Piazza Scala diventa giardino per la eco-moda

Migliaia di piante aromatiche. Domenica saranno consegnati gli Oscar della sostenibilità

Pamela Dell'Orto

Il giardino all'italiana di piazza Scala e la rinascita (temporanea) della Galleria Manzoni, le performance al Museo del Novecento e le mostre sotto le stelle. La settimana della moda, iniziata ieri con le sfilate di Gucci, Alberta Ferretti, Francesco Scognamiglio e molti altri (ci sono una decina di passerelle al giorno), ha cambiato faccia alle vie del centro. Questa è la prima fashion week dedicata alla sostenibilità, ecco allora che in piazza Scala sono spuntati 2.900 allori, 400 piante aromatiche, mille metri di prato verde, decine di melograni e centinaia di vasi di fiori. Il risultato? Un meraviglioso giardino allestito per gli Oscar della moda sostenibile, i «Green Carpet Fashion Awards» che saranno assegnati domenica al Piermarini. «Le piante e fiori? Saranno ripiantati nei giardini e nei parchi della città», assicura l'assessore Cristina Tajani. Poco lontano, ci s'imbatte nella mostra «en plein air» di Marie Claire allestita in via Spiga fino a martedì, con i ritratti d'autore in bianco e nero di Fabrizio Ferri. Poi si sbuca in Galleria Manzoni, che torna in vita grazie al negozio-bazaar temporaneo di La Double J, il brand di JJ Martin, ex giornalista di moda, designer e imprenditrice americana trapiantata a Milano da 16 anni. Uno spazio suggestivo con atmosfere vintage progettato da Dimore Studio, dove si possono acquistare gli abiti con le famose stampe realizzate con Mantero, e altre chicche come vassoi, tavolini, lampade, piatti.

Ecco che la moda torna a far scoprire luoghi dimenticati o nascosti di Milano. Come la «cascina nascosta» al Parco Sempione, dove stasera Alessandro Enriquez presenta la sua collezione con una grande cena placè con un concerto di Viola Valentino e ospiti come Arisa e Mariela Garriga. O il nuovo quartier generale di Gucci in via Mecenate, ex hangar trasformato in un raffinato polo di moda e cultura, dove ieri ha sfilato la nuova collezione di Alessandro Michele.

Dalla periferia, scelta da tante griffe come Byblos (ieri ha sfilato allo Spazio Antologico), al centro il passo è breve. Qui fra le sette installazioni di Milano XL, la moda spalanca (anche) le porte dei musei. La Fondazione Furla da stasera apre la Sala Fontana del Museo del Novecento, dove per tre giorni si può assistere (con ingresso libero alle 18 e 30 e alle 20) alle performance dell'artista-coreografa italoamericana Simone Forti.

A Palazzo Reale si può visitare la mostra sui 100 anni della Rinascente. E proprio lungo i vari piani della Rinascente, da stasera a domenica (dalle 18 alle 19 e nel weekend dalle 17 e 30) vanno in scena le mini sfilate di Dolce e Gabbana aperte a tutti. E fra presentazioni, passerelle e sorprese come quella di Weekend Max Mara che ieri ha lanciato la mini collezione di Micol Sabbadini ispirata al mar Egeo, a Milano sono arrivate tante star e top model. Da Adriana Lima a Milla Jovovich, da Haley Baldwin a Bar Rafaeli. Molte di loro stasera calcheranno il tappeto rosso di Amfar alla Permanente per il tradizionale gala benefico dove si esibirà Andrea Bocelli.