Pubblico triplicato nei musei gratuiti Un record di presenze all'Arengario

Durante la settimana del design, il popolo del Salone ha affollato non solo la Fiera e i quartieri della città «occupati» dal Fuorisalone, ma anche i musei civici milanesi, aperti gratuitamente grazie alla collaborazione tra il Comune e il Cosmit. Mentre nei sette giorni precedenti si erano registrate 26 mila presenze, durante la settimana del 52° Salone Internazionale del Mobile, che si conclude oggi, gli accessi sono più che triplicati superando le 84mila presenze. Il record d'affluenza spetta al Museo del Novecento con 35.044 visite di cui oltre 14 mila nelle sole giornate di sabato 13 e domenica 14. Rispetto alla settimana precedente gli ingressi qui sono più che quintuplicati dato che erano stati 6.766. Gli altri due musei più visitati sono stati il Castello Sforzesco e quello di Storia naturale rispettivamente con 17 mila e 11 mila presenze. L'incremento per loro è stato del 115% rispetto alla settimana dal 31 marzo al 6 aprile. Affluenza altissima anche all'Acquario civico (7.404 presenze), al Museo archeologico (4.261 presenze) e alla Galleria d'arte moderna (3.778 presenze). Nella settimana appena trascorsa, in questi tre musei, sono entrate complessivamente quasi 10 mila persone in più rispetto a quella precedente.
Boom di visitatori anche a Palazzo Morando con 2.499 rispetto ai 330 dei sette giorni precedenti e al Museo del Risorgimento dove si è passati da 332 ingressi a 1.403.