Ritmi caraibici a Milano la fiesta è ricominciata

Dopo l'addio del «Latinoamericando» due nuove rassegne a Malpensa e Assago

La stagione calda porta anche l'atmosfera della vacanza, la voglia di divertimento, di balli latini, di pelle abbronzata e cocktail ghiacciati. Un tempo tutto ciò era sinonimo di Latinoamericando, il festival che per un ventennio aveva caratterizzato l'estate milanese, una sorta di gemellaggio tra Milano e l'America Latina. Poi, dopo la morte del fondatore Juan Josè Fabiani, una lenta decadenza con il crollo degli sponsor e del pubblico. Fino all'inevitabile addio l'estate scorsa. Ma gli aficionados del Latinoamerica non si arrendono ed ecco sorgere, nell'estate di Expo, epigoni della storica rassegna. Dal 13 agosto (fino al 29 settembre) partirà Milano Latin Festival, ancora nell'area esterna del Forum Assago, con un programma di musica, dj set, gastronomia e animazione. Su 20.000 mq ci saranno artigianato locale, ristorazione, cultura dei vari Paesi con mostre, film, conferenze, presentazioni di libri e area concerti. Il trend è ripreso? Presto per dirlo. Anche se il sogno latino è da queste parti tenuto ben vivo da testimonial sensuali come Belen Rodriguez. Intanto a giugno era già partita un'altra rassegna in salsa caraibica nell'area di Malpensa Fiere; parliamo della prima edizione di International e Latin Fiexpo, un villaggio del divertimento con tutto il meglio dell'America Latina, musica, ballo, gastronomia, artigianato e folklore (fine a fine agosto).

«La voglia latina tornerà» è convinto Lucio Filisdeo, proprietario del ristorante brasiliano Oficina do Sabor di via Agnesi, per anni re della caipirinha al Latinoamericando. «La chiusura del festival di Assago ha lasciato tutti orfani di un meraviglioso evento, ma spero in una ripresa dopo Expo. Vent'anni fa andava di moda il Brasile, poi Cuba e Santo Domingo con i balli caraibici, adesso è gettonato il Reggaeton, genere musicale molto diffuso tra i giovani latini; è rimasto inalterato, invece, l'amore per i cocktail più famosi, come Mojito e Caipirinha». La tendenza Brasile è viva e vegeta per i costumi da bagno, conferma Andrea del negozio La Factory: «Le brasiliane amano il lurex, che evidenzia la pelle ambrata, vogliono mettersi in mostra, ma ci sono anche le signore che preferiscono un look piu' minimalista e bon ton. Tra le nostre clienti c'è anche la bellissima Ana Laura Ribas, che ha indossato un nostro beach wear di paillettes. In generale latine amano molto le firme, anche rivisitate sulle t-shirt, o i reggiseni push-up modello conchiglia che evidenziano il decollete e le ciabattine infradito». Altra moda latina resta quella delle «extension» per capelli: «L'ultima tendenza sono quelle mosse, colorate, o con riflessi di vario tipo e chiedono prodotti per rendere morbidi i loro capelli ricci e spesso un po' crespi, per regalare capigliature dalla texture morbida, lucida e con un elegante movimento» dice Carlos di Hair Fashion. Insomma, al di là delle mode, il «latin» attira sempre, sinonimo di allegria, sensualità, musica e buona comida.