Torna da oggi l'incubo Area C: entrare in centro costa 5 euro

Primo giorno di pedaggio dopo la sospensione dei giudici. Ai 43 varchi cinquanta pattuglie di vigili: si rischia il caos

Varco dell'Area C

«C risiamo». Altro che lo slogan-beffa del Comune che da giorni annunciava ai milanesi che «C sono buone nuove». Questa mattina si riaccendono le telecamere di Area C dopo - e nonostante - la sospensiva del Consiglio di Stato scattata lo scorso 26 giugno. E per cittadini e lavoratori in arrivo dall'hinterland ricomincia la vita da pendolari stipati in metrò o con lo sguardo al cielo ogni mattina per vedere se è tempo da bicicletta. Per chi non può fare a meno dell'auto, vuol dire di nuovo la tassa da 5 euro al giorno (25 a settimana) per entrare in centro. Palazzo Marino insiste a dire che è un provvedimento gradito, anche se i dati sventolati sull'aumento di ingressi nella ztl a telecamere spente nell'ultima settimana dimostrano piuttosto che i milanesi ne farebbero volentieri a meno. Lunedì scorso sono stati registrati 117.656 accessi, martedì 124.634, mercoledì il picco di 129.606, giovedì 125.768 e venerdì 123.663. In pratica, una media di 124.265 ingressi che supera solo del 3% quella di un anno fa, quando era a regime Ecopass (124.265 auto in centro nella stessa settimana), ma rappresenta il 30% in più rispetto alla media degli ingressi nei primi sei mesi della congestion charge. «Proseguiamo per essere una città esempio, meno trafficata e nervosa».

Dunque, si ricomincia. Poiché si tratta di un nuovo battesimo dopo quello dello scorso gennaio, e si rischia il caos ai confini della ztl, il Comune schiera oggi cinquanta pattuglie dei vigili da due uomini ciascuna, saranno presenti ad ogni varco di Area C e altre pattuglie mobili gireranno secondo le esigenze a risolvere via via le emergenze traffico. I residenti possono continuare ad usufruire i pass gratuiti non ancora utilizzati nei primi sei mesi o attivare i tagliandi scontati riservati a lor del valore di 2 euro. Anche i veicoli di servizio (ad esempio per il carico-scarico merci) potranno continuare a scegliere tra l'opzione di tagliando a 5 euro con 2 ore di sosta su strisce blu o a 3 euro per il solo ingresso ad Area C. Continuano a circolare gratis moto e motorini, veicoli elettrici ibridi, a metano, Gpl, bifuel, veicoli per il trasporto disabili o che si devono recare - è una novità - al pronto soccorso di ospedali che hanno sede in centro. Scatta da oggi anche il divieto di accesso per i veicoli di lunghezza superiore ai 7,5 metri (fino a giugno il limite era 7 metri). Tra le novità: orario ridotto il giovedì sera (le telecamere si spegneranno alle 18), la tariffa nelle autorimesse convenzionate all'interno di Area C. Nei silos chi parcheggia l'auto per non meno di 4 ore consecutive il costo è di 10 euro e può attivare un ticket da 3 euro. Le ore successive inoltre costeranno 2 euro come sulle strisce blu. Confermati i vecchi metodi di pagamento, mentre non sarà più possibile attivare nuovi Rid bancari: continuerà a ricevere come prima l'addebito diretto su conto corrente solo chi aveva già attivato questo metodo di pagamento e chi ne ha fatto richiesta entro il 14 settembre.

Con il ritorno di Area C scatta il potenziamento dei mezzi Atm: potranno reggere circa 75mila passeggeri in più sia in superficie che in metrò, dove sono previste circa 32 corse in più al giorno su tutta la rete e l'orario di punta si «allunga» dalle 9 alle 10 del mattino. Circa 252 corse in più sulle linee di superficie.

Commenti
Ritratto di kywest

kywest

Lun, 17/09/2012 - 09:03

Provvedimento classista fatto per i ricchi (meglio se radical) che se ne possono fregare dei 5€ e per far cassa. Una bella sfoltita alle utilitarie coreane dei morti di fame. Approvo incondizionatamente ;)

m.m.f

Lun, 17/09/2012 - 09:10

deve essere proprio nella m................la città di Milano per arrivare a far pagare 5 euro per entrare in macchina....... che sia diventata una città di immigrati e una città di studenti lo si vede da tempo ......ma arrivare a questi punti...........in effetti milanesi e con giusta ragione se ne vedono sempre meno......

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Lun, 17/09/2012 - 13:43

@m.m.f. in termini di inquinamento è tutta la pianura padana ad essere nel guano.. non so dove vivi tu ma da qualche parte si doveva pur cominciare. milano ha moltissime volta indicato la strada e gli altri (anche tu) con i tempi necessari , l'hanno capita, seguita e attenzione, imitata!

e.engelmann

Lun, 17/09/2012 - 21:56

Per quelli che ancora in qualche modo fanno l' associazione Area C - inquinamento, ricordo che ormai e' stato dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che fra le due cose non esiste nessun rapporto. La cosa e' dimostrata qui, sulla base dei dati pubblici dell' ARPA, gli unici riconosciuti a livello ufficiale: http://www.sos-traffico-milano.it/ArticoliDettagliArticolo.aspx?ID=38