Un weekend nel Cantone Tutto il jazz in riva al lago

Ad Ascona un effervescente festival all'aperto con oltre 160 concerti. A Mendrisio e Lugano una piazza di big

Luca Testoni

Con puntualità rigorosamente svizzera (non potrebbe avvenire diversamente), ha preso il via la stagione live estiva del vicino Canton Ticino.

L'onore e l'onere di aprire le danze spetta di diritto all'Ascona Jazz Festival. Da quewsti giorni fino al primo luglio saranno in cartellone più di 160 tra concerti ed eventi speciali, distribuiti su quattro palchi principali e diversi stage secondari nella suggestiva località ticinese in riva al Lago Maggiore, che diventa per 10 giorni in una sorta di capitale europea della musica e della cultura di New Orleans.

Ad Ascona (a proposito, il festival ha raggiunto l'edizione numero 33, ndr) mancherà forse il big che tutti conoscono; ci sarà ugualmente da divertirsi, grazie ale formazioni che animano la scena contemporanea di New Orleans, chiamate tra l'altro a festeggiare anche il centenario della nascita di Ella Fitzgerald (in tema di omaggi, il 27 giugno il Fatsology Sextet, con il grande batterista Gianni Cazzola, celebreranno il genio di Fats Waller), fino a due talenti francesi meritevoli di nota, e la cantante e chitarrista blues-R&B-funk Nina Attal (il 30 giugno e l'1 luglio) e il soulman Opé Smith, cui spetta stasera il compito di inaugurare l'happening con un repertorio - da Ray Charles ad Aretha Franklin, dai The Temptations ai Beatles - eclettico e coinvolgente.

Una curiosità: grazie al sostegno delle autorità di New Orleans e alla presenza dello chef stellato Brian Landry, l'immersione nella Città del Delta sarà pure culinaria. Così, in piazzale Torre, sarà la cucina creola e cajun a farla da padrone.

Come da tradizione, l'Estival Jazz sarà diviso tra piazza alla Valle di Mendrisio (il 30 giugno e l'1 luglio) e piazza Riforma a Lugano (il 6 e 7 luglio). I concerti più intriganti? A Mendrisio il pianista-cantante Raphael Gualazzi (30 giugno) e quel che resta dei New Trolls (1 luglio); a Lugano il regista-cantante di Sarajevo Emir Kusturica alla testa della No Smoking Band (il 6 luglio) e Vinicio Capossela, il chitarrista tuareg Bombino e il super-gruppo jazz capitanato dal chitarrista Mike Stern e dal trombettista Randy Bracker (tutti e tre in piazza Riforma il 7 luglio).

Punta su una programmazione pop-rock di alto livello il festival Moon&Stars, di scena fra il 14 e il 21 luglio in piazza Grande a Locarno. Nello specifico, fari puntati su due autentiche colonne della musica britannica formato esportazione come l'inossidabile funkettaro Jamiroquai e l'ex Police Sting, di scena rispettivamente il 18 e 19 luglio, ma anche sugli emergenti Imagine Dragons, nuovo acclamato volto di punta del pop-rock statunitense (il 21 luglio).

Per aprire la manifestazione locarnese, si esibiranno, il 14 e 15 luglio, rispettivamente l'accoppiata J-Ax-Fedez (nella stessa serata Macklemore e Ryan Lewis, sempre più candidati a raccogliere l'eredità di Eminem in ambito rap bianco made in Usa, ndr) e Zucchero.