Uber, spunta un video con l'autista spacciatore

Un conducente ripreso mentre si vanta con i clienti: "Mi hanno già ritirato la patente, però se volete ho della droga"

Si clicca su Uber e arriva un Uber pop. Si prenota una Mercedes e arriva tutt'altro, ma al prezzo della berlina. Alla guida un autista fai da te, senza abilitazione professionale, cui è stata ritirata la patente due volte, e che alla fine offre pure droga ai passeggeri. Benvenuti nel lato oscuro di Uber o Uber pop, due applicazioni che all'occorrenza si confondono.

Il video che abbiamo visto, e che oggi trovate sul sito de Il Giornale (GUARDA) è stato girato lunedì notte a Milano. I tre clienti prenotano un'auto con l'app Uber black, quella che dovrebbe fornire Mercedes o berline provenienti dai noleggi con conducenti, ma arriva Uber pop, ovvero la versione economica del servizio, solo che i tre clienti lo scoprono una volta partiti. Al momento, infatti, di svoltare (direzione piazza Duomo) per la corsia preferenziale, l'autista dice di non poterlo fare. «Ma tu non puoi fare le preferenziali? No no assolutamente non posso» risponde F. «Ma scusa io chiamo le Mercedes, gli Ncc potevano tranquillamente fare le preferenziali...- dice il cliente - Ma io pensavo che fosse Uber...ma tu sei Uber pop? Perché io volevo chiamare Uber pop, ma non c'era l'app». «No, non l'hanno ancora attivata, per quello sto girando io come berlina» risponde F., «Però non è berlina è una macchina normale - continuano gli utenti - ma scusa noi paghiamo come Uber?» «Sì». «Ecco ce lo siamo presi nel...volevamo un Mercedes....» e arriva un'auto grande, bella ma pop, pagata però a prezzo della berlina. E questa è la prima scorrettezza in cui incappano gli utenti.

La conversazione prosegue, in tono piuttosto amichevole tanto che uno dei clienti chiede all'autista lumi su come entrare a far parte del circuito. L'autista fa un accenno alle proteste dei tassisti, arrabbiati «perché uno non ha ruolo non ha niente...» ma fa l'autista. E i passeggeri increduli chiedono: «Ma come non hai il cap?» ovvero l'abilitazione professionale che viene richiesta ad autisti di taxi e di autonoleggi con conducente.

L'autista risponde: «No». La società Uber garantisce di effettuare controlli sui propri autisti «pop». «Vengono controllate patente, casellario giudiziario, stato del veicolo e assicurazione» spiegava la generale manager di Uber Italia Benedetta Lucini su queste pagine. Ma alla domanda «ma allora anche io lo posso fare? Ti dico la verità - dice un passeggero - anche io avevo pensato ma ho paura che mi chiedano...Siccome ho un precedente di un po' di anni fa, ho paura che mi chiedano...cioè una cazzata, roba di fumo, non so...ti stanno a guardare bene? Se vado a fare domanda per guidare...» insiste. «Per il fumo?! - replica l'autista ironico - ma và, a me mi hanno ritirato due volte la patente, una volta per la bamba (cocaina) e una per l'alcol».

F., autista fai da te, coglie la palla al balzo: «oh raga, se avete bisogno anche di bamba, cose... ganja (marijuana) ganja buona buona...» «Ah, a quanto la fai?» chiedono i clienti. «Il solito cinquanta (euro) la busta».

Non solo autista fai da te, con patente sospesa, ma anche spacciatore. Il video è nelle mani della Digos.

Commenti

Guido_

Gio, 29/05/2014 - 09:43

Come se non ci fossero tassisti muniti di licenza che non vendono droga, non procacciano prostitute e che non sanno neanche dire "buongiorno" e "buonasera" in una qualsivoglia lingua estera. Questi articoli del Giornale sono di una puerilità assoluta, non tanto per gli episodi in sè, ma per come vengono contestaulizzati. Autentico giornalismo trash.

procto

Gio, 29/05/2014 - 09:44

Bellissimo assist alla lobby dei taxisti, bravi venderete qualche copia in più in quella categoria, anche se è bizzarro che venga da una testata che si dice liberista. aggiungerei per completezza di informazione che il 100% dei tassinari con licenza sono invece bravi padri di famiglia, rispettosi del codice della strada e contrari all'uso di stupefacenti. Ci sono dei ratti che attendono, andate ad acchiapparli.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 29/05/2014 - 09:50

BUTTARE FANGO E SCREDITARE UN SERVIZIO + ECONOMICO MENTRE I TASSISTI CHIEDONO TARIFFE PAZZESCHE

beppechi

Gio, 29/05/2014 - 09:53

procto nomen omen

enrico09

Gio, 29/05/2014 - 09:58

Strano...e comunque un articolo in primissima pagina senza confronto con le pratiche dei tassisti (giri più lunghi per far pagare di più ad esempio) resta un assist a una lobby che da un giornale "liberale" non ti aspetteresti...

BlackMen

Gio, 29/05/2014 - 10:01

Ed i taxisti, notoriamente schierati a DX, ringraziano sentitamente.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 29/05/2014 - 10:06

ed ecco l'occhiolino ai tassisti. Il lobbismo funziona proprio cosi, eccolo in azione con l'articolo delegittimatorio. Tanto nessuno poi fa un articolo sulle decine di tassisti che menano i concorrenti o che fregano i passeggeri stranieri o che rifiutano le corse poco redditizie. Quello va bene.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 29/05/2014 - 10:06

beppechi uno dei tanti cerebrolesi

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 29/05/2014 - 10:17

Totalmente in disaccordo con lo scopo di questo articolo. La lobby dei tassisti è quella che odio di più. Prezzi assurdi, giustificati con la solita scusa dei costi e delle tasse, e servizio pessimo e quasi sempre in malafede e/o truffaldino. Un settore assolutamente da liberalizzare. Quel pagliaccetto di Renzi si muova.

