Tre orti botanici della Lombardia da fotografare per Wikipedia

La Terra è una biblioteca verde. Fiori, odori e coltri erbose dell'estate sono pagine scritte ogni anno per la prima volta dalla fantasia del mondo, dalla luce del sole e dall'energia della luna, dell'Universo. Insieme agli animali, anche le piante saranno le protagoniste di questa stagione. L'orto botanico di Bergamo «Lorenzo Rota», il parco di villa Carlotta a Tramezzina (Como) e l'orto dell'Università di Pavia sono entrati nel concorso fotografico «Wiki Loves Monuments», promosso da Wikimedia Italia per porre sugli scaffali dell'enciclopedia Wikipedia i racconti della natura.

Nel 2013 il concorso ha coinvolto sei continenti e cinquanta paesi, e ora anche la Lombardia entra in una mappa arborea tutta da leggere e da aprire, albero dopo albero, cespuglio dopo cespuglio, foglia dopo foglia. Dall'1 al 30 settembre tutti possono recarsi nei tre orti lombardi per scattare foto, che poi si potranno caricare su Wikimedia Commons collegandosi con www.wikilovesmonuments.it. Le immagini vanno a corredare l'archivio fotografico dell'enciclopedia libera online più celebre del mondo.

A novembre saranno premiati i primi dieci classificati. «Per la nostra associazione è un importante capitolo di divulgazione botanica e ambientale» commenta Patrizia Berera, responsabile eventi della rete degli orti botanici della Lombardia. Un albero è un angelo remoto, un cespuglio una rete di vita senza confini, una corolla il mondo di avvenimenti così giganti che un insetto vi si perde. Lo scatto improvviso su queste meraviglie può svelare segreti che ancora non possiamo visitare. Salviamo gli animali e le piante che ci sono vicine per aiutarci a respirare in modo immacolato.