Lo scooter si avvia con l'app: pronti 150 motorini a noleggio

I mezzi in affitto costano 35 centesimi al minuto A bordo caschi di due misure e cuffiette igieniche

Costerà 0,35 centesimi al minuto, sarà dotato di due caschi. Ed avrà pure la cuffietta monouso per proteggere i capelli. Ecco la flotta dei nuovi scooter a noleggio. L'iniziativa è firmata Enjoy (gruppo Eni) ed è stata realizzata in partnership con Piaggio e Trenitalia. A Milano stanno per arrivare 150 scooterini a tre ruote, tarati su una velocità massima di 90 chilometri all'ora.

«L'uso dei mezzi pubblici sempre di più sta diventando un'abitudine dei milanesi. Era uno dei nostri obiettivi e ce l'abbiamo fatta. Speriamo si diffonda sempre di più», ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. «Milano si conferma la città in cui le cose accadono prima» ha detto l'assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran. Per guidare gli MP3 Enjoy bisognerà aver compiuto 21 anni, avere patente italiana di categoria A e B, oppure patenti estere riconosciute dal servizio. I nuovi utenti si possono registrare tramite app o sul sito enjoy.eni.com, mentre a chi è già iscritto basterà aggiornare il profilo. La tariffa degli MP3, che hanno libero accesso all'Area C, è pari poco più di 20 euro in un'ora. Gli scooter potranno essere lasciati, al termine dell'utilizzo, in qualsiasi parcheggio consentito all'interno dell'area di copertura.

Il servizio, insomma, ha parecchi punti in comune con il bike sharing e si preannuncia una rivoluzione positiva per i milanesi, soprattutto per chi deve percorrere lunghe distanze e, magari, raggiungere Idroscalo o aeroporto. Anche se al momento, come per le auto, a Linate non è possibile completare le operazioni di noleggio.

«Per Milano - aggiunge il sindaco - i vantaggi sono diversi: una mobilità più dolce, una mobilità più veloce, capacità di inquinare di meno utilizzando un mezzo che non solo è bello ma è comodo ed è più veloce per strada e da parcheggiare. Già Milano è prima in Italia e tra le prime in Europa a livello di bike e car sharing. Con gli scooter, è prima in assoluto».

Ieri gli staff Enjoy hanno cominciato ad installare i primi parcheggi in città e nei prossimi giorni sarà facile cominciare a vedere in giro i nuovi motorini. A bordo ci sono due caschi, di misure diverse per cercare di rispondere a tutti i tipi di esigenze. Di volta in volta l'interno dei caschi verrà igienizzato con prodotti specifici. Ad ogni modo, sotto la sella, ci saranno anche della cuffiette monouso, idrorepellenti e traspiranti per proteggere i capelli.

Trenitalia e Vodafone sono i brand che accompagneranno i clienti in sella, offrendo ai nuovi iscritti al servizio un «welcome voucher» rispettivamente di 15 e 10 euro.

I mezzi saranno coperti da assicurazione ma attenzione: potranno parcheggiare unicamente sulle strisce bianche e nei parcheggi Enjoy. Non potranno invece essere lasciati né sulle strisce blu né su quelle gialle riservate ai residenti. In caso di incidente, sarà possibile ricostruire la dinamica di sorpassi o scontri grazie a due telecamere montate, una davanti e una dietro, sullo scooter. Ci sarà poi un team che si occuperà della manutenzione dei mezzi, per controllare freni, batteria motore e garantire sicurezza.

Funziona così: una volta raggiunto lo scooter prenotato, si accede all'app e si sblocca il veicolo. Sarà possibile quindi aprire la sella, dove si trovano il computer di bordo e la chiave di avviamento che servirà anche ad aprire il bauletto con i caschi. Le sospensioni si sbloccheranno automaticamente aprendo il gas. Il rifornimento sarà a carico del service team, come già accade per le auto Enjoy.