Viaggio nei centri sociali occupati, tra droghe, alcol e stanze del sesso

Una serata al Ri-Make di Milano, durante una festa omosessuale con un unico motto: “Sesso e droghe libere”

"Questa è una festa in cui la normalità resta fuori dalla porta”. Sesso, droghe, musica, alcol, scambi di coppia. I “centri sociali” italiani non sono solo quelli che manifestano in piazza, gli antagonismi vari, noTav e noExpo. C’è dell’altro, ovvero le attività notturne organizzate durante l’anno. Feste, discoteche, party di autofinanziamento: tutto in maniera più o meno illegale, realizzato senza autorizzazioni di sorta in locali spesso occupati.

Sabato era in programma a Milano un “Queer party”. Non una serata come tutte le altre, ma un momento - si legge nell’invito che mi ha incuriosito - in cui “provare a mettere in discussione la monogamia, le dinamiche di coppia e la sessualità a due”. Orge, insomma. Ma non solo. (guarda il video)

Il “Ri-Make”, luogo della festa, è un enorme stabile un tempo sede della Banca Nazionale del Lavoro ed ora trasformato in un centro sociale “occupato, autogestito e antiproibizionista". Nessun divieto comportamentale. Anche sulle droghe nessun limite: l'odore di marijuana è forte, ma tutto sembra ammesso.

Il collettivo femminista e Lgbt “Le Luccione” che ha organizzato il raduno parla di un “QuEeR Party con 'Marx, Engels, Lenin & Beyoncè'", personaggi che campeggiano sulla locandina chi con la barba rosa e chi con le sopracciglia colorate. E’ una serata omosessuale da cui non sono esclusi gli etero. L'importante è "liberare la sessualità e sperimentare i propri desideri".

Per entrare viene chiesta un’offerta libera, prezzo che comprende anche la libertà di usufruire di preservativi e lubrificanti distribuiti gratuitamente. Come debba finire la serata è chiaro sin da subito. Il foglio informativo sul "Bon ton" da tenere non lascia spazio ad immaginazioni: divertiti, balla e, per una sera, "libera la tua sessualità". O meglio, come scritto su un cartello, "libera i tuoi orgasmi".

All’interno trovo anche un bar completo di tutto, tranne che del registratore di cassa. Ma questi son luoghi in cui non ci si formalizza, in cui la vendita di bevande diventa autofinanziamento e atto rivoluzionario.

Mentre provo a bere la mia birra da 2,50 euro si avvicina un ragazzo, di 20 anni o poco più. Parrucca in testa, piumato foulard rosso al collo, tacchi a spillo, calzamaglia nera e minigonna. “Non stare da solo, vieni a ballare con me”. Declino l’offerta, ma sono costretto a fingere di apprezzare la musica e le movenze del ragazzo per non essere scoperto. Tra i ballerini noto anche qualche uomo di mezza età. Uno di loro veste una pelliccia molto appariscente.

La cosa più interessante, però, è nell’angolo della sala da ballo. Una tenda trasparente “nasconde” la “stanza del sesso”, da utilizzare “come vuoi, con chi vuoi”. Prima di entrare bisogna leggere il cartello informativo: “Non esiste alcun divieto - c'è scritto - e il sesso non si può fermare. Stai solo attento alle malattie. Dentro trovi preservativi e guanti in lattice. Usali”. Non ci sono turni. Ognuno entra quando vuole e con chi vuole. Non ci si formalizza nemmeno sul numero di persone che possono consumare il rapporto. Entro nella stanza, è tutta buia ma prima di me sono entrate tre persone.

Ho visto abbastanza. Prima di lasciare la festa (che a seguire prevede gnoccata notturna e sex games), intravedo “l’angolo trucco e parrucco”. Qui chi lo desidera può mettersi cipria e ombretto, e la maggioranza di chi si sottopone al make up è di sesso maschile. Evito di varcare la soglia, per non rischiare di entrare uomo ed uscire donna.

Questa è la Milano notturna nei centri sociali occupati. Che qualcuno si ostina a considerare esempi positivi di socialità.

Commenti
Ritratto di tokarev

tokarev

Mar, 22/12/2015 - 09:50

invidia ???

