Quella strana città da leggere nei libri dedicati alla sua storia

Un calendario di incontri con giornalisti e scrittori

Elena Gaiardoni

Milano città da leggere. Procede il ciclo di conoscenza intorno a Milano, la sua storia e la sua terra, della casa editrice Meravigli. Queste edizioni esclusivamente meneghine coinvolgono i loro autori in presentazioni che sono espressione dell'amore tra i cittadini e l'ambiente stratificato di vite e narrazioni spesso sconosciute.

«La Vipera e il Diavolo», che ha avuto un seguito in «Maledetta Serpe», continua il suo tour. L'autore, Luigi Barnaba Frigoli, sarà alla biblioteca Sant'Ambrogio giovedì 26 gennaio alle 18 insieme al «Club degli incorreggibili lettori», perché proprio incorreggibile è la Meravigli nel fare di Milano una città da sfogliare, ma anche da viaggiare. Una successo di migliaia di copie fa di questo romanzo storico un volume che va oltre la specifica storica che racconta: lo scontro fra Bernabò Visconti e il nipote Gian Galeazzo Visconti nella seconda metà del Trecento. Ai partecipanti verrà donato l'almanacco milanese portafortuna 2017.

Sempre giovedì 26 gennaio alla Cavallerizza, Fabio Conti presenta il nuovo volume «Lago Gerundo. Tra storia e leggenda», un viaggio verso il lago Gerundo, mitico bacino di racconti fantastici, tra i quali Tarantasio, il drago che è nella memoria più antica dei milanesi.

Lunedì 30 gennaio alle 16.30 al nuovo Polo Mozart, in corso di porta Vigentina 15, Claudio Colombo presenta «Milano in breve. 14 anni di storia della città in 500 notizie del Corriere della Sera». Vivace anche la «scampagnata letteraria» che la Meravigli propone fuori città con l'incontro a palazzo Trivulzio a Melzo (ore 20.45) condotto dal giornalista e scrittore Giancarlo Mele, autore della «Martesana e Adda. Tra storia e leggenda». Il racconto penetra nelle tradizioni del territorio grazie a personaggi che l'hanno trasformato in un luogo leggendario. Alla fine di tutte le presentazioni verrà dato in dono sempre l'Almanacco, pubblicazione che fa parte della tradizione della casa editrice, che organizza anche visite guidate. Due sono previste domenica 29 gennaio. La prima alle 10.30 si svolge all'interno del Castello Sforzesco dove si andranno a studiare «Gli Arazzi Trivulzio: un calendario di storie e racconti». La seconda invece è alle 15.30 a San Lorenzo Maggiore, che fu luogo di untori torturati, streghe messe al rogo, ritrovo di trasporto di strane merci, come si può leggere in «Milano magica e stregata» di Franco Fava.