Renzi e Pistoletto La moda milanese tra politica e arte

Il premier al cocktail che apre la settimana del fashion Chiude un evento sulla sostenibilità, ospite lo scultore

Pamela Dell'OrtoApre il pranzo con Renzi, chiude il cocktail con Pistoletto. Fra i due eventi clou della settimana della moda, vanno in scena 182 collezioni femminili per il prossimo autunno inverno: 73 sfilate, 90 presentazioni e una miriade di eventi. Era dal 2009 che una settimana della moda non contava tanti appuntamenti. A dare il via ufficiale, domani, il pranzo placè alla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale con il premier Matteo Renzi e la moglie Agnese, fra i padroni di casa l'assessore con delega alla moda Cristina Tajani, fra i 170 ospiti la maggior parte degli stilisti italiani. Il pranzo sarà incastrato fra la sfilata di Simonetta Ravizza e quella di Gucci, i primi big ad aprire la settimana che si chiude lunedì 29 con un grande evento dedicato alla sostenibilità, super ospite l'artista Michelangelo Pistoletto.Torna dunque l'arte, e non solo con Pistoletto, con molte location d'eccezione, come la Pinacoteca di Brera (dove giovedì sfila Giada), e molte mostre come quella sul Simbolismo a Palazzo Reale. Tornano anche i giovani e i nomi nuovi, che si trovano un po' ovunque: in sfilate, presentazioni ed eventi come quelli di Vogue Talents, anche se molti sono concentrati (come accadeva qualche stagione fa) nell'ultimo giorno dopo Giorgio Armani (che sabato presta il suo teatro al brand giapponese «Ujoh»), e molti di loro espongono al fashion hub all'interno dell'Unicredit Pavillon, in piazza Gae Aulenti, dove Camera Moda riapre il suo quartier generale. Tornano le sfilate ai piedi dei grattacieli di Porta Nuova, ma anche a Palazzo Reale e nei tanti palazzi storici, come quelli di Corso Venezia. E torna Piazza Duomo, la piazza più democratica di Milano, dove domenica ci sarà la sfilata dello stilista Yohanix, organizzata da «White» e aperta a tutti i cittadini, con le modelle che camminano su un red carpet fra la gente. E dove oggi si prevede una gran folla per il cacciatore di look Scott Schuman, il «papà» dei fashion blogger. Tornano le top model e gli ospiti italiani e internazionali: da Chris Brown che sabato si esibirà live per la sfilata e il party di Philipp Plein fino ad Adriano Giannini e Natasha Stefanenko, domani ospiti di Alviero Martini Prima Classe alla sala reale della Stazione Centrale. Tornano i party, le inaugurazioni di boutique, i cocktail. E la moda torna a stupire con eventi in nuove location super scenografiche, come Baxter Cinema (l'ex President) adottato da Herno, e sfilate con modelle d'eccezione come quella di Chicca Lualdi con l'assessore Tajani in passerella. E poi ci sono le new entry: Diesel Black Gold, che debutta alla dogana di via Valtellina (con una sfilata e un party stellare), Gianluca Capannolo, Rossignol, Rossella Jardini, ex direttore creativo di Moschino e Pedro Lourenco, nuovo stilista di La Perla. Tutti i defilè andranno in streaming su milanomodadonna.it e si potranno vedere in diretta sui maxischermi di via Croce Rossa e piazza Gae Aulenti.Ma non ci sono solo le sfilate nella settimana del fashion. Nel weekend tornano anche i saloni dedicati alla moda di ricerca: White in zona Tortona, Super a Fieramilanocity, per non parlare di Mido che detta le tendenze in fatto di occhiali. E gli alberghi ricominciano a riempirsi: la Camera di Commercio di Milano prevede infatti ricevi per oltre 8 milioni di euro a Milano e provincia: un milione e mezzo di euro in più rispetto a una normale settimana di febbraio.