Tutti in coda per gustare sua maestà il Panettone

«Per motivi di sicurezza si prega di lasciare passeggini e carrozzine all'ingresso, nella zona presidiata» (è invece garantito l'accesso ai diversamente abili in carrozzina): dato l'avvertimento, è facile immaginare la Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4, assediata da bimbi di ogni età che da ieri e ancora per oggi, dalle 10 alle 19, vagano curiosi e con l'acquolina in bocca da uno stand all'altro. Siamo infatti alla festa di «Re Panettone», ovvero una vera e propria ricorrenza che dal 2008 celebra il dolce milanese con pasticceri da tutt'Italia: per l'edizione 2015 sono 40 i maestri provenienti da città come Pompei, Prato, Loreto, fino a Roma e Verona, solo per citarne alcune, che si sono dati appuntamento alla Fabbrica del Vapore e non solo si sono cimentati nell'interpretazione classica del dolce milanese, ma anche hanno studiato nuove varianti, a condizione che siano realizzate tutte con ingredienti originali e a lievitazione naturale. Organizzatore e ideatore di questa celebrazione sicuramente allegra e saporita è Stanislao Porzio, gastronomo esperto e docente presso l'Accademia di Belle Arti di Brescia. L'accesso alla manifestazione è possibile solo previa iscrizione online (www.repanettone.it), ed è gratuito: tra un assaggio e l'altro sono proposti numerosi appuntamenti per approfondire la conoscenza dell'antico dolce milanese. Oggi alle 12.30, ad esempio, Jean Marc Vezzoli, del Panificio Longoni di Carate Brianza, racconterà la sua divertente avventura gastronomica nelle peripezie affrontate per fare un panettone come quello delle origini, ovvero con prodotti coltivati solo e unicamente in Lombardia (come trovare uvetta, canditi e farina originali delle nostre terre ad esempio?). Alle 16.30 interverrà la «Guest Star», ovvero Iginio Massari, pasticcere illustre che «parlerà a tutto campo di pasticceria e di società contemporanea». Non mancheranno, neanche oggi, le degustazioni mirate, ovvero altri incontri di conoscenza e approfondimento del Panettone: hanno durata di circa un'ora e sono presentati dalle esperte Elena Barusco e Patrizia Frisoli, che di volta in volta intervisteranno un grande maestro pasticcere sulla propria formazione, carriera e il suo rapporto col Panettone. Tra i vari premi che saranno assegnati nel corso della giornata c'è quello per le confezioni più originali (Premio «I Custodi») e non mancheranno anche occasioni di confronto, ovvero di gara: tutti si sfideranno, ore 15.30, nel gioco di Tullio Montanari «Un Panettone per chi conosce il panettone. E Milano.