Wi-fi, tv e cure d'eccellenza La gravidanza è senza stress

Nuovo reparto alla Macedonio Melloni «Qui professionalità e anche comfort»

Camillo Rossi

Una gravidanza con i comfort della modernità. Alla Macedonio Melloni è stato inaugurato un nuovo reparto dedicato alle neomamme, Patologia della gravidanza. Un pezzo in più che va a potenziare quello che è uno dei tre punti nascita principali di Milano. Ed è un insieme di tecnologia e comfort che modernizza i servizi offerti dal presidio ospedaliero. Il reparto è stato pensato per vivere i mesi decisivi per le donne gravide con le comodità moderne: «Tutte le camere hanno la televisione e il wifi e c'è una particolare attenzione in generale - spiega Marisa Errico, dirigente della clinica - abbiamo anche stanze con un monitoraggio intensivo delle pazienti, quindi con le rilevazioni dei parametri più frequenti, insomma abbiamo messo al centro la persona: spesso ci sono pazienti che sono ricoverate per lungo tempo per portare avanti la gravidanza, è giusto che oltre alla professionalità che garantiamo abbiano anche un po' di comfort».

Sono quindici posti letto, otto camere doppie e una singola con bagno, di cui due con le attrezzature per l'alto monitoraggio. Un reparto dedicato a donne con sindromi ipertensive, diabete, malattie endocrine metaboliche autoimmuni, gravidanze complesse da placenta previa, minacce di parto prematuro e patologie fetali come iposviluppo e sindromi malformati. Nel complesso si tratta di una struttura in grado di curare fino a mille signore all'anno e che «opera in stretta collaborazione con la Patologia e Terapia Intensiva Neonatale per la gestione del neonato critico e per garantire alle famiglie un'assistenza multidisciplinare» precisano dal presidio ospedaliero. E che, precisano, può garantire «elevati livelli di sicurezza grazie alla posizione attigua alla sala parto e alle sale operatorie permettendo un'ottimizzazione nei tempi di gestione delle emergenze / urgenze».

Con questo nuovo innesto la Macedonio Melloni si conferma un polo di eccellenza che con i suoi 2mila e 500 parti all'anno si posiziona come il terzo punto nascita di Milano, subito dietro al Buzzi.

Nuove tecnologie, comfort e non tutto capitato per caso o senza massicci investimenti: «Devo dire che abbiamo una direzione illuminata - riconosce Errico - sono attenti anche a un rilancio stesso della Melloni che da sempre un punto di riferimento per la comunità milanese». Mancava solo l'inaugurazione: investimenti e lavori erano stati già avviati, mancava solo di rendere il nuovo reparto operativo. Da maggio le mamme e i loro bambini hanno un nuovo luogo dove curarsi.