Tra Rodeo e «superbowl» Milano è a stelle e strisce

Comincia oggi il festival americano per il 4 luglio Celebrazioni anche ad Expo con il ministro Usa

Non vedete quell'indice puntato? Lo Zio Sam vi attende al Vigorelli, e vuole proprio voi! Per tre giorni, da oggi a domenica, l'Independence day attraversa l'oceano e sbarca nel cuore di Milano.

Tranquilli, non dobbiamo aspettarci invasioni aliene o gigantesche astronavi nel cielo della città, ma una grande festa della comunità Usa a Milano che si ritrova al glorioso impianto di via Arona per celebrare quel lontano 4 luglio di 239 anni fa quando iniziò la cavalcata verso la libertà delle famose Tredici colonie.

Organizzato da Easy Milano, quindicinale della comunità anglofona milanese, il J4 Milan American Festival rientra nel palinsesto Expo in città: un weekend di autentico american taste riempirà l'ex velodromo, che oggi è soprattutto uno stadio di football, con divertimenti, cibi e sport rigorosamente a stelle e strisce, per un appuntamento che non guarda solo alle diverse migliaia di «expats», cittadini americani che per studio, lavoro o altro vivono temporaneamente a Milano, ma anche ai molti appassionati nostrani di cultura americana.

Il programma è fittissimo: si parte stamattina, dalle 10, con gli stand gastronomici dove fino a sera è possibile gustare originali hamburger e leccarsi i polpastrelli con le ribs, tradizionali costine al forno texane. Sempre fino alle 22, sarà allestito un photo corner in collaborazione con l'Istituto italiano di Fotografia, e per i più coraggiosi ci sarà la possibilità di cavalcare il toro meccanico per provare l'ebbrezza di un vero rodeo.

Ma è alle 17 che si entra nel vivo, con la cerimonia di apertura: la soprano Gabriella Rodriguez Macfarland canta temi tradizionali americani accompagnata dai musicisti dell'Orchestra Verdi, che in questi giorni, fino a lunedì, celebra l'indipendenza americana con musiche di Gershwin, Bernstein e una tappa dedicata della rassegna Around the world (6 luglio).

Si replica alle 20,45 con gli inni americano e italiano, mentre alle 21 comincia il grande sport, con il calcio d'inizio del «Nine bowl» fra Chiefs Ravenna e Veterans Grosseto. Domani, per tutto il giorno esposizione di auto d'epoca americane e Harley Davidson. Alle 12 di nuovo football, con il «Rose Bowl Italia» fra Oneteam Verona/Milano e Neptunes Bologna. Alle 19,30 arriva Joe Bastianich per ricevere lo Stars & Stripes Award, premio assegnato agli «ambasciatori» della cultura Usa in Italia. Alle 21 momento clou: la finale del XXXV Superbowl italiano, fra Seamen Milano e Panthers Parma, unico evento a pagamento (21,25 euro).

Alle 22.30, prima della premiazione, Dj set Virgin radio.

Domenica prosegue l'esposizione di «vintage cars», e dalle 10 alle 15 sono previste attività legate al football: prove di tiri con gli allenatori e cheerleadering practice. Si chiude in serata, dalle 18, con la finale Lenaf fra Hogs Reggio Emilia e Blacks Rivoli. Fra le attrazioni di quest'anno, una riproduzione alta 4 metri e mezzo della Statua della Libertà realizzata in materiali riciclati dagli studenti della International school of Europe.

Il 4 luglio verrà festeggiato anche ad Expo: una delegazione presidenziale designata dal presidente Obama celebrerà presso il padiglione Usa la festa nazionale. Lo rende noto la Casa Bianca. A guidare la delegazione sarà il ministro per l'agricoltura, Thomas Vilsack, e vi faranno parte tra gli altri l' ambasciatore americano in Italia Phillips, la deputata Betty McCollum e il commissario generale per il padiglione Usa all'Expo Douglas T. Hickey.