Quando l'opera va in scena negli ostelli

Un autunno ricco di "pillole di lirica itineranti", con tante piacevoli soste negli ostelli di Milano

Si parte con un aperitivo e la Traviata. Si prosegue con un ricco calendario di appuntamenti, otto in tutto, in cui si coniugano buona musica e convivialità, con una cena o un aperitivo. Stiamo parlando di UrbanOpera, rassegna di lirica diffusa nella rete di ostelli cittadini milanesi. L'iniziativa è nata dall’idea della compagnia FuoriOpera di Andrea Gottfried (direttore artistico) in collaborazione con FollowMI Around e la rete degli ostelli milanesi. Alcuni giovani imprenditori hanno avuto l'idea di aprire nuovi spazi da dedicare alla ricettività turistica, concepiti come moderni centri di aggregazione sociale, trasformando il concetto dell’ostello come semplice luogo di ospitalità per giovani viaggiatori senza troppe pretese (e pochi soldi in tasca) a luogo per la sosta, con occasioni di incontro e scambio culturale.

Gli ostelli diventano, così, uno stimolante crocevia tra la cultura milanese e italiana e la comunità dei viaggiatori. A tutti gli ospiti (sia i viaggiatori ospiti negli ostelli, sia a quelli che trovano nelle strutture ricettive occasioni di aggregazione) viene proposta una stagione lirica (a ingresso gratuito) con un carnet di titoli dei più importanti compositori, abbinata alla possibilità, per chi lo desidera, di cenare o fare un aperitivo.

Come sono gli spettacoli? Formato ultra ridotto (in pillole), sono una rivisitazione dell’opera lirica con arrangiamenti musicali ad hoc, tagli ai libretti in grado di mantenere viva la freschezza della narrazione, strumentisti di qualità, bravi cantanti, scenografie ridotte al minimo.

Crediamo possa essere molto stimolante una serata di questo tipo, immergendosi nelle romanze che parlano dell’uomo e delle sue emozioni eterne, la rabbia e il dolore, l’amore e il tradimento. Da un lato consente il recupero di una tradizione culturale importante, dall’altro diventa dirompente come esperienza, in un contesto giovanile, con tanti stranieri e fuori dai tradizionali luoghi in cui l'opera ha la sua casa abituale.

Il programma degli appuntamenti


Martedì 29 ottobre (Ostello Bello Grande – via Roberto Lepetit)
ore 19 Aperitivo, ore 21 La Traviata

Sabato 2 novembre (Babila Hostel – via Conservatorio)
ore 20 Cavalleria rusticana, ore 21 Cena

Martedì 13 novembre (Gogol’Ostello – via Chieti)
ore 19 Aperitivo, ore 21 Elisir d’amore

Sabato 16 novembre (OstelZZZ – via Giorgio Jan)
ore 19 Aperitivo, ore 21 Pillole d’opera (La Bohème e L’Amico Fritz)

Martedì 19 novembre (Ostello Bello Grande – via Roberto Lepetit)
ore 19 Aperitivo, ore 21 Cavalleria Rusticana

Sabato 23 novembre (Babila Hostel – via Conservatorio)
ore 20 Elisir d’amore, ore 21 Cena

Mercoledì 27 novembre (Gogol’Ostello – via Chieti)
ore 19 Aperitivo, ore 21 La Traviata

Domenica 1 dicembre (Ostello Bello – via Medici)
ore 13 brunch Pillola d’opera con La Bohème, ore 14 brunch Pillola d’opera con L’Amico Fritz.

Gli spettacoli sono gratuiti, per cene e aperitivi è necessaria la prenotazione.