Si inizierà a scavare da lunedì 19

«Mettiamo la quarta. Milano più veloce per tutti». Parte lunedì la campagna di comunicazione su M4, la nuova linea metropolitana. Manifesti di vari formati saranno visibili fino al 25 gennaio nelle metropolitane, lungo le pensiline dei mezzi di superficie e in tutti i circuiti bikeMi.

Dopo le polemiche dei giorni scorsi da parte dei comitati cittadini della parte est e ovest della tratta, ecco arrivare la risposta del Comune. I comitati, infatti, lamentavano l'assoluta mancanza di comunicazione da parte dell'amministrazione sui cantieri imminenti, a fronte della comparsa delle prime recinzioni in alcune zone della città. «Il Comitato M4 non è affatto contrario alla realizzazione della linea 4 - ribadiva ieri il comitato dell'asse Foppa Solari - ma si propone di adoperarsi presso le autorità per ricevere quelle dettagliate informazioni che non sono mai state offerte ai residenti della zona e che sono necessarie per comprendere cosa succederà».

«La campagna di affissioni fa parte di un capillare piano di comunicazione mirato a informare i cittadini sui lavori di M4, che prenderanno il via, ad eccezione di quelli nelle aree all'interno della Cerchia dei Bastioni, il 19 gennaio» spiegano dall'assessorato ai Lavori pubblici di Palazzo Marino. Da giovedì, contestualmente all'apertura di ciascun cantiere, verranno distribuiti materiali illustrativi nei condomini, nei negozi e nei punti di incontro delle zone interessate dai lavori, il cui impatto nei primi mesi sarà limitato.

Intanto lunedì e martedì sono previsti gli incontri nei quartieri (lunedì, ore 18 in via Cicognara angolo via Goldoni e martedì ore 21, all'Opera San Francesco di via Kramer) ai quali saranno presenti, oltre all'assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran, i tecnici del Comune e i rappresentanti di MM, Amat e M4 Spa. Gli incontri proseguiranno per tutta la durata dai cantieri: «Si aprono i cantieri per una linea che a regime trasporterà 86 milioni l'anno – spiega l'assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran -. Contemporaneamente continuiamo ad incontrare e ad ascoltare i cittadini per cercare di diminuire l'impatto dei cantieri sia per quanto riguarda la viabilità, sia per le attività commerciali».

Il filo diretto continua anche online. Da lunedì sarà consultabile il sito di M4 (www.metro4milano.it), dove saranno disponibili, cantiere per cantiere, i layout, i rendering dei progetti e lo stato di avanzamento dei lavori. Il sito sarà aggiornato e integrato quotidianamente e in modo progressivo. Dal 18 gennaio invece saranno operativi anche gli account sui social network (Facebook e Twitter) e una mail dedicata - info@metro4milano.it - alla quale i cittadini potranno inoltrare richieste.

Venendo nel dettaglio ai lavori, l'impatto nei primi mesi sarà molto limitato: le aree saranno recintate con semplici griglie per le verifiche su eventuali presenze di ordigni bellici e con l'eventuale spostamento dei sottoservizi (acqua, luce, fognatura). Solo in un secondo momento verranno poste le cesate definitive. Lunedì 19 gennaio partiranno i cantieri per le stazioni Tricolore, Dateo, Susa e Argonne, dal 1 febbraio toccherà al tratto ovest con l'apertura dei lavori per le stazioni San Cristoforo, Segneri, Gelsomini, Frattini, Tolstoj, Washington Bolivar, Foppa e Parco Solari.