Turconi non ce la fa, Pd ok al primo turno

Nessuna svolta di governo ad Arese. Salvo sorprese dell'ultima ora, la coalizione di centrosinistra strappa la vittoria al primo turno volando oltre il 60 per cento dei voti. E il sindaco uscente del Pd Michela Palestra viene riconfermata senza bisogno del ballottaggio.

Eppure la coalizione del centrodestra unito, con Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia e guidata da Vittorio Turconi, pareva trainata dal Carroccio. Si ferma poco sopra il 20 per cento. La campagna elettorale di Turconi si era concentrata sul nodo sicurezza. Nelle prospettive per la città con quasi 20mila abitanti c'erano più telecamere e maggiore presidio del territorio da parte delle forze dell'ordine. Non sfondano neppure i grillini (8% circa), che con Michaela Piva si erano presentati come «gli unici a dire no» al raddoppiamento del mall proposto dai privati. Cioè del centro commerciale cittadino, tra i più grandi d'Italia.

I dati definitivi sull'affluenza segnalano un calo rispetto alla tornata di cinque anni fa. Alle ore 23 aveva votato il 54,1 per cento dei cittadini (il 59,1% nel 2013). La flessione è in linea con la tendenza nazionale dell'affluenza, anche se il valore di Arese e inferiore a quello medio italiano di ieri sera: di poco sopra il 61 per cento.