San Raffaele e Ieo tra gli ospedali migliori d'Italia

Chi vuole essere sicuro di trovarsi nella struttura sanitaria più indicata per operare un tumore ai polmoni (o per un altro tipo di cancro), deve sicuramente venire a Milano perché l'Istituto europeo di oncologia ha svolto 420 interventi in un anno e 352 sono quelli realizzati all'Istituto nazionale dei tumori. Agenas - l'agenzia sanitaria delle Regioni italiane - ha messo online l'edizione 2016 del Pne, ovvero Programma nazionale esiti. È uno strumento che, attraverso una serie di indicatori, rende conto della qualità dell'attività sanitaria.

Così non solo veniamo a sapere che il nord primeggia e il sud insegue (non certo purtroppo una novità) ma che la Lombardia è la regione più virtuosa in questo senso, seguita da Friuli, Valle d'Aosta e Alto Adige.

L'istituto Galeazzi, ad esempio, è il primo ospedale in Italia per le fratture di femore operate nelle prime 48 ore con il 97% degli interventi; mentre l'ospedale San Raffaele non ha rivali per un intervento chirurgico di bypass. Chi non vuole invece incappare in un cesareo non necessario fa bene a rivolgersi all'ospedale di Carate Brianza. Per l'Oms, infatti, il limite massimo di cesarei è del 15% sul totale dei parti. Quelli in più che vengono fatti sono interventi inutili. In Italia la media era quasi del 30% nel 2010 e l'anno scorso è scesa al 25%.

Una delle novità del Pne 2016 è la valutazione che viene fatta delle aziende ospedaliere. In pratica vengono messi insieme tutti gli indicatori per capire come funzionano gli ospedali dove lavorano fianco a fianco medici ospedalieri e universitari. La valutazione su 7 aree cliniche serve a decidere se una struttura deve andare in piano di qualificazione perché ha troppi risultati negativi. «Nel 2015, a livello nazionale, le strutture che raggiungono livelli di qualità alti o molto alti sono il 14,7% del totale. Se gli stessi criteri fossero stati applicati nel 2010 sarebbero state il 9%. Il maggior numero di strutture ospedaliere con livelli di qualità molto alti si trovano naturalmente in Lombardia.

RC