posto, con 2.136 visitatori, i capolavori pittorici e scultorei del Museo del Novecento. A seguire le attrazioni del Mudec il Museo delle Culture allestito all'ex Ansaldo in zona Tortona con 2.058 presenze, e i diorami e di dinosauri del Museo di Storia Naturale con 1.257 visitatori. Molto apprezzati, soprattutto dai più piccoli, al quarto posto, i colori dei pesci dell'Acquario civico che ha totalizzato 922 visitatori in questi tre giorni di ponte. Successo anche per il Museo archeologico, Palazzo Morando, il Museo del Risorgimento e la Galleria d'Arte Moderna che insieme contano oltre 1.300 presenze.

Lunghe file e attesa per le mostre proposte da Palazzo Reale, che hanno totalizzato 10mila biglietti tra sabato e Lunedì santo. In cima alla classifica con 5.391 spettatori «Monet e la Parigi Moderna» che racconta il percorso artistico del grande maestro (1832-1883) che, in poco più di vent'anni, ha realizzato 430 dipinti. Arrivano dalla prestigiosa collezione del Musée d'Orsay di Parigi un centinaio di opere, tra cui 55 dipinti di cui 17 capolavori di Manet e 40 altre splendide opere dei maestri coevi. Al secondo posto, con 4.934 visitatori, il maestro della street art «Keith Haring. About Art». Un'antologica che presenta 110 opere, molte di dimensioni monumentali, alcune inedite o mai esposte in Italia. Le opere dell'artista americano si affiancano a quelle di autori di epoche diverse cui Haring si è ispirato reinterprendoli con il suo stile unico e inconfondibile, in una sintesi narrativa di archetipi della tradizione classica, di arte tribale ed etnografica, di immaginario gotico o di cartoonism.

le centinaia di turisti stranieri che hanno scelto Milano per trascorrere le vacanze di Pasqua, complice anche il bel tempo, hanno scelto di andare alla scoperta dei gioielli milanesi: dalla cattedrale del Duomo che ha registrato il pienone e la Galleria, la Pinacoteca di Brera, il museo del teatro alla Scala, Sant'Ambrogio, la Galleria, il Cenacolo e la vigna di Leonardo, e il Castello sforzesco.

Chi è rimasto in città si è diviso tra pic nic e grigliate nei parchi, una passeggiate lungo i Navigli e la darsena che nelle giornate di bel tempo registra sempre il pienone. Come da tradizione gli amanti di fiori e piante hanno affollato il mercato di sant'Angelo di fronte alla chiesa e al convento dei frati minori. Boom di presenze anche all'idroscalo, alla Montagnetta, al parco di Trenno e delle cave. In migliaia hanno optato per la classica gita fuori porta.

MBr