Sparisce la M4 da Linate e «spunta» la monorotaia

Il presidente della Provincia Guido Podestà è stato sibillino. Oggi presenterà «una proposta di collegamento diretto tra l'aeroporto di Linate e Rho» dove l'anno prossimo si svolgerò Expo. Ieri durante il sopralluogo al cantiere di Cascina Merlata con il ministro Maurizio Lupi ha rimarcato che «è molto grave che non si riesca a realizzare la parte prevista della M4». Il Comune ha già confermato in Regione che sarà impossibile collegare Linate e lo scalo Fs Forlanini (dove con il passante si arriverà al sito) in tempo, a breve presenterà un piano b fatto per trasportare con bus e navette i visitatori in arrivo allo scalo milanese. «Per questo motivo - ha spiegato - la Provincia, insieme ai Comuni di Segrate e Peschiera Borromeo, ha elaborato la proposta di un sistema di trasporto veloce che si puà realizzare in un anno e può supplire a questa mancanza, consentendo il collegamento da Linate a Rho e verso tra le due città del sud milanese» e dunque l'Idroscalo, che ospiterà importanti competizioni nel 2015. Si parla di una monorotaia, fino al collegamento con il passante. «Speriamo anche in un coinvolgimento del Comune di Milano» ha sottolineato.
Ieri intanto il tema Linate è tornato ad accendere lo scontro tra Regione e Linate. Un botta e risposta a distanza tra il governatore e il ministro delle Infrastrutture Lupi sul futuro degli aeroporti lombardi nel giorno in cui è arrivata l'attesa lettera di Etihad ad Alitalia, la compagnia araba ha formalizzato l'interesse ad entrare nel capitale del vettore nazionale. «Expo non ha mai chiesto agevolazioni per Linate. Quindi mi aspetto che non ci sia una penalizzazione di Malpensa per favorire una compagnia aerea (Ethiad, ndr)», così Maroni è intervenuto in merito al decreto per la liberalizzazione di Linate allo studio del ministro. Il governo, la replica di Lupi, «ritiene che Malpensa sia un aeroporto strategico per l'Italia. Se si vuole chiudere Linate si dica che si chiude Linate. Io sono perché Linate rimanga aperta, tanto per essere chiaro. Basta piagnistei».