Vendevano fiale di adrenalina a sportivi e giocatori d'azzardo

Erano destinati non solo agli sportivi e ai patiti del fitness ma anche a giocatori d'azzardo patologici bisognosi di forti emozioni i farmaci dopanti sequestrati dalla Guardia di Finanza di Busto Arsizio (Varese) al termine di un'indagine che ha portato al sequestro di circa 2mila500 dosi di sostanze illegali e alla denuncia di tre persone.
La indagini, infatti, hanno accertato che fiale di adrenalina avevano per destinatari «soggetti patologicamente dipendenti dal gioco d'azzardo». Il gioco, infatti, crea naturalmente un aumento dell'adrenalina nell'organismo «e il giocatore patologico, dipendente dalle forti emozioni - spiega una nota delle Fiamme Gialle - ricorre in maniera artificiale a iniezioni in vena di questo ormone, mantenendone così, artificialmente invariato, l'alto livello nell'organismo, continuando a provare le emozioni forti date dall'azzardo del gioco».
Sono stati quindi denunciati alla Procura di Busto Arsizio per violazione della disciplina della tutela sanitaria delle attività sportive e per importazione illegale di farmaci tre giovani, di cui due italiani e un albanese, la cui abitazione era piena di prodotti anabolici, provenienti dal mercato nero internazionale.