Le scritte "rosse" diventano "fasciste"

La Rozza censura le minacce comuniste a Quarto Oggiaro, ma sbaglia indirizzo

Anarchici, antagonisti, autonomi, o magari comunisti. Sì, comunisti. Le parole ci sono, bisogna solo volerle usare. Così si potrebbero chiamare le frange della sinistra che girano intorno ai centri sociali, gli estremisti che non accettano il gioco democratico e il verdetto delle urne, i «bravi ragazzi» che non rispettano le istituzioni e spesso neanche le regole del vivere civile. Loro stessi si autodefiniscono facendo appello alle categorie della sinistra. Sono quelli che occupano abusivamente gli spazi pubblici, quelli che imbrattano la città con scritte stupide prendendo a pretesto i cortei per la scuola o per chissà cos'altro. Sono quelli capaci di andare a minacciare sotto casa un presidente di Municipio «colpevole» di averli sgomberati restituendo alle associazioni sportive del quartiere uno dei pochi campi sportivi della Zona. Appartengono a quell'area gli imbrattatori delle sedi politiche, e i demolitori dei gazebo di Fdi - ieri perfino Casa Pound ha denunciato minacce a un gazebo di Inzago - e probabilmente anche coloro che ieri a Quarto Oggiaro hanno vandalizzato con bombolette spray scuole e negozi, pensiline Atm e cortili di case popolari appena ristrutturati, parrocchie e facciate dei condomìni, come denunciato dal presidente del Consiglio municipale 8 Fabio Galesi. Il sindaco ha parlato di una «azione contro il bene comune, intollerabile e insensata». Il segretario del Pd Pietro Bussolati di «scritte violente e slogan anarchici che rievocano un passato fatto di odio e contrapposizione». L'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, peraltro ben provvista di pragmatismo e onestà intellettuale, parla invece di una «bieca azione fascista».

Non c'è bisogno di avere inclinazioni nostalgiche - che peraltro sono più rare di quel che si dice - per ravvisare in questa definizione una buona dose di ipocrisia politica, pari a quella del Pd che pochi giorni fa ha definito «di matrice fascista» gli slogan antisemiti risuonati nel corso di un corteo pro Palestina in cui sventolavano - invece - delle belle bandiere rosse. Lo stesso riflesso era stato denunciato dopo le devastazioni del maggio 2015, quando l'allora capogruppo di Sel, Mirko Mazzali, dovette avvertire che parlare di «fascisti» equivaleva a rimuovere il problema. Un po' come faceva l'assessore, un altro, che bollava i davastatori come «teppisti fasci», rimuovendo - appunto - il problema degli antidemocratici, dei violenti, dei teppisti, ma di sinistra.

Il centrodestra ha ovviamente attaccato, facendo leva sul doppiopesismo altrui. «Ci voleva la denuncia di un esponente Pd perché il sindaco Sala si rendesse conto della pericolosità dei centri sociali» ha detto il capogruppo Fi Gianluca Comazzi, mentre il vice Alessandro De Chirico ha attribuito questo «clima politico» che si respira a Milano a «chi oggi amministra la città». Riccardo De Corato ha sottolineato che «il sindaco parla genericamente di vandali e l'assessore addirittura di fascisti». «Non sono capaci di ammettere che a deturpare la città sono i centri sociali, ci mancherebbe». E intanto va in Consiglio un ordine del giorno - blindato - per chiedere un «certificato antifascista» a chi chiede spazi e patrocini. Mentre sarebbero esenti da questa gravosa incombenza ideologica i centri sociali alleati del racket dell'abusivismo o i fanatici artefici dei vergognosi slogan antisemiti in piazza Cavour.

Commenti

epc

Gio, 11/01/2018 - 09:00

Ha ragione invece: sono I FASCISTI ROSSI!!!! Sono loro il vero ed unico perciolo fascista che c'è oggi in Italia: le squadracce dei centri sociali, i vandali anarchici, i picchiatori black block e tutte le altre categorie di FASCISTI ROSSI!!!!!

Ritratto di onollov35

onollov35

Gio, 11/01/2018 - 09:23

Non si può tacere! Cari Comunistelli da quattro soldi, con il vostro comportamento insensato, state aiutando veramente l'incremento dell'odio, sopratutto nei riguardi di chi la pensa diversamente da voi.

alby118

Gio, 11/01/2018 - 09:29

Saprei che farne di questi mentecatti fannulloni.

Giorgio Colomba

Gio, 11/01/2018 - 09:33

L'assessore è Rozza di nome e di morfologia grammaticale.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 11/01/2018 - 09:58

invitano i giovani a non andare a lavorare fuori. Invece dico, lasciate l'Italia fino all'ultimo lavoratore, il più lontano dall'Europa, poi vediamo di cosa sapranno fare per sopravvivere, questi nullafacenti senza la pappa pronta. Vogliono pure il reddito di cittadinanza o di dignità. Un pedata nel di dietro, ci vuole solo a voi vandali parassiti e violenti. "Fasci morti", ecco bravi, ce ne andiamo e fate finta che siamo morti per voi.