Ritratto di cruciax

cruciax

Mar, 22/12/2015 - 09:52

A parte che le circostanze sono tutte da provare, dal video sembrano semplicemente cene eleganti. E poi cosa pensava di trovare ad una serata di quel tipo, pensionati che giocano a scacchi? Già immagino il titolo del prossimo servizio "Scandalo al gay bar: due donne si baciano"

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 22/12/2015 - 10:34

Nel titolo si parla di droghe, ma nell'articolo non ve n'è ombra; per quanto riguarda l'alcol, mi pare sia ancora legale e per il sesso, se i partner sono consenzienti buon divertimento!

Ritratto di sitten

sitten

Mar, 22/12/2015 - 10:49

Altro che invidia, qui bisogna avere uno stomaco altamente corazzato, rischio di riempire questo posto bellissimo di vomito.

releone13

Mar, 22/12/2015 - 10:57

De Lorenzo......ma se non ti piace l'ambiente puoi anche non andarci.......oppure magari un pochino ti attirava, di la verità!!!!!!!!!!

chiara 2

Mar, 22/12/2015 - 11:18

TOKAREV...no, schifo e biasimo (che patetiche copie di umani che siete)

ARKA43

Mar, 22/12/2015 - 11:36

..........ma alla fine del 2015 siete ancora a scrivere peste e corna degli omosessuali e delle loro feste?????? ma x favore occupatevi di cose più serie.

Rossana Rossi

Mar, 22/12/2015 - 11:44

Questi sono quei covi di degrado malaffare e schifezza che qualcuno vuol difendere e finanziare. Bordelli della peggior specie allocati in luoghi occupati abusivamente ( adesso l'abusivismo va di moda....) dove la legalità, tipo lo scontrino di cassa, non 'fa figo' così si evade anche a man bassa..........veri esempi sociali.....

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 22/12/2015 - 11:46

Quello che non va bene è che non pagano nè affitto nè tasse.Tutto nero che invece dovrebbe essere legalizzato.Lo sanno tutti ma per I Centri Sociali c'è una tolleranza tutta particolare. Perchè ? E' la stessa storia delle Prostitute che se organizzate in "case chiuse" pagherebbero tasse ed eviterebbero la strada con tutti i relativi pericoli.Anche quì ; perchè?

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Mar, 22/12/2015 - 11:57

i nipotini di Marx, quelli della "religione oppio dei popoli".. E' IL COMUNISMO IL VERO OPPIO DEL POPOLO BUE DEI CENTRI SOCIALI !!!

IlCandido

Mar, 22/12/2015 - 12:05

Chissà' perché' questi possono fare tutto quello che vogliono mentre gli altri no. Forse perché' questi urlano .....contro tutti i privilegi ! Che squallore

ABCD123

Mar, 22/12/2015 - 13:07

Informiamoci prima di parlare, ancor di più prima di scrivere... -" Nessun divieto comportamentale. Anche sulle droghe nessun limite: l'odore di marijuana è forte, ma tutto è ammesso."- Questo dove lo hai letto?? Sono curioso... NO HARD DRUGS NO PUSHER SHARE YOUR WEED NON SONO ACCETTATI IN NESSUN MODO RAZZISMO, OMOLESBOBITRANSFOBIA, MACHISMO E SESSISMO. (Pagina facebook dell'evento) @RosannaRossi, Bordelli della peggior specie???? Hai mai messo piede in un centro sociale... No, immagino, vi limitate a parlare dall'alto delle vostre poltrone.... Ricordami un attimo dove la fiat (Fabbrica ITALIANA Atomobili Torino) paga le tasse, ah già, a Londra... E vi scandalizzate per lo scontrino di una birra, cresci e impara a non criticare... @IlCandido, Se vi hanno isnsegnato a vivere come dei cagnolini ubbidendo al sistema, ed accettando ogni limite imposto dai padroni, bhe, sono cxxxi tuoi... #IoNonCiSto C'è diffrenza tra legalità e giustizia ;)

chiara 2

Mar, 22/12/2015 - 14:48

ARKA43...ma guardi che gay non è mica sinonimo di dissolutezza e perversione!! Alla faccia dell'evoluto che è Lei! Fossi gay la denuncerei per discriminazione

fisis

Mar, 22/12/2015 - 15:22

A me l'unica cosa che mi scandalizza di tutto questo è la mancata emissione di scontrino fiscale e perciò la concorrenza sleale verso i bar e locali regolari che la emettono. Dopodiché, due o più adulti saranno liberi fare il sesso come è con chi vogliono.

