Poroshenko attacca: "È guerra vera con Mosca"

Il presidente ucraino ritiene che il conflitto sia contro la Russia e non contro i separatisti. Il Cremlino: "È in guerra contro i suoi stessi cittadini"

L'accordo di Minsk, è il caso di dirlo, non trova pace. Sulla carta le operazioni militari nei territori contesi tra Ucraina e ribelli filorussi dovrebbero essere sospese, nella realtà non è propriamente così. Il conflitto ucraino è ancora vivo, sebbene vi sia meno attenzione mediatica di qualche mese fa. Le Nazioni Unite hanno contato 6.000 morti dall'aprile del 2014.

Ma oggi le dichiarazioni di Petro Poroshenko rilasciate alla Bbc aprono un nuovo scenario, inquietante: "Posso essere assolutamente chiaro. Non è una lotta contro i separatisti appoggiati da Mosca, è una vera guerra con la Russia". Una esplicita dichiarazione di guerra, quando gli accordi di Minsk, voluti da Germania e Francia e accettati con poco entusiasmo dalle parti in causa, si tengono in piedi sul debole filo della diplomazia. L'ha ripetuto spesso anche Angela Merkel che la pace in Ucraina è troppo esile per dare la certezza che possa essere duratura. La paura, infatti, cresce con l'avvicinarsi dell'estate, quando le rivendicazioni dei separatisti del Donbass e dei territori del Lugansk potrebbero tornare a farsi sentire più forti, rinvigoriti dalla conquista dello snodo ferroviario di Debaltseve.

Quanto sta accadendo nelle ultime ore non lascia molto spazio ai dubbi: la guerra in Ucraina continuerà, con Mosca e Kiev intente a rinfacciarsi le rispettive responsabilità. Ma le parole del presidente ucraino potrebbero acuire ancor più lo scontro. "Il fatto che abbiamo catturato soldati delle forze speciali russe è una prova decisiva" che la Russia stia partecipando al conflitto, ha detto Poroshenko. Ma anche Mosca ritiene che dietro il governo nazionalista ucraino ci sia l'influenza straniera, ed è per questo che il ministro degli Esteri Sergiei Lavrov si è rivolto agli Usa (e non a Kiev) per far giungere la risposta del Cremlino: "Gli Stati Uniti - ha dichiarato Lavrov - partecipano da sempre agli affari ucraini, ma non sempre in modo costruttivo. Speriamo che alla luce dei risultati dei colloqui di Sochi, Washinton userà la sua influenza notevole sulle autorità di Kiev per trattenerle da nuove avventure militari. Gli Usa - ha concluso - inducano Kiev al rispetto degli accordi di Minsk". Per Poroshenko, invece, solo una battuta del portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov: "L'Ucraina non è in guerra con la Russia ma con i suoi stessi cittadini, i cittadini dell'Ucraina che vengono bombardati e muoiono".

Sempre in giornata si è svolto un altro botta e risposta tra i due Paesi. Il segretario del servizio nazionale di sicurezza Ucraino, Oleksandr Turchynov ha affermato che Kiev non esclude di avviare consultazioni sul dispiegamento di elementi di difesa missilistica sul suo territorio. "Se questo significa che l'Ucraina intende schierare missili Usa sul suo territorio, ovviamente questo può essere interpretato solo negativamente, in quanto rappresenterà una minaccia per la Federazione russa" ha dichiarato Peskov. Nel caso lo scenario si verificasse, ha aggiunto, Mosca dovrà "prendere adeguate misure di risposta per garantire la propria sicurezza".

Quello che ha detto oggi Kiev è ben più grave e diretto di quanto fatto in passato. Dichiarare una guerra in corso con Putin e aprire ai missili Usa nel proprio territorio è una sfida rischiosa alla diplomazia russa. "Penso che dobbiamo essere pronti", ha concluso Poroshenko. Pronti a riprendere il conflitto.

Gli accordi di Minsk sembrano sciogliersi con sole dell'estate.

Commenti

Alessandro10

Mer, 20/05/2015 - 17:24

Chi gli da la certezza che i suoi alleati intervengano ad aiutarlo? Forse i lettoni, i polacchi, gli u.s.a.?? L' esercito ucraino, imbottito di milizie paramilitari antisemite e estrema, quanti minuti crede di resistere? Se gli ucraini tirano un missile verso la Russia l' Europa si troverebbe invischiata in un pantano incredibile. Bisogna lasciarli andare al loro destino gli ucraini. Che ci pensino gli u.s.a. a districarsi dal pantano in cui han fatto entrare anche l' Europa.

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 20/05/2015 - 17:24

Poroshenko, il burattino dell'inetto e pericoloso Obama! Obama sta giocando in Ucraina una losca partita contro la Russia e in questo vuol tirare dentro tutta l'Europa. Ma ovviamente nessuno lo dice. Europei, lacchè di Obama!!

Alessandro10

Mer, 20/05/2015 - 17:26

Putin sa finché può tirare la corda, l' Europa naviga a vista, trainata come un somaro dagli U.S.A.

