Vigile arrestato per avere rubato bottiglie di vino al supermercato

Era già stato beccato diverse volte a rubacchiare nei supermercati, ma se l'era sempre cavata con una denuncia a piede libero. L'altro giorno però, l'ennesimo furto l'ha fatto finire in manette e, con grande sorpresa dei carabinieri, si è scoperto che il manolesta era un vigile in servizio al comando di piazza Beccaria. Noto per il suo «vizietto» era comunque già stato messo in ufficio e privato della pistola in attesa degli esiti dei precedenti procedimenti.
L'ultima volta Stefano, 54 anni, aveva escogitato un sistema niente male per brindare alla salute di Bernando Caprotti, patron di Esselunga. Si era recato al punto vendita di Buccinasco aveva vuotato un cartone di birra poi riempito con quattro bottiglie di Greco di Tufo da 25 euro l'una. Arrivato alle casse ha estratto una birra, facendola scansionare per poi moltiplicare per il numero delle bottiglie, come fanno sempre i commessi di supermercato per non passare le confezioni una dopo l'altra.
Ma in quel supermercato Stefano era già andato più volte «a fare la spesa» per cui è stato seguito dalla sorveglianza, bloccato all'esterno e costretto a mostrare cosa conteneva lo scatolone.
A questo punto è stato preso in consegna dai carabinieri che hanno verificato come si trattasse di un ghisa e come, oltre Buccinasco, il vigile fosse «assiduo» anche dell'Esselunga di Corsico, avendo accumulato diverse denunce dal 2006 a oggi. Proprio per questo era stato messo in ufficio e privato della pistola.
«L'amministrazione interverrà con chiarezza nei riguardi di questo agente perché non possono esservi dubbi sul comportamento di chi lavora per la sicurezza dei cittadini e per la legalità» ha subito commentato con un pizzico di imbarazzo l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli.

Commenti

ZIPPITA

Dom, 02/06/2013 - 09:37

Perché rubare? A milano si sa che "i GHISA" ti entrano in negozio e iniziano a guardare se c'e' qulacosa che non va, tipo estintore non in vista, orario esposto male e cazzate cosi'....e se ne escono con il "bottino" del loro silenzio. Io me la sono cavata con un cellulare e una ricarica!!!! Non era indicato il giorno di chiusura!!!!!

silvano45

Dom, 02/06/2013 - 13:34

Credo che quello postato da zippita sia vero e non solo i vigili si comportano in questo modo ma la la magistratura e le istituzioni hanno ben altro da fare importante perseguitare i cittadini per cazzate burocratiche di nessun conto ad un amico i carabinieri hanno multato perche senza rete posteriore per il cane intanto se li chiami hanno gli orari di ufficio........

Andycobra73

Dom, 02/06/2013 - 22:06

A Zippita rispondo; attenzione, se sei veramente parente di un ex questore, quello che scrivi è ancora più grave. Se fosse vero quello che racconti le ipotesi sono 2; o sei complice di un reato (per evitare una multa hai pagato) o sei autore di reato (potresti essere denunciato per diffamazione a mezzo stampa.