Piano City, la carica dei virtuosi

Presentato il programma che dal 20 maggio produrrà 400 concerti

A dare il là (pardon, l'idea...) fu Ludovico Einaudi, di ritorno da Berlino. Dal 2012, l'anno della prima edizione, di acqua ne è passata sotto i ponti. Ormai la versione milanese di «Piano City» è divenuta uno dei must della stagione musical-culturale della metropoli lombarda. L'edizione 2016 si terrà tra il 20 e il 22 maggio e, come al solito, il pianoforte tornerà ad invadere Milano con una rete di concerti impressionante e con musiche di ogni tipo (classica, jazz, contemporanea, pop, rock e chi più ne ha più ne metta...). Ad aprire la tre giorni sarà, la sera del 20 maggio, il pianista Michael Nyman, con un live alla Gam, Galleria d'Arte Moderna, in cui presenterà una composizione originale pensata per Milano.

Sono oltre 400 i concerti in città in diverse location, dalle case private ai cortili delle case popolari gestite da MM Spa (ex Aler). Al «Piano Center» nel parco della Villa Reale, aperto per l'occasione, si esibiranno Evan Lurie, Stefano Bollani e Francesco Grillo in duo, Sasha Pushkin e Ji Liu. Ci saranno anche due maratone notturne, ospitate da due luoghi nuovi della cultura milanese, riqualificati e aperti di recente - Base, ex Ansaldo di via Bergognone; e al Santeria Social Club di viale Toscana -, che si concluderanno con due concerti all'alba, uno con vista sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II e l'altro nel parco Formentano di fronte alla Palazzina Liberty.

Altre curiosità? L'omaggio di Paolo Jannacci al padre con un concerto ai giardini pubblici di Santa Giulia, intitolati di recente proprio ad Enzo Jannacci e l'esibizione di Enrico Intra al 31esimo piano del grattacielo Pirelli, sede del Consiglio regionale. Se il MUBA - Museo dei Bambini alla Rotonda di via Besana si conferma il polo dedicato a piccoli musicisti e grandi compositori, offrendo concerti e laboratori musicali per i più piccoli che avranno per protagonista, tra gli altri, l'iraniano Ramin Bahrami, con un programma dedicato alle ninna nanne, anche in questa quinta edizione tornerà infine la musica in movimento per le vie della città, con il «Piano Boat» sui Navigli, «Piano Bici», «Piano tandem» e «Piano Tram»