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 20/05/2015 - 17:27

Poroshenko il burattino di quell'Obama che vuol trascinare nel pantano dell'Ucraina l'Europa intera.

Libertà75

Mer, 20/05/2015 - 17:43

L'Italia del PD è vicino a Poroshenko e alle sue armate filonaziste... Certo che in Italia è vietata l'apologia al fascismo e sulla politica internazionale è ammesso il filonazismo? Comunque sia, non credo ci siano problemi per l'Europa. La Russia in 14 giorni è in grado di conquistare metà dell'Ukraina e sedersi al tavolo nuovamente senza dover negoziare la cessione di nessun territorio. Quando si ha la compiacenza della popolazione (come i francesi durante l'avanzata tedesca nel 1940) le guerre non durano molto... In sintesi, Obama fa il gioco di Putin, il quale potrà annettersi buona parte dell'Ukraina.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mer, 20/05/2015 - 18:00

smettetela di incensare un farabutto, bugiardo,imbroglione.Questa storia e' iniziata nel 2004 quando putin fece i primi piani di invasione dell'Ukraina. 1) putin e' sempre stato un dipendente statale, come ha fatto a diventare un super miliardario, con gli stipendi russi? Il fatto e' che in russia non c'e' il conflitto d'interesse al contrario, corruzione e clientelismo. 2) la propaganda russa funziona benissimo, hanno sempre vissuto di bugie e propaganda,e li funziona veramente, putin per restare al potere, ha puntato sul nazionalismo, quindi tutto accade per ambizioni personali,voi ammirando un prepotente, e' come se ammiraste tutti i passati e presenti dittatori.

lupo1963

Mer, 20/05/2015 - 18:01

Una bella incursione di carri armati e questo eroe in mimetica fa la fine del suo omologo georgiano.Basta con le politiche USA che creano ovunque situazioni di guerra e di instabilita'.

VittorioMar

Mer, 20/05/2015 - 18:13

Questo personaggio è pericoloso per tutti ,in particolare per l'Ucraina e l'Europa!!

vincenzo1956

Mer, 20/05/2015 - 18:33

caro marcello xx.E' bello leggere commenti infarciti di certezze.Innanzitutto il dipendente statale di cui parli era IL CAPO DEL kgb.Secondo punto:non sappiamo da quali fonti certe ricavi che sia miliardario.( se vuoi possiamo fare un elenco che non entra nella Treccani di politici nostrani miliardari).Terzo punto:vorrei ricordarti che in Ucraina si erano svolte elezioni giudicate regolari dagli osservatori internazionali.E che il presidente eletto e' stato cacciato con un colpo di stato;e che il nuovo governo ha pensato bene ( dando esca ai russi) di approvare leggi sulla lingua russa etc etc penalizzanti per i russofoni.E che anche in Italia ( Alto Adige) a seguiti degli attentati anni 70 si penso' bene di concedere un'autonomia ( quai indipendenza) all'alto adige di lingua tedesca ( o come loro si definiscono sud tirolo).Pace e bene fratello

ClaudioSaggini

Mer, 20/05/2015 - 18:37

Il vizio oscuro dell'occidente di pensare sempre alla guerra per fare politica con altri mezzi (Clausewitz) si è trasferito oltre oceano. Ma chi sono quelle teste di rapa che pensano di fare alla Russia il trattamento fatto alla Jgoslavia? Poi si dovrebbe fare la guerra alla Cina per spartirti le grandi risorse della Siberia. Quei poveri Ucraini non hanno capito nulla, senz'altro dovranno cedere anche la zona del Donbass. E in fondo per la "realtà effettuale" (Machiavelli) sarà senz'altro una giusta soluzione. ClaudioSaggini

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mer, 20/05/2015 - 19:09

marcelloxx - COMPAGNO MA SEI REDUCE DA UN CORSO ACCELERATO DAL FIGLIO SEGRETO DI WANNA MARCHI ...MATTEO DO-NASCIMIENTO ? AI SCRITTO UN MUCCHIO DI BALLE ...NON TI VERGOGNI ?

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 20/05/2015 - 19:12

Step successivo degli ordini impartiti da Obama. Dopo il colpo di stato a Kiev con la regia della Nuland, e dopo l'insediamento della 173a aerotrasportata per il conseguente addestramento del battaglione filonazista ucraino Azov volto alla pulizia etnica nel Dombass, ora bisogna alzare il tiro provocando la reazione russa. Anche attraverso le armi vendute dalla Ue al regime di Por(c)oschenko. Lo scenario è chiaro: scatenare la III guerra mondiale al fine di impedire l'asse Berlino Mosca. Essendo l'unica cosa temuta dalla Casa Bianca, ritenendo letame la Ue nel suo complesso. Più chiaro di così...

