Al voto 7 milioni di lombardi E «rave party» per i risultati

Seggi aperti dalle 7 alle 23, poi feste con maratona tv Il Pd seguirà lo spoglio in via Pirelli, la Lega in Bellerio

Chiara Campo

Dopo settimane (anzi mesi) di chiacchiere, domani scatta l'ora x: dalle 7 alle 23 urne aperte per votare sì o no alla Riforma costituzionale. Possono partecipare al referendum oltre 7,4 milioni di lombardi e circa un terzo (2,3 milioni) sono residenti nei Comuni della Città metropolitana. Solo a Milano gli aventi diritto sono 943.104, di cui 503.731 donne e 439.373 uomini. Nel mese di novembre sono state richiesti in città oltre 26mila duplicati della tessera elettorale e solo nella giornata di giovedì sono state rifatte 3.009 tessere, 365 carte d'identità tradizionali e 356 elettroniche, ma c'è ancora tempo oggi e domani visto che gli uffici in occasione del voto faranno gli straordinari. L'ufficio elettorale di via Messina 52 e il salone centrale dell'Anagrafe di via Larga 12 saranno aperti (solo per rifare le carte d'identità e la tessera, e per i residenti a Milano) oggi dalle 8.30 alle 20 e domani dalle 7 alle 23. In servizio sia oggi che domani dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17 le sedi di Municipio (via Padova, Sansovino, Oglio, viale Ungheria, via Boifava, viale Tibaldi, via Legioni Romane, piazza Stovani, via Paravia, piazzale Accursio, via Baldinucci, largo De Benedetti e via Passerini). Disponibile anche il servizio di trasporto gratuito ai seggi per i disabili: si può richiedere all'Ufficio Autopubbliche telefonando ai numeri 02/884.65290, 02/884.45754 o 02/884.45750 o scrivendo una e-mail a MTA.Autopubbliche@comune.milano.it. Oggi saranno allestiti i seggi: già sostituiti fino a ieri 186 presidenti e 1.190 scrutatori.

I partiti stanno già allestendo i quartier generali dove attenderanno i risultati. Sul fronte del sì, il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri, il presidente della direzione Onorio Rosati insieme a parlamentari ed esponenti dem regionali seguiranno lo spoglio e raccoglieranno in diretta i dati elettorali dalle diverse province nella sede del partito in via Pirelli 11. La Lega invece rimane fedele alla «roccaforte» di via Bellerio, dove il segretario nazionale Matteo Salvini - in campagna per il No - ha già convocato anche una conferenza stampa a risultato consolidato lunedì mattina. E il Movimento 5 Stelle è partito ieri alle 18.30 da largo Greppi a piazza Gae Aulenti per l'ultima marcia «rumorosa» del no al grido di «Buona resistenza a tutti». Ma anche comitati e circoli hanno organizzato dei veri e propri «rave party» durante le maratone tv. Il Comitato per il no si riunisce domani dalle 21 all'Arci Bellezza per una «notte elettorale»: prima le cena e «se le forze del bene trionferanno, dopo mezzanotte ci spostiamo nella sala da ballo per i festeggiamenti liberatori. Altrimenti al bar, per riflettere sui nostri errori e incolpare il destino cinico e baro» scrivono sul programma. Al circolo «Lato B» di viale Pasubio 14, dalle 22 all'una è prevista invece una «maratona alcolica per lo spoglio» seguendo la lunga diretta di Enrico Mentana su La7, con due opzioni: il «Gioco Mentana» («un giro di shot ogni volta che ripeterà frasi tipiche») e il «Gioco scommessa» (chi si avvicina di più alle percentuali vince bicchieri).