Questione di pelle, ovvero la rivoluzione della «cosmeceutica»

Luca Ferretti: alla cosmetica tradizionale si aggiungono effetti simili a quelli dei farmaci

Viviana Persiani

Dopo aver conosciuto da vicino il mondo del beauty, grazie al padre Rossano - hairstylist di saloni luxury e anche firma conosciuta di una linea di prodotti haircare - Luca Ferretti, molto attento all'evoluzione dei gusti, ha elaborato la linea di prodotti naturali e biologici «Amimanera» per la bellezza e per la cura del corpo. Sì, perché le esigenze mutano e la clientela si aspetta risposte adeguate.

«Oggi, le persone sono molto attente e preparate - spiega Luca Ferretti - Hanno maturato una sensibilità rispetto a ciò che mangiano, ma anche a quello che utilizzano sulla loro pelle. I clienti non cercano una crema qualunque; ecco perché i laboratori Amimanera, partner di ricerca e di sviluppo, formulano e sviluppano prodotti cosmetici all'avanguardia scientifica e tecnologica, nel rispetto di standard di sicurezza e qualitativi».

Oggi, infatti, il termine cosmetica è stato quasi soppiantato da cosmeceutica: racchiude tutti quei prodotti della cosmetica che, però, apportano benefici simili a quelli dei farmaci. E Luca Ferretti, con lungimiranza, ha colto questa evoluzione che sta accantonando il prodotto tradizionale a favore di uno elaborato che offra benefici dal punto di vista estetico e allo stesso tempo, grazie ai suoi ingredienti selezionati e ricercati, risulti «curativo» e senza effetti collaterali.

Non a caso, sono prodotti che non richiedono l'approvazione dell'Aifa: «Sono orgoglioso della mia linea - aggiunge Ferretti - perché, oltre a ingredienti naturali e biologici, utilizziamo acqua depurata alla temperatura di 90°, fornita da un'azienda nostra partner che utilizza un metodo esclusivo per rendere l'acqua microbiologicamente pura. Esistono solo due aziende in Europa che producono questo tipo di acqua: una lavora per noi».

Un aspetto interessante, importante per la stabilizzazione degli ingredienti contenuti nei prodotti che conservano, così, l'integrità: «È vero. Al di là del fatto che le materie prime che impieghiamo sono già stabilizzate, utilizzando un'acqua purissima non rischiamo di contaminarle». Estratto di echinacea, olio di albicocca e acido ialuronico a 3 pesi molecolari (attivo, quindi, in superficie con un effetto filler, ma capace di penetrare negli strati del derma), ad esempio, sono le materie prime utilizzate per produrre «Imerage», una crema dalla texture leggera che non unge, ideale come base per il trucco. L'olio d'oliva, con il suo contenuto di vitamina E e A, è uno degli ingredienti chiave che aiuta a stimolare la rigenerazione e la riparazione dei tessuti. Per la notte, invece, «Calinage» dall'effetto tonificante, è un concentrato di burro di Karitè, olio di avocado, olio di Argan che, in sinergia con l'estratto naturale di Centella asiatica, idrata intensamente la pelle donandole elasticità. Il Coenzima Q10, inoltre, stimola la neoformazione di collagene per una pelle dall'aspetto più giovane.

«Tra i miei must - continua Ferretti - prediligo, ad esempio, l'olio essenziale di lavanda del Monte Bianco; oltre alle proprietà rinfrescanti, è ricco di flavonoidi dall'azione antiossidante e, importante, aiuta a contrastare i radicali liberi responsabili dell'invecchiamento cutaneo. Senza trascurare che ha un effetto levigante sulla pelle che appare distesa, più tonica e luminosa, offrendo un incarnato omogeneo e radioso. È un ingrediente adatto a tutti i tipi di pelle grazie al suo potere lenitivo e riequilibrante e, inoltre, conferisce al prodotto un aroma fresco e delicato. Non a caso - conclude Ferretti - i prodotti Amimanera vengono consigliati da dermatologi e da medici estetici: grazie al loro effetto decongestionante, sono l'ideale per le pelli sensibili e anche con dermatite atopica».