Scooter multati, fuga bipartisan tra i consiglieri

Quando tocca a loro, s'infuriano. Multe ai consiglieri comunali durante la seduta d'aula, 39 euro di sanzione per gli scooter parcheggiati fuori dagli stalli in via Case Rotte, dietro palazzo Marino. A lanciare l'allarme ai colleghi centauri riuniti ieri pomeriggio in assemblea è stato Carlo Masseroli del Pdl. É uscito di corsa dall'aula per provare a evitare la sanzione. Troppo tardi. Oltre che al capogruppo pidiellino, i vigili non hanno fatto «sconti anche al collega di partito Matteo Forte e Filippo Barberis, consigliere del Pd. Sfortuna bipartisan.
Ha evitato la multa invece Mirko Mazzali, di Sel. É arrivato in via Case Rotte in coincidenza con l'arrivo dei ghisa e si è defilato: «Ho parcheggiato altrove», spiega. Ma senza avvisare i colleghi, che evidentemente non hanno preso bene la mancanza di solidarietà: «Sono il presidente della commissione Sicurezza, non potevo...».
Sulla vicenda, Carlo Masseroli è intervenuto persino inconsiglio comunale, nella fase degli interventi liberi, chiedendo al sindaco Giuliano Pisapia di «provvedere a raddoppiare i posti per parcheggiare le moto. Non sono sufficienti». Il capogruppo del Pdl ne approfitta per rinvangare che «i mezzi pubblici si bloccano» dopo l'infilata di sei incidenti o guasti in quindici giorni, le auto «devono pagare il pedaggio in centro con Area C». Ora, «se non si mettono nemmeno gli stalli per le moto andremo tutti felicemente in bici». Così «Milano finirà per diventare un grande velodromo, e siccome di questo passo non ci sarà più lavoro, gireremo tutti in bici chiedendoci perchè».
Ma ai microfoni del consiglio comunale (e al sindaco) assicura che non darà cattivo esempio, nessuno sciopero della multa. Seppure mal volentieri, «pagherò la multa di 39 euro, come gli altri colleghi sanzionati». Ma da ieri, c'è da giurarci, gli scooteristi milanesi che protestano da anni della carenza di posti moto dove parcheggiare regolarmente (specialmente in centro) possono contare su un gruppetto di paladini delle due ruote a motore. Molto, molto agguerriti.