Tassisti furibondi: Pisapia sponsorizza il convegno con UberLa denuncia delle auto bianche

Difendono a spada tratta i tassisti Riccardo De Corato e Carlo Fidanza, rispettivamente capogruppo in Regione ed eurodeputato e candidato alle elezioni Europee.
«Ecco le due facce del Comune Arancione: da una parte dice ai tassisti che combatterà le irregolarità di Uber e dall'altra patrocina la “Wired Next Fest 2014” tra venerdì e domenica in cui uno spazio è dedicato proprio alla multinazionale che sta facendo concorrenza sleale alle auto bianche. Oltre al danno la beffa: non solo il Comune non aiuta i tassisti, ma li prende pure in giro facendo l'esatto contrario di quello che dice».
«La categoria ha indetto scioperi, organizzato manifestazioni, chiesto colloqui: non sa più che altro fare per farsi ascoltare da un'amministrazione sorda ai diritti legittimi dei lavoratori onesti che rispettano le regole».
«Chiediamo al Comune che tolga il patrocinio alla “Wired Next Fest 2014“ oppure che chieda che Uber venga eliminata dai partecipanti» concludono Riccardo De Corato e Carlo Fidanza.
Venerdì scorso la rivolta dei tassisti contro Uber si era trasformata in un corteo improvvisato partito dalla stazione Centrale: oltre trecento auto bianche si sono messe in coda, a passo d'uomo, per protesta. E il traffico è andato in tilt per ore in tutto il centro.