Rossana Rossi

Mar, 22/12/2015 - 15:51

ABCD123 da bravo asino rosso quale sei tiri fuori argomenti di scusa non plausibili. Pretendere e giustificare l'illegalità non è avanguardia ma delinquenza.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 22/12/2015 - 15:58

lo spirito si eleva

timba

Mar, 22/12/2015 - 16:06

ABCD123. io non vivo da cagnolino e sono tutt'altro che bigotto o puritano. Ognuno faccia quello che vuole. Solo che le regole valgano per tutti. Se si chiude un bar per tre mesi perché non ha emesso lo scontrino per un caffè, occorre radere al suolo un centro sociale che non solo fa palate di soldi in nero, ma non paga affitti, luce, acqua, etc.. (senza contare lo spaccio con annessi e connessi). Tutto saldato da Pantalone (ossia anche da me che condivido ZERO delle loro idee ma, a differenza loro, fatico e lavoro). Avere la sede a Londra è LEGALE. Non emettere lo scontrino è ILLEGALE. La FCA dà comunque da mangiare a qualche decina di migliaia di famiglie. I centri sociali fancazzisti le famiglie le hanno solo rovinate...

joecivitanova

Mar, 22/12/2015 - 17:08

A timba mi permetto di dire che sono assolutamente d'accordo con lui e con tutti coloro che la pensano come lui. Agli altri indecifrabili più o meno numeri o lettere, credo che sia assolutamente inutile perdere del tempo a spiegare loro qualsiasi minima cosa contraria a quel poco che hanno in testa. Un caro saluto a tutti. Giuseppe.

Libertà75

Mar, 22/12/2015 - 17:30

@angelolibero70: "sulle droghe nessun limite: l'odore di marijuana è forte, ma tutto è ammesso"... certo che almeno imparare a leggere un articolo ogni tanto... cavolo voi affollate la categoria degli analfabeti funzionali per cui wikipedia ci mette al primo posto mondiale, e come conferma il suo sodalo ABCD123, le droghe leggere sono ammesse e facenti parte del costume di questi eventi.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 22/12/2015 - 17:34

Questa non è la Milano dei centri sociali, questa è la Milano dei futuri magistrati, professori universitari e parassiti di stato.

elpaso21

Mar, 22/12/2015 - 18:17

Ma se in questo centro sociale ci sono belle ragazze qual'è il problema? Inoltre se non siete omosessuali nessuno può costringervi a un rapporto :-) (terzo invio)

Fjr

Mar, 22/12/2015 - 18:28

Qualche birra?andatevi a vedere quanti fusti di birra muove il Leonca ogni sera, poi ne riparliamo dell'autofinanziamento

ziobeppe1951

Mar, 22/12/2015 - 18:46

Elpaso21...18.17...belle ragazze in un centro asociale??si vede che non sei mai passato davanti alla topaia, tutte dei cessi viaggianti, sporche e puzzolenti

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 22/12/2015 - 19:01

...e la bocassini (volutamente minuscolo), non indaga? Già, è vero, Silvio non c'entra!

soldellavvenire

Mar, 22/12/2015 - 19:04

ma no, sono solo "cene eleganti " beh ... meno eleganti, e soprattutto orfane del grande anfitrione: è plebe, quella, ognuno socializza come può

soldellavvenire

Mar, 22/12/2015 - 19:07

ahahahahahahahahain una stanza del sesso ci sono ben due lettoni di Putin e una gigantografia di (indovinate) alla parete

Demetrio.Reale

Mar, 22/12/2015 - 19:59

mancava solo qualche risorsa multiculturale alla festicciola, stanze del sesso per ammucchiate gay trans, con annesse malattie veneree epatite, leucemia, AIDS, etc. è questa l'Italia laica e secolare dei preti progressisti friulani, già data per normale anche dai lettori di questo giornale, figurati gli altri.

sparviero51

Mar, 22/12/2015 - 19:59

Magistratura ROSSA GUARDONA dove sei???Guai a indagare sui vostri sottoprodotti!!!Siete tutti soltanto dei convertitori di cibo.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 22/12/2015 - 20:17

elpaso21 Il problema non sono né le ragazze né gli omo: si tratta di edifici occupati dove non si paga affitto luce ed acqua. Se questi ipocriti fossero sinceri sgombererebbero e farebbero entrare famiglie di poveracci. Ma si tratta di gentaccia, ecco il punto. Tali e quali papa Francesco Pertini. Bla bla bla e nient'altro.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Mar, 22/12/2015 - 20:18

Che bacchettoni che siete qui al giornale! Oppure siete contenti solo quanto tromba il capo?!?