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 20/05/2015 - 19:56

IL sig. Poroshenko ( trad. dal dialetto ucraino Porcone e nome vero Waltzman ) con la complicità di Turchynov ( trad. dal dialetto ucraino Cadavere ) ha letteralmente perso la ragione. Non si rende conto che gli USA hanno un obbiettivo geostrategico fondamentale : generare caos ed entropia per avere il controllo dell' intero pianeta. Su suggerimento americano la Piccola Ucraina si è autoamputata territorialmente, si è annullata economicamente, si è macchiata di crimini contro l' umanità, ha esaltato la componente neo-nazista ben presente nel suo territorio. La stoltezza dei dirigenti ukraini sta portando ad una guerra nucleare.

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 20/05/2015 - 20:00

Sinora non s'era mai visto un agente della Cia diventare Presidente di un paese estero.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 20/05/2015 - 20:46

continua la propaganda antirussia dei farisei oligarchi internazionali attraverso il burattino poroshenko,ora visto fallito il tentativo di destabilizzare la Russia con strumenti di prressione economica ,intentano posizionare sul territorio ucraino di loro proprieta ,strumenti di offesa bellica per innervosire la Russia.Tentativo inutile perche a Putin gli fa un baffo visto che i suoi armamenti nucleari sono pronti a tutte le evenienze.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 20/05/2015 - 20:56

Ucraina insieme ai paesi baltici, polonia ,moldavia ,bulgaria ecct sono stati venduti alla farisocrazia oligarca internazionale,servono da deterrente contro la RUSSIA e la sua destabilizzazione, per poi spartirsela a esito raggiunto,personaggi come SOROS,SINGER,BILDENBERG ECTT SONO DA DECENNI GLI AUTORI DI RIVOLUZIONI COLORATE NEL MONDO,con il supporto di consenzienti dirigenti politici appartenenti all occidente DIRIGENZIALE INTERNAZIONALE ,incominciando da SARKOSI,CAMEROUN,HOLLANDE E TUTTI I MINORITARI CHE FUNGONO DA CATALIZZATORE.

Eraldusik

Mer, 20/05/2015 - 21:14

Demenziale e irresponsabile! Semplicemente ridicolo il cioccolataio nella sua bella tuta mimetica da finto soldatino. Fare la guerra alla Russia? Dobbiamo prepararci a sostenere armi in mano un governo NAZISTA SOSTENUTO DAI GOVERNI NAZISTI OCCIDENTALI SERVI E ZERBINI del BURATTINAIO USA? NO GRAZIE!!!!!

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 20/05/2015 - 22:10

smettero di commentare intanto quello che fa male alla confraternita non lo pubblicate

Klotz1960

Gio, 21/05/2015 - 00:16

Poroshenko e' proprio un tarato mentale

bret hart

Gio, 21/05/2015 - 00:19

evidentemente questo cioccolataio vuole morire putin se vuole in una settimana prende ucraina lituania lettonia georgia eccc

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Gio, 21/05/2015 - 02:44

Caro vincenzo 1956 gerchi di distinguere informazione da propaganda, la legge sulla lingua russa ( governo provvisorio turcinov) che e' stata un errore,e' durata solo tre giorni e subiti ritirata. La verita e' che la russia ha invaso l'ucraina ,che usa un sacco di propaganda per giustificare l'invasione fatta contro tutte le norme del diritto internazionale. Si chieda perche i governanti di tutto il mondo sono contro le posizioni e la prepotenza di putin, loro non hanno informazioni da giornalisti tendenziosi, o che vogliono scrivere un titolo senzazionale.la vera cattiva notizia e' che secondo osservatori internazionali,i russi stanno sfruttando la tregua per organizzarsi, ed aspettano il bel tempo per attaccare, si prevede per luglio/agosto una forte offensiva russa. questo il motivo delle parole di poroscenco .

Massimo Bocci

Gio, 21/05/2015 - 08:16

Questo non è che l'ennesimo burattino inutile idiota, della compagnia delle opere criminali della finanziaria dei padroni dell'abbronzato (il mercanti meticciati) che cercano di capitalizzare il massimo profitto dai loro crimini!!!! Destabilizzazioni,golpe,mercanzia di schiavi,sovrappopolazione e guerre tribali e religiose indotte e fomentate, per la distruzione Sistematica delle democrazie occidentali vere e autoctone, non contemplate nei loro piani criminali (non più popoli autodeterminata, ma solo comprati e auto diretti dai loro servi vedi zona Euro), e dato che il tempo stringe prima che gli Americani rispediscano a casa l'inetto a loro libro paga, vuogliono scatenare l'inferno anche in Europa come hanno fatto in medio oriente e nel mondo intero.

Libertà75

Gio, 21/05/2015 - 09:21

@marcello, certo certo... Putin è cattivo e va cacciato come Berlusconi a suo tempo... poi magari per scoprire che si stava meglio quando c'era uno a raccontare barzellette sulle donne... e poi c'è gente che pensa di sapere che viene qua ad insegnare che Putin è cattivo perché eletto democraticamente ma emula i dittatori, mentre Poroschenko sostenuto dai filonazisti e instaurato grazie ad un golpe e ad elezioni fatte in un momento di crisi nazionale è buono e santo... a volte basterebbe non mettersi il prosciutto sugli occhi, a volte!