Scoppia una tubatura e crolla la palazzina Morta una pensionata

La vittima, travolta dalle macerie, aveva 80 anni Da martedì i residenti segnalavano l'odore di gas

È in fin di vita il ciclista 26enne investito da un'auto ieri mattina mentre pedalava in piazzale Loreto, all'altezza dell'angolo con corso Buenos Aires.

Si tratta di un punto della città governato da un semaforo ma tendenzialmente sempre trafficatissimo.

L'incidente è avvenuto attorno alle 11.20, il giovane è finito contro il parabrezza di una Mercedes classe A. Un colpo violento alla testa. Quando è arrivata l'ambulanza, chiamata dalla donna di 56 anni che era al volante della vettura coinvolta nello scontro, il ragazzo era ancora cosciente, ma date le sue condizioni è stato indotto in coma farmacologico per essere intubato. È stato subito trasportato in codice rosso all'ospedale Fatebenefratelli, dove si trovava ancora nella serata di ieri, in coma e in condizioni gravissime.

In piazzale Loreto poi sono arrivati anche i vigili urbani per deviare la circolazione del traffico e gli agenti di polizia per i rilievi nel punto dell'incidente. Per gli accertamenti sulla dinamica esatta dell'impatto torneranno utili anche le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza posizionate non lontano da quel punto.

Quello dei ciclisti investiti è un nervo scoperto a Milano. Resta nella memoria di tutti la storia di Giacomo Scalmani, il ragazzino di soli 12 anni rimasto schiacciato da un tram in zona Solari nel novembre del 2011 (il tranviere è stato condannato a un anno e sei mesi per omicidio colposo nel luglio scorso). Ma se quello fu l'incidente che, per la tenera età del ragazzino, fece più scalpore, la casistica è ampia anche in tempi più recenti: a marzo scorso una donna di 64 anni, sempre in sella alla sua bici, è stata uccisa da un camion non lontano da piazzale Loreto, in viale Gran Sasso. Il conducente non si era accorto di lei e l'ha trascinata per vari metri.

Succede in centro città ma anche nelle periferie: nel luglio scorso è toccata a un 14enne investito a Cuggiono, ad agosto a un 65enne che percorreva la strada provinciale 12 all'altezza di Inveruno, a settembre a una pensionata 80enne a Sedriano, morta meno di un'ora dopo l'impatto, a 150 metri dalla casa dove abitava. La mattina del 29 ottobre scorso, meno di un mese fa, un uomo di 56 anni è stato investito da un'auto in via Console Marcello, a Villapizzone.