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 22/12/2015 - 20:18

Ma esistono ancora le bombe al napal? se si...usarle !!!

Ritratto di tokarev

tokarev

Mar, 22/12/2015 - 20:58

ha ragione rossana, nei centri sociali ci divertiamo alla grande e gli scontrini non fanno figo...in piu' non siamo in menopausa....ciao

Luigi Farinelli

Mer, 23/12/2015 - 00:15

ABCD 123: Segnalo la tua frase (contro i poveri "schiavi" del sistema): "Se vi hanno insegnato a vivere come dei cagnolini ubbidendo al sistema, ed accettando ogni limite imposto dai padroni...". Ma non vi siete neanche accorti che i "padroni" e il "sistema" usano proprio voi (e di brutto) quali poveri scagnozzi con la mente offuscata dai fumi di droghe ed ideologie per realizzare i loro scopi? Ma a chi la date a bere con il vostro atteggiamento anti-global quando i vostri capi con il vero potere sono pappa e ciccia, partecipando alle riunioni nelle congreghe massoniche (proprio il motore della globalizazione)? Vedi intervista ad Alain Bauer, Gran Maestro del Grande Oriente di Francia che ha confessato candidamente come Bernard Cassen (fondatore di ATTAC, gli amici d'oltralpe di Casarinie dei Black bloc) ATTAC (in Francia)

Edmond Dantes

Mer, 23/12/2015 - 00:41

Non ce ne frega una sega dell'identità di genere dei partecipanti e tantomeno se si sono divertiti. Però dovrebbero valere anche per i gaudenti (?) alternativi le regole che valgono per ogni esercizio pubblico, sia igieniche che fiscali. I solerti vigili che multano senza pietà gli ambulanti regolari per mancata emissione di scontrini fiscali, o il bar che ha messo un tavolino sul marciapiede, o ha i servizi igienici con le pareti intonacate non a norma, dove stavano ? Probabile, visti gli orientamenti della giunta milanese, che fossero impegnati nell'angolo "trucco e parrucco".

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 23/12/2015 - 00:47

Di questi pervertiti mi fa schifo soltanto parlarne. Onde evitare fastidiosi conati di vomito mi astengo. NO COMMENT.

Ritratto di gangelini

gangelini

Mer, 23/12/2015 - 00:53

Nulla da dire, ognuno fa quello che vuole, però ....... c'è una persona che per qualche festino senza pretesa (no sesso, no droga) è stato processato almeno 10 volte. Però i centri sociali possono, possono delinquere su tutto, droga, sesso in luogo pubblico, sesso con minorenni, evasione fiscale. Ma certo sono sinistri, quindi anche il sesso minorile e l'evasione è a fin di bene.

Edmond Dantes

Mer, 23/12/2015 - 00:55

ABCD123. Le pagherà pure in Inghilterra, ma le paga. I suoi amichetti non pagano una mazza né qui né in Inghilterra.

Edmond Dantes

Mer, 23/12/2015 - 01:05

Ragazzi, tutti i LGBTQI si sono scatenati postando contro gli oscurantisti, che poi sarebbero quelli semplicemente interessati ad evitare che la sinistra metta una tassa su chi ha un'attività sessuale non eterodossa, ovvero evitare che diventi obbligatorio prenderlo in ...... saccoccia. Rimane comunque buona norma, con la sinistra al governo, dare sempre le spalle al muro.

zingozongo

Mer, 23/12/2015 - 09:21

girando molte droghe, temo che molti faranno sex non protetto col preservativo e ci sarnno nuove infezioni da HIV, le cui cure poi saranno pagate dallo stato, dovremmo fare come in Brasile dove da un certo anno in poi han dettto " le cure per l hiv te le paghi te perche lo stato non ha piu soldi" vedi che poi stanno piu attenti... se la crisi perdura pure in italia taglieranno i fondi per le cure gratis dell aids e allora addio orge gay

Edmond Dantes

Mer, 23/12/2015 - 09:33

@Tokarev. Si, siamo invidiosi. Invidiosi di quelli che hanno avuto la fortuna di vederla uscire in tutto il suo splendore dopo addobbo nell'angolo "trucco e parrucco". Certamente avrebbe offuscato anche Platinette.

Ritratto di tokarev

tokarev

Dom, 27/12/2015 - 12:38

Edmond Dantes...anche tua mamma...