AtqueVale

Gio, 29/05/2014 - 10:17

Ennesima conferma che la destra berlusconiana tutto è tranne che liberale e liberista. Del resto siamo l'unico Paese del mondo occidentale dove la destra si è opposta ferocemente alle timide liberalizzazioni della sinistra. Siamo una Nazione a rovescio!

Gianca59

Gio, 29/05/2014 - 10:27

Monti aveva detto che liberalizzare il servizio del taxi, così come altri, avrebbe contribuito a dare maggiore competitività all' Italia ? Non se ne fece nulla perché le varie lobby entrarono in azione ? Bene, ora c' è Renzi: che faccia qualcosa. Non se ne può più di un' Italia bloccata da mille interessi !

BlackMen

Gio, 29/05/2014 - 10:39

cangrande17: sono anni che il PD tenta di liberalizzare il settore con il CDX che si è sempre opposto con forza visto il bacino elettorale che i tassisti costituiscono. Quindi forse il pagliaccetto sta da un'altra parte

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 29/05/2014 - 10:46

Questo articolo,mi sembra estremamente di parte,per difendere gli interessi di una categoria.

Sky

Gio, 29/05/2014 - 10:48

Appena appena c'è qualcosa che porta al liberismo in Italia tutti si mettono contro! E poi vi definite liberali! Ma fatemi il piacere! Poi capite perchè non vi votano più! Le licenze dei tassisti dovrebbero essere come a Londra e non una lobby!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 29/05/2014 - 11:08

@AtqueVale. Post da incorniciare il suo. I bananas dovrebbero rileggerselo 10 volte al giorno. Il partito, sedicente, liberista italiano si è distinto solo per essere il più feroce difensore di lobby e potentati vari.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 29/05/2014 - 11:22

Vuoi vedere che anche qui qualche sinistrato da la colpa a Berlusconi.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 29/05/2014 - 11:24

Io non ho capito se per i sinistrati sia normale che anche i tassisti abbiano una licenza una patente apposita , ma si sa i sinistrati ragionano con il foro posteriore e solo se hanno infilato un vibratore

BlackMen

Gio, 29/05/2014 - 11:43

Markos: non mi aveva neanche sfiorato l'idea ma ora che mi ci ha fatto pensare.... :-)

Cobra_1981

Gio, 29/05/2014 - 13:14

Parlate di lobby,bhè io direi la lobby di tua s.....,state parlando di persone che lavorano 10 ore al giorno festività incluse,che lobby di merda mi vien da dire,e scusate se n ho un lessico molto forbito e parlo un po come mangio ma lavoro da quando ho 14 anni, quindi sono di destra da quanto mi pare do aver capito perchè mi pare che i comunisti anzichè darsi da fare,fanno solo commenti spiccioli e speramo nella disfatta di una categoria di lavoratori ,per favorire delle Mutinazionali che alla fine sfrutteranno anche voi poveri fannulloni,fatemi il piacere prima di giudicare provate a rimboccarvi le maniche,e poi nessuno vi vieta di fare i tassisti se ci tenete tanto,parassiti!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 29/05/2014 - 13:20

BlackMen: Renzi rimarrà un pagliaccetto fino a prova contraria. Non basta il 41% del 58% degli aventi diritto al voto (per giunta in elezioni inutili come quelle europee) a sancire che si tratta di una persona seria. E non basta neanche la pagliacciata (appunto) degli 80 Euro. Sto ancora aspettando fatti concreti...

gamma

Gio, 29/05/2014 - 14:11

Può anche essere che qualcuno degli autisti di Uber sniffi o spacci. D'altra parte se la coca pare che circoli abbondantemente anche in Parlamento non dovremmo stupirci poi tanto. Io comunque mi sono servito di Uber sia a Milano che a Berlino e ne sono rimasto più che soddisfatto. In Germania viene considerata assolutamente legale e non c'è stato nessuno sciopero e nessun lamento. Fra l'altro, è proprio notizia di ieri che l'Arabia Saudita abbia approvato l'esistenza di Uber. Negli USA Uber funziona e nessuno si lamenta. D'altra parte come dire a qualcuno che non deve dare un passaggio in macchina a delle persone. L'altra notizia interessante è che stanno nascendo come funghi altre iniziative sul tipo di Uber.

Gianca59

Gio, 29/05/2014 - 15:56

Il CEO di UBER ha comunque dichiarato che presto (da capire quando ….) utilizzeranno macchine senza autista.

BlackMen

Gio, 29/05/2014 - 18:23

cangrande17: sarà pure un pagliaccetto ma intanto in pochi mesi almeno a messo un tetto ai superstipendi dei manager statali, cosa che alla sinistra non era mai riuscita e che la destra non si sarebbe mai sognata di fare...

lento

Gio, 29/05/2014 - 20:40

I tassisti Italiani bande di mafiosi !!

bruno.amoroso

Gio, 29/05/2014 - 21:12

Interessante. Quanto vi ha pagato la lobby dei tassisti per questo articolo da caciottari? Giornalisti venduti al più becero corporativismo che rallenta il progresso del Paese. COntinuate a difendere gli orticelli mentre gli altri volano verso il futuro