Sanità, ora il medico dovrà pubblicare il curriculum on line

La richiesta arriva dal Consiglio regionale, che chiede maggior trasparenza soprattutto ai pediatri

A breve sarà più facile scegliere il pediatra per il proprio figlio. E i genitori sapranno orientarsi meglio, senza limitarsi a rivolgersi a un medico piuttosto che a un altro solo perché ha lo studio vicino a casa. Il Consiglio regionale lombardo chiede che siano pubblicati on line i curriculum vitae dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta lombardi. La richiesta è formulata in un'istanza contenuta in una mozione approvata dall'assemblea lombarda e sembra destinata a rivoluzionare i criteri di scelta del medico di base. Alla giunta si chiede di creare una rete informatica online che renda pubblica la consultazione dei curricula. Prima firmataria della mozione: Maria Teresa Baldini, del gruppo Maroni Presidente e medico di professione: «È indispensabile - spiega - che nel rapporto medico-paziente, oggi in crisi, si instauri una relazione umana fatta di fiducia e stima reciproca che costituiscono il presupposto indispensabile per l'atto diagnostico e terapeutico. A tal fine occorre mettere il cittadino nelle condizioni di effettuare una scelta consapevole del medico di base o del pediatra di famiglia fondata sulla conoscenza di elementi curriculari quali la competenza, la preparazione professionale, la specializzazione e la formazione e non su elementi di pura casualità o opinioni riportate da altri».