Paolo Perticaroli

Gio, 11/01/2018 - 10:57

Nulla di nuovo sotto il sole. Ricordo ancora come fosse oggi che,secondo il cronista del TG3, in Piazza Tienanmen i ragazzi urlavano "bastardi fascisti" ai soldati schierati per reprimere nel sangue la sollevazione. Naturalmente la conoscenza del mandarino è prerequisito imprescindibile per l'assunzione in quella testata e nonostante la mia incredulità non potei far altro che inchinarmi di fronte a quella perla di verità. Le dichiarazioni riportate nell'articolo sono il chiaro indice di una coerenza che il tempo non scalfisce. Chapeau.

Ritratto di Antero

Antero

Gio, 11/01/2018 - 11:07

NOI ce ne freghiamo di loro !

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 11/01/2018 - 11:10

Se fascismo (iniziale minuscola) deve essere inteso come prevaricazione, violenza, assolutismo, nessun riguardo per leggi ed istituzioni, non c'é alcun dubbio che i centri (a)sociali vestiti di rosso siano la conferma che comportamenti "fascisti" possono essere di qualsiasi coloritura politica. Certo, che sentire tale critiche da chi milita in un partito da sempre affine, alleato più o meno dichiarato, co-religionario nel concetto di azioni di qualsiasi violenza contro il nemico, stucca non solo il palato ma anche lo stomaco.

DRAGONI

Gio, 11/01/2018 - 12:18

SONO IN PIENA CONFUSIONE MENTALE!!CONFUSIONE CHE AUMENTERA' ALL'AVVICINARSI DELLA DATA DELLE IMMINENENTI ELEZIONI POLITICHE!!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 11/01/2018 - 12:21

---il giornalista non ha vocabolari in casa---perchè se li avesse---andrebbe a ricercare i significati semantici della parola fascismo---che non è solo il movimento costituitosi in partito nel 1921 e trasformatosi in regime--ma ha anche altre accezioni--soprattutto quella che recita:" fascismo uguale qualsiasi concezione della vita politica e dei rapporti umani e sociali basata sull'uso indiscriminato della forza e della sopraffazione"---amen

ziobeppe1951

Gio, 11/01/2018 - 12:56

E bravo elpirla..ci hai appena confermato che di fascismo rosso si tratta

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 11/01/2018 - 13:02

più comunisti morti, pareggiamo i conti, almeno.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 11/01/2018 - 13:08

@Elkid - guarda invece il significato della parola comunismo, non quello letterale, ma quell odi fatto, d iquanto hanno combinato esttamente in 100 anni. Sono cose talmente gravi, anche nei numeri, che, in misura di barbarie, ridicolizzano tutti gli altri.

Una-mattina-mi-...

Gio, 11/01/2018 - 13:13

IN PRATICA NELLA DEFINIZIONE DATA DA ELKID DI FASCISMO NON SI SALVA NESSUNO...

Paolo Perticaroli

Gio, 11/01/2018 - 13:17

elkid 12:21--Di grazia,potresti fornirmi l'origine semantica dei termini comunista/comunismo? Sai, io li ho sempre utilizzati come sinonimi di feccia dell'umanità o comunque sottoprodotti dello sperma, e sinceramente non vorrei averne fatto sin qui un uso improprio. Come dice il proverbio, chi domanda non fa errore e ti chiedo lumi al riguardo. Grazie 600mila. Paolo

bremen600

Gio, 11/01/2018 - 14:22

la vera dittatura comunista è il periodo che stiamo vivendo oggi,mascherata da democrazia..!!

Marcello.508

Gio, 11/01/2018 - 14:51

elkid - Alla valutazione negativa afferente le libertà personali e di pensiero (fuor di dubbio), c'è una valutazione positiva del fascismo in campo economico/giudiziario dove ottenne discreto successo. Anche il termine populismo ha un significato originario del tutto accettabile, tendente cioè a esaltare il ruolo e i valori delle classi popolari (lo ha perfino confermato Travaglio) e un altro, dispregiativo, ovvero un atteggiamento demagogico volto ad assecondare le aspettative del popolo indipendentemente da ogni valutazione del loro contenuto, della loro opportunità. Naturalmente per lei prevale il secondo. Chi sono i santi in Italia secondo lei:Dx o Pd, LeU, M5S? Io dico che non ce ne sono. Non ha ancora smesso di giocare a rimpiattino?

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 11/01/2018 - 15:07

---noto con disappunto che manca a molti italioti lo zingarelli in casa ---sennò non chiederebbero a me il significato di comunismo--

giovanni951

Gio, 11/01/2018 - 15:49

questi son solo idioti

lento

Gio, 11/01/2018 - 16:53

Finche' comunisti e ebrei hanno paura del ritorno del Fascismo Lui Vive.

bremen600

Gio, 11/01/2018 - 18:12

Certo che continuare ad usare il termine italiota in senso dispregiativo da un vero democratico di sinistra come elkid è veramente imbarazzante,in quanto si evince un reale disprezzo per altri popoli....

bremen600

Gio, 11/01/2018 - 18:22

Per elkid : lei usa il termine ITALIOTA in senso dispregiativo.non è un vero democratico di sinistra e dato che è dotato dello zingarelli,se lo studi!!

Marcello.508

Gio, 11/01/2018 - 22:40

bremen600 - Elkid è un ragazzotto impulsivo, bisogna comprenderlo .. ahahahaha ..